Nero d’Avola Sicilia Doc 2018 – Baglio Chitarra | Vino arrivato secondo a Radici del Sud 2019

29/9/2019 1.9 MILA
Nero d'Avola 2018 Baglio Chitarra
Nero d’Avola 2018 Baglio Chitarra

di Enrico Malgi

Sulle orme della vecchia azienda vinicola, che ha visto la luce nel lontano 1914, è stato intrapreso un virtuoso percorso di totale restyling nel 2012 del Baglio Chitarra di Marsala. Gli oltre 200 soci di questa Cantina Sociale, i quali coltivano 600 ettari vitati, possono portare a produzione circa 500.000 bottiglie l’anno prevalentemente confezionate con uva rossa locale ed internazionale di ottima fattura, allevata in un vocato areale nel nord-ovest della Sicilia, che comprende Mazara del Vallo, Trapani, Salemi e Marsala.

Controetichetta Nero d'Avola 2018 Baglio Chitarra
Controetichetta Nero d’Avola 2018 Baglio Chitarra

Come capita spesso in questi casi, l’ampia produzione è contrassegnata comunque da segnali di assoluta eccellenza, tanto è vero che le etichette aziendali riescono a spuntare prestigiosi premi, com’è capitato anche nel 2019 all’ultima edizione di Radici del Sud, laddove l’etichetta Nero d’Avola Sicilia Doc 2018 ha strappato alla giuria dei Wine Writers un meritato si per la conquista del secondo posto assoluto.

Nero d’Avola in purezza lavorato in acciaio, maturato in barriques di rovere francese per sei mesi e poi elevato in vetro per tre mesi. Gradazione alcolica di tredici e mezzo.

Il colore nel bicchiere è connotato da un rosso rubino non troppo carico, ma splendente di gioventù. Tratto aromatico interessato subito da una sfilza di credibili profumi varietali che toccano le corde dell’ospitale e disponibile olfatto: ciliegia, fragola, ribes, prugna, fichi, mora, carruba, timo, salvia, pepe nero, cannella, vaniglia, tabacco, caffé ed incenso. Ma poi il naso si carica anche di essenze floreali prettamente territoriali. L’impatto del sorso sulla lingua è morbido e fresco, fine ed elegante, tagliente ed intrigante, sensuale e vellutato. Tannini che occhieggiano dalla soffitta. Palato sapido, tonico, rotondo, dinamico ed equilibrato. Il vino preferisce esibire leggerezza e linearità invece che potenza e corposità. Questo anche a motivo di una stagione molto piovosa. In questo modo il vino risulta essere più beverino ed immediato e soltanto leggermente esile nel finale, comunque godibile. Migliorerà col tempo. Per adesso lo vedo bene in abbinamento con carne più bianca che rossa e salumi e formaggi della tradizione siciliana.

Sede a Marsala (Tp) – Piazza Piemonte e Lombardo, 10
Tel e Fax 0923 1858044 – 713108
[email protected]www.cantinachitarra.it
Enologo: Antonino Catalano – Direttore Tecnico: Giacomo Salvatore Manzo
Ettari vitati: 600 – Bottiglie prodotte: 500.000
Vitigni: Nero d’Avola, Frappato, Nerello Mascalese, Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero, Syrah, Grillo, Catarratto, Inzolia, Zibibbo, Fiano, Pinot Grigio, Chardonnay, Sauvignon Blanc e Viognier.