Il Caracol a Bacoli, sconsiderata bellezza e la Michelin a rischio buco

2/11/2017 16.4 MILA
Uno scorcio della vista

di Barbara Guerra

Caracol in spagnolo significa lumaca e qui è anche il decoro che segna l’intera linea dell’arredamento di questo piccolo ristorante affacciato sul mare.

Siamo a Bacoli, si arriva all’hotel Cala Moresca per parcheggiare poi una navetta sempre pronta conduce gli ospiti attraverso uno stretto sentiero fino al ristorante. Lo sguardo è colpito da un bellissimo panorama con una vista particolareggiata sulla cala che da il nome alla zona, Moresca, appunto, e sull’isola di Procida.

Ciro Sannino, sommelier e maître di lungo corso ci accoglie in una sala piccola e curata con una ventina di posti, una vetrata ci mostra i movimenti precisi della brigata guidata dallo chef Angelo Carannante che proviene da belle cucine campane, su tutte quella di Paolo Barrale al Marennà. Aperto da poco più di un anno oggi rappresenta una bella novità nella ristorazione d’autore dell’area a nord di Napoli.

Un servizio veloce e leggero guida gli ospiti alla scoperta di un menù che non nasconde pezzi di pura golosità già dall’aperitivo leggero e divertente, poi l’insalata di mare e la lampuga fritta, entrambi piatti ben eseguiti, d’ispirazione classica con l’aggiunta di personalità.

Caracol, Risotto con ostriche, finocchietto marino e arance

Tra i primi noto in carta delle paste secche che sembrano molto invitanti come la pasta mista con ceci, baccalà e tonno fresco e gli spaghetti alle vongole, provola e friarielli. Ho optato però per un menù degustazione che prevede il risotto. Ben fatto nella tecnica e dal gusto iodico e fresco, molto ispirato al luogo con il finocchietto marino e l’agrume che rafforzano il trait d’union con il paesaggio all’interno del quale siamo completamente immersi. Scappa solo un po’ la cottura.

Anche sui secondi notiamo leggerezza e sostanza. Bella anche la linea dei dessert di stampo contemporaneo.

Caracol, ricciola con verdure e maionese al sapore di brace

In generale si apprezza di questi piatti la pulizia estetica e gustativa, equilibrio nell’insieme ma al contempo si riconosce cosa si sta mangiando. Pochi ingredienti e niente pasticci formaggiosi ad addolcire per forza tutto. Questo è quello che mi è piaciuto oltre al fatto che il posto vale senza dubbio l’ingresso tra i ristoranti con la vista più bella della Campania.

Caracol, Angelo Carannante e Mario Milo
Caracol, Angelo Carannante e Mario Milo

 

Caracol a Bacoli
Via faro 44 Bacoli (na)
Tel. 081 523 3052 www.caracolgourmet.it

Caracol
Caracol

Un commento

    Francesco Mondelli

    (3 novembre 2017 - 15:00)

    Non solo il corpo con buon cibo ma anche l’anima (mediterranea) con vista e arredo e che valgono se non il viaggio di sicuro una deviazione.Non lo conoscevo,ma da secchione del Wine e Food prendo nota e mi attrezzo per un’eventuale interrogazione a sorpresa.Ad maiora da Francesco Mondelli.

I commenti sono chiusi.