Pasticceria Angelo Vignola a Solofra: due dolci ottengono il riconoscimento Pat (Prodotti Artigianali Tradizionali)

21/3/2021 1.2 MILA
Pasticceria Vignola - gastronomico irpino
Pasticceria Vignola – gastronomico irpino

di Marco Contursi

Angelo Vignola, è pasticciere di lungo corso, di Solofra, in provincia di Avellino. E soprattutto, una persona perbene. Gli sono affezionato. Il figlio Raffaele, ne ha seguito le orme e portato a vette altissime, l’arte della lievitazione, con colombe e panettoni che ottengono, ormai da anni, successi lusinghieri in guide e classifiche. E che, cosa più importante, sono molto buoni.

Raffaele Vignola
Raffaele Vignola

E finalmente, dopo anni, è arrivato un importante riconoscimento anche dal Ministero delle politiche agricole che ha incluso, ben due dolci fatti da loro, nell’elenco dei PAT ( prodotti, agroalimentari tradizionali), ossia produzioni legate a un territorio e con una storia di almeno 25 anni.

Angelo Vignola, da giovane
Angelo Vignola, da giovane

E piace ricordare che la Campania si conferma la regione col numero maggiore di PAT (569), seguita dal Lazio e dalla Toscana.

Ma quali queste due specialità dolciarie, da sempre nel banco della pasticceria Vignola? L’antico bignè di Solofra e il cannolo irpino.

Pasticceria Vignola - bigne mignon
Pasticceria Vignola – bigne mignon
Pasticceria Vignola - cannolo irpino
Pasticceria Vignola – cannolo irpino

La particolarità del primo sta nella ricetta della crema, solo uova di gallina allevate all’aperto e un goccio di liquore strega, per una crema, a metà strada da quella pasticcera e quella chantilly, che all’assaggio rivela una sorprendente bontà. Il bignè può essere grande e piccolo, e soprattutto in quest’ultimo formato, uno tira l’altro. Molto particolare pure il cannolo irpino, fatto con olio di ravece, ricotta di pecora di Carmasciano, nocciole avellane, fichi canditi in proprio di San Mango sul Calore e vino aglianico. Un prodotto che parla dell’irpinia dal primo all’ultimo ingrediente.

Pasticceria Vignola - pastiera Irpina
Pasticceria Vignola – pastiera Irpina

E dell’irpinia Raffaele Vignola è fiero ambasciatore e non perde occasione di usarne le specialità alimentari nei suoi dolci. Nasce così la pastiera irpina, che a differenza di quella partenopea usa grano cotto locale di risciola, ricotta di pecora e fichi al posto delle scorzette di agrumi o il gastronomico irpino, prodotto lievitato, con pancetta, capicollo, soppressata, (aziende Biancaniello e Giovanniello) e caciocavall irpino (Carmasciando).

Pasticceria Vignola - bigne' grande
Pasticceria Vignola – bigne’ grande

Una pasticceria che merita sicuramente di essere visitata, fuori dai grandi circuiti turistici. Se poi provate i loro torroncini, con mandorle di Toritto…..

Via Giuseppe Maffei, 33, 83029, Solofra AV
Tel: +39 0825 58 10 69

4 commenti

    Marco Galetti

    Oggi al telefono ho vinto mezzo bignè grande, è bello sentirsi in credito, prepara il costume da immersione…

    21 marzo 2021 - 14:48

      Marco Contursi

      Se non scendi, non hai nulla. E se temi il virus, ricorda il proverbio: chi ten paura, nun se cocca co e femmene belle.

      21 marzo 2021 - 14:59

    Mondelli Francesco

    E tre.Foto dell’Italia così com’è:tre a scrivere di dolci pasta pane e vino ed un solo lettore che pero ha dalla sua la fortuna di mangiare e bere se non meglio di sicuro più di tutti e tre .FM

    21 marzo 2021 - 15:05

    Enrico Malgi

    Insomma qui non si finisce mai di stupire. Però vuoi mettere quando è presente fisicamente il toscano-milanese-brianzolo.

    21 marzo 2021 - 18:22

I commenti sono chiusi.