Ventidue vini italiani da non perdere |Guida Vini Ais Vitae

20/10/2018 1.8 MILA
Guida Ais Antonello Maietta tra Riccardo Cotarella e Hosam Eldin Abou Eleyoun
Guida Ais Antonello Maietta tra Riccardo Cotarella e Hosam Eldin Abou Eleyoun

Ventidue vini, ventidue storie in cui è condensata perfettamente la mentalità anarchica tipicamente italiana, il nostro amore per ciò che è tipico, che ci differenzia dagli altri. E cosa più dei mille vitigni con cui facciamo vino?
Ieri questa ricchezza è emersa bene nel corso della cerimonia di consena dei tastevin alle aziende di ciascuna regione italiana che ha anticipato la presentazione della Guida dei Vini Ais Vitae giunta alla sua quinta edizione.
Tante storie di cui si nutre il vino italiano, un comparto in crescita da oltre vent’anni, un esempio di quello che avrebbero dovuto fare tanti altri settori stroncati dai precetti bocconiani: ricerca, investimento, tensione all’export, valore della famiglia e della terra sono state le condizioni che il vino ha poi imposto anche ad altri tanti settori della nostra agricoltura.

Ma ecco i ventidue vini

Valle d’Aosta
SOPRAQUOTA 900 2017 – Rosset Terroir

Piemonte
PIEMONTE MOSCATO D’AUTUNNO 2017 – Paolo Saracco

Lombardia
VALTELLINA SUPERIORE VALGELLA CÀ MORÉI 2015 – Fay

Veneto
SOAVE CLASSICO LA ROCCA 2016 – Pieropan

Trentino
MARZEMINO POIEMA 2015 – Eugenio Rosi

Alto Adige
ALTO ADIGE GEWÜRZTRAMINER NUSSBAUMER 2016 – Cantina Tramin

Friuli
COLLI ORIENTALI DEL FRIULI PICOLIT 2013 – Livio Felluga

Liguria
ROSSESE DI DOLCEACQUA BRICCO ARCAGNA 2016 – Terre Bianche

Emilia
COLLI PIACENTINI MALVASIA BOCCADIROSA 2017 – Luretta

Romagna
RONCO DELLE GINESTRE 2012 – Castelluccio

Toscana
RIECINE DI RIECINE 2014 – Riecine

Umbria
MARCILIANO 2015 – Famiglia Cotarella

Marche
OFFIDA PECORINO GUIDO COCCI GRIFONI 2014 – Tenuta Cocci Grifoni

Lazio
CESANESE DEL PIGLIO SUPERIORE VAJOSCURO RISERVA 2016 – Giovanni Terenzi

Abruzzo
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DANTE MARRAMIERO 2008 – Marramiero

Molise
TINTILIA DEL MOLISE VINEA BENEDICTINA 2015 – L’Arco Antico

Campania
TAURASI RADICI RISERVA 2012 – Mastroberardino

Puglia
GIOIA DEL COLLE PRIMITIVO POLVANERA 17 2015 – Polvanera

Basilicata
AGLIANICO DEL VULTURE MASQITO GOLD 2013 – Colli Cerentino

Calabria
TIMPAMARA 2016 – Terre del Gufo

Sicilia
ETNA ROSSO BARBAGALLI 2015 – Pietradolce

Sardegna
CARIGNANO DEL SULCIS SUPERIORE TERRE BRUNE 2014 – Cantina Santadi

Il tema era la biodiversità. Evviva!