Ristorante “Sapori” a Benevento, dove i prodotti del Sannio vengono esaltati dall’estro dello chef Matteo Pastore

12/2/2021 1.6 MILA

di Tiziano Terracciano

In una giornata quasi primaverile di inizio febbraio ci vien voglia di raggiungere la città di Benevento e fare lunghe passeggiate tra le sue bellezze. Prima tra lo scroscio dell’acqua del fiume Sabato e la natura che circonda l’antico Ponte Leproso, poi tra la villa comunale, il corso e i vicoli del centro cittadino.

Scorci di Benevento
Scorci di Benevento

Dopo aver attraversato tutto il corso principale ci addentriamo tra i vicoletti dell’antico rione Triggio, nei pressi del Teatro Romano e di Port’Arsa, e mentre scrutiamo i dettagli della storia e della vita quotidiana che anima questo posto ci ritroviamo davanti al portone di ingresso di questo ristorante ricavato in un antico stabile nel quale è stata allestita una bella sala con soffitto a volte che poggiano su preesistenti colonne con incisioni del 1697.

Scorci di Benevento
Scorci di Benevento

Il fatto che lo chef Matteo Pastore sia anche il proprietario e che la moglie si preoccupi che in sala vada tutto bene, è un’ulteriore garanzia che venga dato il meglio nella cucina a vista, dove vengono preparati piatti partendo da materie prime di eccellenza del territorio Sannita reperiti con contatti diretti con i fornitori.

Sapori - ingresso e sala
Sapori – ingresso e sala

Nel menù comunque non manca qualche originale proposta di pesce per accontentare gli avventori locali che vogliano variare oltre il tema Sannio.

Sapori - entree - polpettina di baccala' su crema di cavolfiore
Sapori – entree – polpettina di baccala’ su crema di cavolfiore
Sapori - l'aperitivo
Sapori – l’aperitivo

Per primo assaggiamo i gustosi Fusilli con genovese di suino di razza Casertana e fonduta di Caciocavallo di Castelfranco in Miscano (9 euro); e un raro fuori-menù del giorno: le Mezze Maniche con ragù di Lingua di Vitello e ricotta secca di latte di Pezzata Rossa della Fattoria Savoia di Roccabascerana (10 euro).

Sapori - Fusilli alla Genovese di maialino nero casertano con fonduta di Caciocavallo di Castelfranco in Miscano
Sapori – Fusilli alla Genovese di maialino nero casertano con fonduta di Caciocavallo di Castelfranco in Miscano
Sapori - mezze maniche Rummo al Ragu' di lingua di vitello
Sapori – mezze maniche Rummo al Ragu’ di lingua di vitello

Essendoci tra i fuori-menù del giorno i Tagliolini con il Tartufo nero, raccolto tra i territori di Pannarano e Cervinara, abbiamo chiesto se fosse stato possibile assaggiare quel tartufo in un secondo piatto.

Senza titubanze la nostra voglia viene soddisfatta alla grande con uno Scamone (di Vitellone bianco dell’Appennino centrale di razza Marchigiana igp allevato a San Giorgio la Molara) servito con il suo fondo di cottura aromatizzato al tartufo fresco e ricoperto da lamelle dello stesso (16 euro con contorno di friarielli).

Sapori - Scamone al Tartufo
Sapori – Scamone al Tartufo
Sapori - la Marchigiana igp del Sannio
Sapori – la Marchigiana igp del Sannio
Sapori – certificato delle carni

L’altro secondo lo scegliamo tra le righe degli antipasti: Polpettine di salsiccia rossa della Fattoria Muccio di Castelpoto su vellutata di cime di rapa e crema all’aglio (8 euro).

Sapori - polpettine di salsiccia rossa di Castelpoto su crema di broccoli
Sapori – polpettine di salsiccia rossa di Castelpoto su crema di broccoli

I pani, così come i tarallini al vino rosso e i grissini al rosmarino, sono fatti in proprio con l’utilizzo di lievito madre.

Sapori - i pani di produzione propria
Sapori – i pani di produzione propria

La carta dei vini, già ricca di proposte Campane, è in fase di ampliamento. Per il pranzo prendiamo due calici (4 euro cad.) di Aglianico del Taburno dell’azienda vitivinicola Nifo Sarrapochiello di Ponte (BN).

Sapori - l'Aglianico del Taburno Nifo
Sapori – l’Aglianico del Taburno Nifo

I buoni propositi, confermati dalla maestria nelle realizzazioni, li si possono già percepire leggendo quella che vuole essere la filosofia del locale. Filosofia che ne ha ispirato anche il nome:

Sapori - un antico PizziPapero
Sapori – un antico PizziPapero

SAPORI da ricercare, attraverso le valli, i fiumi
e i monti del nostro amato Sannio.
SAPORI da tramandare con la voce, tornita dal tempo,
dei nostri padri e delle nostre madri.
SAPORI da capire, da perderci la testa,
da starci a ragionare notti e notti.
SAPORI da far evolvere, perchè l’unico modo di portare avanti
una tradizione è farla evolvere nel tempo.
SAPORI da vivere, gustare, amare, in una cornice senza tempo,
il quartiere medievale di Benevento.”

Ristorante Sapori
Via San Cristiano 82
82100 Benevento
Tel. 371 4285 928
https://ristorantesapori.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.