Mister Tony a Sirignano (AV)

2/4/2019 1.1 MILA
Mister Tony - Il Caciocavallo Podolico avvolto nel fieno e affinato 12 mesi in grotta
Mister Tony – Il Caciocavallo Podolico avvolto nel fieno e affinato 12 mesi in grotta

di Tiziano Terracciano

Siamo a Sirignano, un paesino della “Comunità Montana del Partenio e Vallo di Lauro”, alle porte dell’Irpinia. Su uno dei lati della piazza principale della città, dove sorge una grande villa comunale e dove la fa da padrone il verde, troviamo questo ampio locale nato dalla volontà di Mister Tony, che, dopo essere emigrato in Australia, è ritornato, una ventina di anni fa, in patria Irpina con già l’idea chiara di aprire un locale dove offrire ed esaltare i prodotti della sua amata terra con l’aiuto delle sue due figlie.

Ci imbattiamo per purissimo caso nella pagina di questo Ristorante-Pizzeria e stuzzicati dai prodotti utilizzati decidiamo, senza pensarci troppo, di prenotare.

Mister Tony - Il Logo
Mister Tony – Il Logo

La scelta dei vini è limitata ma per la serata ci accompagnerà un buon Aglianico prodotto nelle cantine di Taurasi delle Tenute Zeuli.

Mister Tony, il Vino
Mister Tony, il Vino

La curiosità e la voglia di assaggiare i prodotti Irpini è tanta e per questo, alla fine, ci verrà servito un antipasto “allargato”: si inizia con il Culatello Irpino, la Sopressata ed il Capococollo paesani; Sullo stesso tagliere vengono posizionati i formaggi semi-stagionati di capra al Pepe, alle Olive, al Peperoncino e alle Noci “ubriaco”.

Mister Tony - Il Culatello Irpino e la Sopressata paesana
Mister Tony – Il Culatello Irpino e la Sopressata paesana
Mister Tony- I Salumi e i Formaggi Irpini
Mister Tony- I Salumi e i Formaggi Irpini
Mister Tony - Il Tagliere
Mister Tony – Il Tagliere

In un piatto a parte viene servito il pregiatissimo e spettacolare Carmasciano prodotto dal latte delle pecore laticauda allevate nei pressi delle Mefite di Rocca San Felice, con un tocco di Tartufo di Bagnoli Irpino grattugiato e messo sott’olio in proprio. La poesia continua con il Caciocavallo Podolico nel pignatiello affiancato di crostini di pane.

Mister Tony - Il Carmasciano
Mister Tony – Il Carmasciano
Mister Tony - Il pignatiello con Caciocavallo Podolico
Mister Tony – Il pignatiello con Caciocavallo Podolico
Mister Tony - Il Pane
Mister Tony – Il Pane

Ci sarebbe anche il Caciocavallo Podolico avvolto dal fieno e affinato 12 mesi in grotta, ma ce lo riserviamo per la prossima volta.

Tra i primi piatti proposti ci sono i Cavatelli Irpini fatti in casa con il ferretto alla Sirignanese e i Cavaiuli della tradizione.

Invitanti ma decidiamo di provarli la prossima volta visto che ora desideriamo assaggiare una tenerissima e succulenta bistecca di scottona Podolica allevata allo stato brado sul Monte Accelica, uno dei monti Picentini tra le province di Salerno ed Avellino, e un pezzetto di Agnello irpino. Ottima anche la preparazione delle patate con bucce al forno.

Mister Tony - La bistecca di Podolica dei Monti Picentini
Mister Tony – La bistecca di Podolica dei Monti Picentini
Mister Tony - La carne di Podolica
Mister Tony – La carne di Podolica
Mister Tony, Agnello Irpino
Mister Tony, Agnello Irpino
 Mister Tony - Le Patate con la buccia al forno
Mister Tony – Le Patate con la buccia al forno

Una delle sorelle si occupa della Pizzeria in prima persona e produce anche il buon pane per il Ristorante.

 Mister Tony - La Ricotta e Pere artigianale
Mister Tony – La Ricotta e Pere artigianale

Molto buona la “ricotta e pere” artigianale fatta con una frolla in cui si sente tanto e piacevolmente il sapore delle nocciole locali.

Mister Tony
Via Carlo Fiordelisi
83020 Sirignano
Tel. 081 8257807
https://www.facebook.com/MistertonyMT/

3 commenti

    bruno soviero

    (3 aprile 2019 - 18:45)

    siamo alle solite. Rischio di diventare noioso. Il sig. Terracciano avrà certamente pagato il conto….. Vorrei anche io fare visita a Mister TONY . Perchè ci si ostina a non indicare i prezzi medi di questo ristorante? Sarebbe un gradito servizio per noi lettori e consumatori.

    lucab

    (4 aprile 2019 - 11:44)

    “Perchè ci si ostina a non indicare i prezzi medi di questo ristorante? Sarebbe un gradito servizio per noi lettori e consumatori”.
    (Bruno Soviero(3 aprile 2019 – 18:45)
    __
    Lei tocca una nota dolente.
    Un’ottima recensione deve contenere alcune INFORMAZIONI IMPORTANTI sull’oggetto che si recensisce: il PREZZO è indiscutibilmente Importantissimo.
    E, ancora più importante, è il Rapporto Q/P(qualità /prezzo) sui cui mi sono soffermato più volte nei dibattiti.
    Viviamo, da tempo, in una società dove tutto è MERCIFICATO: perfino la Dignità… ha un prezzo e…può essere Comprata.

    Come dicevo, sia il PREZZO e sia il Rapporto Q/P sono informazioni(importanti) che vengono TRASCURATE in molte recensioni di molti(non tutti) food blogger italiani.
    Spesso ho dovuto fare una ricerca sul Web per sapere Quanto Costa mangiare in un locale?
    Quanto costa un Menù?
    Di quante portate è composto?
    Ecc…
    __
    Quali sono i motivi di questo comportamento scorretto nei confronti dei lettori_consumatori_clienti?
    Ne ho parlato più volte in vari dibattiti e lascio questa volta ai lettori il “gusto” di trovare una risposta.

    Aggiungo soltanto che una Vera Recensione non è una semplice Presentazione, non è Comunicazione, non è Propaganda di un prodotto o di un servizio di ristorazione(L. S.)
    Non è Esaltazione, non è Glorificazione.

    E, attenzione, non è al Servizio del Marketing… ma del Cliente.
    PS
    Lei, Bruno Soviero, in un commento successivo sulla Taverna del Capitano, dice che, invece, non chiederebbe mai il prezzo di questo locale.
    Come si può leggere nel mio commento
    del 3 aprile 2019 – 12:46 sul ristorante Nonna Rosa ho elogiato lo chef Caputo per la sua “filosofia” di cucina.
    Ma, come dicevo, Tutto ha un Prezzo nella società della mercificazione e, quindi, in questo caso non sono d’accordo con lei. Perchè non è “banale” , come lei dice, chiedere il Prezzo ANCHE della Taverna del Capitano come, giustamente, ha fatto per questo ristorante.

    bruno soviero

    (4 aprile 2019 - 17:45)

    egr. Lucab, condivido in toto le sue considerazioni. Per quanto riguarda la “battuta” sulla banalità circa la richiesta dei prezzi alla Taverna del Capitano o di altri ristoranti dello stesso livello, e più , volevo dire che i clienti di questi locali sono consapevoli e disposti a pagare un prezzo più alto della media, anche per la notevole varietà dell’offerta. Comunque ben venga l’abitudine di indicare sempre i prezzi di tutti i ristoranti. Ma francamente non me la sono sentita di lamentarmi quando Luciano Pignataro ci ha raccontato le sue esperienze con i migliori stellati d’Europa senza indicarne i costi. Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.