Ristoranti, vino, pizza e comunicazione: ecco le donne che comandano in Italia secondo TheFork

2/3/2021 1.6 MILA

TheFork ha chiesto ai suoi utenti anche quali fossero a loro parere le donne più influenti del settore food basandosi su diverse classifiche preesistenti.

Antonia Klugmann (foto Mattia Mionetto Photographe)
Antonia Klugmann (foto Mattia Mionetto Photographe)


Per la categoria Chef stellate della Guida MICHELIN

Antonia Klugmann, L’Argine di Vencò, Dolegna del Collio (19%);
Cristina Bowerman, Glass Hostaria, Roma (9%);
Rosanna Marziale, Le Colonne, Caserta (7%).

Benedetta Rossi
Benedetta Rossi


Per la categoria food influencer:

Benedetta Rossi (32,8%);
Benedetta Parodi (28,6%);
Chiara Maci (11,7%).

Per la categoria wine influencer:
Wine lovers Italy (15%)
Wineteller (10%)
Arianna Franciacorta by Arianna Vianelli (8,8%).


Per la categoria imprenditrici e manager del settore:

Maria Franca Ferrero, Presidente Ferrero e Fondazione Ferrero, Ferrero Italia (31,8%);
Marina Sylvia Caprotti, Presidente Esecutivo, Esselunga (17,6%);
Francesca Lavazza, Imprenditrice e Board Member, Lavazza (14%).


Per la categoria pasticciere:

Debora Massari (55,6%)
Stella Ricci (13%);
Marta Boccanera (7%).

Teresa Iorio
Teresa Iorio


Per la categoria pizzaiole:

Teresa Iorio, Rossopomodoro LAB, Napoli (19%); Maria Cacialli, La Figlia del Presidente, Napoli (15%); Isabella de Cham, 1947 Pizza Fritta, Napoli (11%).


A fronte della domanda non guidata su quale fosse la donna del food più influente in italia, gli utenti hanno risposto per la maggioranza Benedetta Rossi, Antonia Klugmann, Benedetta Parodi, mentre gli operatori del settore hanno menzionato soprattutto le Chef Nadia Santini, Cristina Bowerman e Antonia Klugmann. 

2 commenti

    Antonio

    Si sono scordati la Bowerman.

    10 marzo 2021 - 08:37Rispondi

    Antonio

    No, non se la sono dimenticata.

    10 marzo 2021 - 08:39Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.