Progetto per ristoranti e trattorie RistoBank di Engenia srl: pagate ora in Ristocoin e avrete la rivalutazione del 40% del valore di acquisto assicurato

24/3/2020 1.5 MILA
Progetto RistoBank di Engenia S.r.l.
Progetto RistoBank di Engenia S.r.l.

di Sandro Romano

Il virus Covid-19 costringe l’Italia, ormai da lungo tempo, ad una crisi che rischia di arrecare gravi danni all’economia, particolarmente in settori come il turismo e la ristorazione.
Questi settori rischiano di trascinare in affanno tutto l’indotto come le aziende agricole, vitivinicole, i pastifici, la pesca, i piccoli produttori locali e, a catena, tutti i loro dipendenti. Con la ristorazione si ferma un giro d’affari e un indotto del valore di svariati milioni di euro.
Oltre agli auspicati aiuti governativi è necessaria, quindi, un’azione concreta, che consenta alle imprese di ripartire con maggior spinta e rinnovato entusiasmo, una sorta di abbraccio simbolico di tutta la collettività che abitualmente fruisce dei servizio di ristorazione.
La società Engenia S.r.l di Fano, società di marketing enogastronomico e comunicazione, ha così ideato il progetto “RistoBank”, sviluppando una moneta virtuale, i “RistoCoin”, concepita per sostenere i ristoranti in tempi di Coronavirus.
L’iniziativa, nata da un’idea di Giovanni Mastropasqua, consiste nel consentire l’acquisto di pranzi e cene in anticipo, ricevendone contestualmente un valore del 40% in più, da utilizzare in un secondo momento alla riapertura dei ristoranti dopo l’emergenza Coronavirus.

Progetto RistoBank di Engenia S.r.l.
Progetto RistoBank di Engenia S.r.l.

Si tratta di fatto di una moneta digitale che permette ai ristoratori di contare su nuova liquidità in anticipo rispetto a quella che sarà per tutti una difficile ripresa, mentre i clienti utilizzatori potranno così acquistare pasti di un valore di molto superiore nel momento in cui andranno a spenderli.
Ognuno di noi potrà, quindi, contribuire fattivamente al rilancio del settore ristorazione.
Come acquistarli? Semplice. Basta collegarsi all’interno del portale www.ristocoin.it  e, accedendo all’interno del proprio ristorante preferito, si potranno acquistare liberamente da 10 fino a 200 euro in RistoCoin, facendo così una reale promessa di acquisto e ricevendo in cambio il 40% di valore in più rispetto a quanto versato.
“L’ecosistema finanziario che ruota attorno alla ristorazione rischia il collasso, soprattutto se non arriveranno tempestivi e ingenti interventi governativi – sostiene Giovanni Mastropasqua, ideatore del progetto – e proprio per questo nasce questa iniziativa volta a lanciare un concreto segnale di ottimismo e offrendo così una boccata di ossigeno al settore attraverso l’immissione di nuova liquidità”
“Un po’ come acquistare delle obbligazioni – spiega Giovanni Blasi, direttore tecnico del progetto – che, però, garantiscono un’immediata rivalutazione del 40% al sottoscrittore, cioè il futuro cliente.
I Ristocoin saranno distribuiti sotto forma di codici da riscuotere alla riapertura degli esercizi nel momento dell’utilizzo”.

Come funziona RistoBank: tempi e modi di applicazione
Ci si deve collegare al sito www.ristocoin.it e individuare il ristorante che si intende sostenere. All’interno di ciascuna vetrina, si può scegliere il taglio dei RistoCoin che si preferisce acquistare: i pacchetti disponibili vanno dai 10 ai 200 euro. Una volta effettuato il pagamento del taglio scelto, il cliente si ritroverà nel proprio profilo personale un saldo RistoCoin con un plusvalore di +40%. Acquistando il taglio da 50 euro, ad esempio, si riceveranno di fatto 70 RistoCoin che, alla riapertura dei ristoranti, avrà il potere di acquisto pari a 70 euro.

Come aderire al progetto se si possiede un ristorante
I ristoranti interessati possono registrarsi gratuitamente a questo indirizzo https://www.ristocoin.it/contattaci/

Gli ideatori del progetto, gli stessi che hanno ideato Oraviaggiando.it
Engenia S.r.l. è un’azienda di Fano, un’agenzia di comunicazione che si occupa di marketing enogastronomico, ed è già nota per aver sfidato in passato il colosso Tripadvisor con il portale Oraviaggiando, che si occupa di enogastronomia, e con il relativo sistema di verifica delle recensioni con scontrino, tanto reclamato dal mondo turistico e mai sviluppato dall’azienda americana. I soci fondatori di Engenia, Giovanni Mastropasqua (Direttore Marketing) e Giovanni Blasi (Direttore tecnico web), da circa 10 anni lavorano a stretto contatto con il mondo turistico italiano e in molte occasioni hanno dato prova di conoscere le dinamiche esistenti tra clienti e operatori del settore, aiutando moltissimi loro clienti a crescere professionalmente. Credono fortemente nel progetto RistoBank come valido aiuto per cominciare a far rialzare l’economia delle imprese enogastronomiche italiane.