My Seacret, il Ristorante di via Chiatamone a Napoli e la sua nuova proposta gastronomica

20/4/2022 1.8 MILA

My Seacret a Napoli
Via Chiatamone, 31
Aperto la sera, la domenica a pranzo

Antonio Passariello -My Seacret
Antonio Passariello -My Seacret

di Antonella Amodio

Eravamo stati qualche mese fa da My Seacret, dove ci aveva positivamente colpito la cucina proposta dallo chef Antonio Passariello, che echeggiava fusion e richiamava nel contempo i piatti tradizionali della cucina partenopea.

Oggi, con il nuovo menù, la cucina palesa più radicamento alla cultura gastronomica napoletana, senza però abbandonare la contemporaneità del suo stile molto personale, che riprende il manifesto di una trasformazione culturale, verificatasi negli ultimi anni, specie tra i giovani chef.

Antonio pone attenzione alle consistenze, gioca con le texuture, con le cotture e cura l’estetica del piatto, che ben si combina al mood del locale, che è anche una galleria d’arte, con allestimenti che cambiano periodicamente.

Un ristorante di soli 22 posti: la sala è nelle mani del metre Cristian Moreno, che suggerisce abbinamenti non solo con il vino, ma anche con cocktail preparati da lui.

 

Cosa si mangia da My Seacret

Cocktail - My Seacret
Cocktail – My Seacret

Il menù attualmente disponibile ha l’impronta “fusion” anche in alcuni nomi dei piatti.

Si inizia con Unagi, l’anguilla alla griglia laccata con salsa teriyaki e kabayaki, crema di cipolle sotto sale e barbabietola.

Unagi, l’anguilla alla griglia laccata con salsa teriyaki e kabayaki, crema di cipolle sotto sale e barbabietola -My Seacret
Unagi, l’anguilla alla griglia laccata con salsa teriyaki e kabayaki, crema di cipolle sotto sale e barbabietola -My Seacret

Poi Peas & love, la seppia e il suo nero, servita con i piselli in tre consistenze.

Peas & love, la seppia e il suo nero, servita con i piselli in tre consistenze - My Seacret
Peas & love, la seppia e il suo nero, servita con i piselli in tre consistenze – My Seacret

Back to the past-a, ottimo primo piatto di mezze maniche di Gragnano con ragù di gallinella di mare, vongole veraci, aria marina e limone candito. I° maggio, il merluzzo nero salato in casa, fave, pecorino e pancetta.

Back to the past-a -. My Seacret
Back to the past-a -. My Seacret
I maggio, il merluzzo nero salato in casa, fave, pecorino e pancetta - My Seacret
I maggio, il merluzzo nero salato in casa, fave, pecorino e pancetta – My Seacret

Il Bloody Mary da mangiare, ed infine il Fior di fragola, composto da un bisquit al limone, fragoline di bosco al maraschino e pepe sansho, gelato alla fragola, spuma e cialde di latte.

Bloody Mary da mangiare - My Seacret
Bloody Mary da mangiare – My Seacret
Fior di fragola, composto da un bisquit al limone, fragoline di bosco al maraschino e pepe sansho, gelato alla fragola, spuma e cialde di latte - My Seacret
Fior di fragola, composto da un bisquit al limone, fragoline di bosco al maraschino e pepe sansho, gelato alla fragola, spuma e cialde di latte – My Seacret

Oltre al gusto, la cucina di My Seacret ci piace perché mescola tecniche e idee, ottenendo risultati creativi, insoliti e sperimentali, senza perdere di vista gli ingredienti locali e il richiamo ai piatti iconici di Napoli.

 

My Seacret Napoli
Via Chiatamone, 31
Aperto la sera, la domenica a pranzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.