Pasticceria Nobile, dolci artigianali a Castellammare di Stabia

12/11/2017 8.7 MILA
Pasticceria Nobile - Emilia D'arienzo
Pasticceria Nobile – Emilia D’Arienzo

di Marco Contursi
Natale si avvicina e io inizio un viaggio tra le pasticcerie meno note. Con la scusa di parlare dei loro panettoni, scopriremo altre loro specialità e soprattutto tanti giovani appassionati del proprio lavoro, a cui un po’ di notorietà in più fa solo bene.

Inizio con un posto che mi è caro, poiché fa una delle brioche più buone che io abbia mai assaggiato. Siamo alla pasticceria Nobile sul lungomare di Castellammare di Stabia, finalmente restaurato. Qui è possibile fare colazione con una vista spettacolare che spazia da Napoli al Monte Faito, con Capri proprio di fronte. Qui Alessandro Izzo e Emilia D’Arienzo, compagni di lavoro e nella vita, hanno aperto la loro pasticceria dopo un corso alla prestigiosa scuola Dolce e Salato. Da subito Alessandro si è distinto per l’abilità nei lievitati, la brioche è una nuvola di nome e di fatto. Impalpabile. Molto buoni  pure i cornetti e gli altri dolci mattutini.

Pasticceria Nobile - Alessandro Izzo
Pasticceria Nobile – Alessandro Izzo

Emilia invece ha approfondito il discorso della lavorazione artistica dello zucchero e certe sue creazioni, lasciano a bocca aperta.

Pasticceria Nobile - fiore di zucchero
Pasticceria Nobile – fiore di zucchero

Il banco dolci è sempre fornito, e tante le specialità che si possono degustare, dai mignon, alla pasticceria secca, al cioccolato.

Pasticceria Nobile - vetrina assortita
Pasticceria Nobile – vetrina assortita
Pasticceria Nobile - prima colazione
Pasticceria Nobile – prima colazione

Natale, tempo di tradizioni e Alessandro, accanto a mostaccioli e roccocò, che ci raccontano la campania delle feste, non poteva non cimentarsi nel panettone.

Pasticceria Nobile - albicocche del Vesuvio
Pasticceria Nobile – albicocche del Vesuvio

Lievito madre, burro, vaniglia a bacche del Madagascar e una lievitazione di 36 ore per un dolce sofficissimo e molto goloso. A me è piaciuto molto, anche perché ho assaggiato la versione con albicocche del Vesuvio e cioccolato Valrhona.

Pasticceria Nobile - impasto
Pasticceria Nobile – impasto
Pasticceria Nobile - panettoni appena impastati
Pasticceria Nobile – panettoni appena impastati
Pasticceria Nobile - panettoni a testa in giu
Pasticceria Nobile – panettoni a testa in giu

Tante le tipologia che sotto Natale sarà possibile trovare: classico, cioccolato al latte, pistacchio, frutti di bosco, e altri ancora. Il Prezzo è di 28 euro al kg per quello classico e 32 per quelli speciali.

Pasticceria Nobile - panettone
Pasticceria Nobile – panettone

Conobbi casualmente Alessandro, de anni fa, appena aprì e mi colpì la sua determinazione e dedizione al lavoro. A soli 25 anni, gestire una pasticceria in un lungomare , che allora era un cantiere aperto, non è da tutti. Lavorava 16 ore al giorno, per dar vita al suo sogno di una pasticceria di qualità e oggi può dire di esserci riuscito.

E sogno nel sogno, sta per diventare papà. Andare a trovarlo per comprare il suo panettone, vuol dire assaggiare dolci veramente ben fatti e aiutarlo ad alzare sempre più l’asticella della sua arte. In cambio farete colazione con una brioscina leggera come una nuvola, guardando le bellezze del Golfo di Napoli. Mica male, no?

Pasticceria Nobile - torta creativa
Pasticceria Nobile – torta creativa

Pasticceria Nobile
Corso Garibaldi 116 Castellammare di Stabia (NA)
tel 0818717544

10 commenti

    Marco Galetti

    (12 novembre 2017 - 11:15)

    Una delle brioche più buone che abbia mai visto porgere, il sorriso di Emilia vale il viaggio, complimenti a parte, nel ringraziarti per questo post ricco anche di belle immagini, segnalo che il tuo FUFBLOGGER su a Nord, pieno di limiti, non ha mai assaggiato le albicocche del Vesuvio…

    Enrico Malgi

    (12 novembre 2017 - 13:33)

    Caro Marco se l’avessi saputo te le avrei portate io personalmente. Approfitto qui per ringraziarti della sempre gentile accoglienza, generosità e disponibilità. Per l’altro Marco nazionale, ormai non finisce mai di stupire.

      marco contursi

      (12 novembre 2017 - 14:04)

      Le proverai…..sto pianificando una gastrospedizione…..magari fai tu prima….Enrico ci vediamo dalle nostre parti per un bicchiere insieme…

    Dida

    (12 novembre 2017 - 15:03)

    Peccato che quando ho provato ad assaggiarla ho sentito solo un forte odore e sapore di lievito… sarò stata sfortunata…

    Marco contursi

    (12 novembre 2017 - 20:24)

    Sarà capitata una poco cotta,a volte può capitare purtroppo.

    alberto

    (13 novembre 2017 - 10:50)

    PANETTONI CARISSIMI…PER una pasticceria sconosciuta….

      Marco contursi

      (13 novembre 2017 - 15:01)

      Il prezzo delle materie prime è indipendente dal blasone di chi le compra.La vaniglia ha raggiunto prezzi assurdi e il lavoro,i costi di affitto vogliamo metterli?

    Dino

    (13 novembre 2017 - 14:56)

    Un solo sapore burro

    Dino

    (13 novembre 2017 - 14:57)

    Si sente solo burro la vera nuvola non è questa e poi costa

    alberto

    (13 novembre 2017 - 15:26)

    carissimo non sono d’accordo…sono convinto al 100% che i ricavi al netto delle spese da te indicate siano molto elevati; perché non uscire con dei prezzi un po più bassi??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *