Sannio e Vesuvio al Prowein di Dusseldorf

17/3/2018 764

Il Sannio Consorzio Tutela Vini e il Consorzio Tutela Vini Vesuvio protagonisti all’edizione 2018 del ‘Prowein’, la fiera internazionale dedicata al mondo dei vini e dei distillati in programma dal 18 al 20 marzo prossimi a  Düsseldorf. Un appuntamento di grande interesse, tra i più importanti eventi del settore enologico a livello mondiale, aperto solo ad un pubblico specializzato. Il ‘Prowein’ attira nella cittadina tedesca migliaia di addetti ai lavori da ogni parte del mondo. La scorsa edizione – che ha ospitato ben 6.600 espositori, provenienti da oltre 300 territori di produzione di 60 Paesi diversi – è stata visitata da circa 60.000 operatori provenienti soprattutto, oltre che dalla Germania, da America, Asia, Est Europa, Francia, Scandinavia e Regno Unito.

Saranno dieci le cantine sannite sotto il simbolo del Consorzio che parteciperanno all’evento, ospitate nell’area della Regione Campania (Hall 16 –  A61): Capolino Perlingieri, Fontanavecchia, La Guardiense, Rotola, Sole di Pietrefitte, Torre del Pagus, Terre Stregate, Cantina di Solopaca, La Fortezza, Rossovermiglio.

Cinque, invece, le aziende vesuviane in trasferta con il Consorzio, alla sua prima apparizione alla fiera tedesca (ospitate nello stesso spazio): Azienda vinicola Sorrentino, Cantine Olivella, Casa Setaro, De Falco Vini, Nocerino Vini.

«Ancora una volta – dichiara Libero Rillo, presidente del Consorzio Sannio –  puntiamo con convinzione sulla fiera di Düsseldorf, che rappresenta non solo il luogo principe per il mercato tedesco, ma punto di riferimento per gli operatori del settore di diversi paesi del continente europeo. Il Prowine, che ha solo 25 anni di vita, è diventata la maggiore manifestazione europea del vino, piattaforma di riferimento per il prodotto vino nel mondo. Un successo senza limiti, premiato anche dalla soddisfazione delle aziende e degli operatori che vi partecipano. L’edizione dell’anno scorso ha infatti registrato il concretizzarsi degli affari per il 60% del pubblico specializzato presente, mentre tra le cantine partecipanti ben una su due ha trovato nuovi fornitori. Si tratta, dunque, di una tappa assolutamente indispensabile nell’ambito della nostra agenda per la promozione dei vini sanniti».

Libero Rillo
Libero Rillo
Ciro Giordano
Ciro Giordano

«La decisione di puntare sul Prowien – dichiara Ciro Giordano, presidente del Consorzio Vesuvio – nasce anche dalla convinzione che la Germania può diventare un punto di riferimento sempre più importante per le nostre produzioni enologiche. Questa convinzione è rafforzata anche dai numeri. I dati del Wine Institute tedesco resi noti allo scadere del 2017 hanno infatti mostrato che, nonostante la battuta d’arresto nel mercato tedesco delle bevande registrata nel 2016, la voce del vino resta in positivo. I consumi di bevande alcoliche in Germania hanno subito un calo dell’1.3%, toccando la cifra di 133.7 litri pro capite. Ma se la birra è scesa da 106 a 104 litri pro capite, costituendo la principale responsabile di tale riduzione, per il vino i dati mostrano un consumo di 20.6 litri di vini fermi e 3.7 litri di vini spumanti pro capite: in totale parliamo di 20 milioni di ettolitri di consumo, in rialzo di circa 0.3 milioni di ettolitri rispetto ai dati del 2015. Questa convinzione diventa ancora più forte – conclude la guida del Consorzio Vesuvio – se consideriamo che proprio la Germania rappresenta il mercato europeo più importante per il vino del Bel Paese, in assoluto dietro per numero e valore solo a quello degli Stati Uniti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.