La pizza di Ciro Oliva nel cuore del Cilento, da Zero a Vallo della Lucania

16/12/2016 1 MILA
Paolo De Simone e Ciro Oliva
Paolo De Simone e Ciro Oliva

di Enrico Malgi

Appena poco tempo fa il giovane e talentuoso pizzaiolo napoletano Ciro Oliva è assurto agli onori nazionali, ricevendo il premio dal Gambero Rosso per il 2017 per la “migliore pizza d’Italia”. Titolare insieme col padre Tonino della Pizzeria Concettina ai Tre Santi al rione Sanità nel cuore della vecchia Napoli, Ciro, vero enfant prodige, dal carattere volitivo e guascone e pronipote della famosa “Concettina”, ha sbaragliato il campo con una pizza inventata da lui stesso, ‘O Rraù.

Ciro Oliva
Ciro Oliva
Paolo De Simone al lavoro
Paolo De Simone al lavoro
Pizzeria da Zero Brigata al lavoro
Pizzeria da Zero Brigata al lavoro
Pizzeria da Zero Forno a legna di Ferrara
Pizzeria da Zero Forno a legna di Ferrara

Frutto di un’azzeccata combinazione tra la ricca tradizione gastronomica napoletana e l’incessante ricerca delle materie prime di assoluta qualità, come la ricotta di fuscella di bufala, il pomodoro passato San Marzano Dop, carne di maiale e di manzo di prima scelta, sugna, pepe, basilico ed una spruzzata di Parmigiano Reggiano, una vera bontà che ricorda davvero il vero ragù napoletano.

Pizzeria da Zero Pizza 'O Ragu
Pizzeria da Zero Pizza ‘O Ragu

La storia della famiglia Oliva inizia nel 1951 quando Concettina apre una pizzeria al rione Sanità vicino all’edicola che venerava la Madonna, Sant’Anna e San Vincenzo, i tre Santi appunto, proponendo la classica pizza fritta e, come usava allora, permettendo ai suoi affezionati clienti di pagare anche dopo otto giorni. Dopo tanti anni, poi, con Ciro si è ripresa anche la vecchia tradizione della “pizza sospesa”, cioè l’avventore paga un’altra pizza per un possibile e successivo fruitore che non se la può permettere, così come si fa solitamente al bar per il caffé. Nel corso degli anni la pizzeria ha funzionato meravigliosamente, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove il talento di Ciro ha consolidato e perfezionato un successo continuo ed esponenziale.

Eccellenza per eccellenza, Ciro ha voluto omaggiare una pizzeria collocata fuori dal circuito metropolitano di Napoli, ma che dopo appena un anno e mezzo dalla sua nascita è diventata un sicuro punto di riferimento per tutto il Cilento e della stessa Campania: Pizzeria da Zero a Vallo della Lucania, dei tre moschettieri Paolo De Simone, Giuseppe Boccia e Carmine Mainenti. E così Paolo e Ciro, coadiuvati dai rispettivi staff, hanno pensato di regalare una serata importante ai goumet vallesi, preparando a quattro mani alcune loro pregiate pizze, insieme con altre specialità cilentane, alla presenza di un pubblico numeroso ed entusiasta.

Paolo ha fatto assaggiare prima i Calzoncelli ripieni di baccalà, borragine e olive e poi gli Arancini con pomodoro San Marzano Dop, riso, salsiccia cilentana e formaggi. E poi c’è stata un’alternanza di pizze speciali.

Pizzeria da Zero Calzoncello
Pizzeria da Zero Calzoncello
Pizzeria da Zero  Arancino
Pizzeria da Zero Arancino
Pizzeria da Zero Pizza Cilentana ai grani antichi
Pizzeria da Zero Pizza Cilentana ai grani antichi
Pizzeria da Zero Pizza Marinara
Pizzeria da Zero Pizza Marinara
Pizzeria da Zero Ripieno del Calzoncello
Pizzeria da Zero Ripieno del Calzoncello

Dapprima la classica Marinara di Ciro, preparata con pomodoro San Marzano Dop, origano, aglio bianco dell’Ufita ed olio evo. Subito dopo Paolo ha proposto la Pizza Cilentana ai grani antichi, condita con sugo cilentano, cacioricotta di capra, basilico ed olio evo.

Pizzeria da Zero Pizza dell'alleanza
Pizzeria da Zero Pizza dell’alleanza

Ciro ha risposto con il suo asso nella manica:’O Rraù già descritto. Paolo ha controbattuto con la Pizza dell’Alleanza, ricca di mozzarella nella mortella, broccolo locale, alici di menaica, olive ammaccate Salella, cacioricotta di capra cilentana ed olio evo delle Colline Cilentane. Un vero must per un inno alla cilentanità! Per dessert è stato servito il Cannolo cilentano ripieno di crema pasticcera. Da bere sono stati serviti i vini dell’azienda Cobellis di Vallo della Lucania, insieme con quelli dell’azienda San Giovanni di Castellabate e alle birre artigianali del Birrificio Fiej di Castelnuovo Cilento.

Pizzeria da Zero Cannoli cilentani
Pizzeria da Zero Cannoli cilentani

A concludere questo grande rendez-vous c’è stata poi la presentazione del libro La Pizza – Una Grande Tradizione Italiana, edita da Slow Food, in cui non potevano mancare certamente gli inserimenti delle pizzerie sia di Ciro e sia di Paolo.

Pizzeria da Zero Libro di Slow Food sulla Pizza
Pizzeria da Zero Libro di Slow Food sulla Pizza
Pizzeria da Zero Premio da parte di Slow Food
Pizzeria da Zero Premio da parte di Slow Food

Una bella serata davvero, trascorsa all’insegna del divertimento ed in compagnia di ottime pizze, molto apprezzata dal folto pubblico, che ha pagato appena 20,00 euro! C’è solo da aggiungere che nel confronto con la rinomata pizzeria napoletana Zero non ha certamente sfigurato!

Programma alla Pizzeria da Zero
Programma alla Pizzeria da Zero

 

Foto di Enrico Malgi

Pizzeria da Zero
Via Angelo Rubino, 1 – Vallo della Lucania
Tel. 0974 717387
Aperta tutte le sere e dal lunedì al venerdì anche a pranzo

Pizzeria Concettina ai Tre Santi
Via Arena della Sanità, 7 – Napoli
Tel. 081 290037 – www.pizzeriaoliva.it