Ragu7su7, 40 indirizzi a Napoli dove mangiare oggi il ragù napoletano

4/3/2018 8.8 MILA
Settimana del ragù napoletano a Napoli!

Ragù 7 su 7
26 febbraio-4 marzo
La prima settimana del ragù napoletano nei 40 locali più amati della città

Inizia oggi la settimana dedicata a ragù napoletano organizzata da LucianoPignataroWineblog e Mysocialrecipe. A partire da oggi, sino a domenica, sarà sempre possibile trovare un ragù o un menù a base di ragù in 40 tra ristoranti e trattorie storie della città.
Decisamente il miglior modo per affrontare questa ondata di gelo che tocca anche Napoli. Con il pane o con la pasta, le polpette o le tracchie, le mille varianti che la fantasia del nostro popolo ha creato nel corso degli ultimi cento anni saranno raccontati dai 40 protagonisti
In ciascun locale ci sarà un angolo dedicato alla iniziativa con locandine e depliant e due prodotti simbolo del ragù: il pomodoro San Marzano di Solania e la carne di Sabatino Cillo. Partner, e non poteva essere diversamente, l’azienda Santacosta con la linea Don Andrea della famiglia Pagano, da quattro generazioni vinificatori a San Marzano sul Sarno, e la Birra Valsugana.
Ma non basta, sono previsti anche due momenti di approfondimento.
Il 28 febbraio al Pastabar Di Martino in Piazza Municipio alle 19 l’Ais terrà un seminario sull’abbinamento al ragù napoletano con il vino e la birra condotto da Tommaso Luongo e Gabriele Pollio con il vino Don Andrea di Santacosta e la birra Valsugana
Il 2 marzo presso “Eccellenze Campane” alle 12  avrà luogo il Ragù Symposium condotto da Giustino Catalano e Marco Contursi: si tratta di una degustazione di 5 tipologie diverse di ragù, dal classico napoletano interpretato da Giuseppe Maiorano di “Osteria La Chitarra” a quelli sanniti di Sabatino Cillo (di capra) e della famiglia Fuccio del ristorante “Di Stora”, passando per un ragù di Castelpoto per finire con una versione irpina proveniente da Calitri. Il laboratorio si concluderà con l’assaggio di due “declinazioni” di ragù di Sabatino Cillo, una con “tracchie” e l’altra classica.

 

  1. A taverna d’ò re
    Tel.081 5522424 Piazza Municipio Fondo Supportico di Separazione, 2/3
  2. Alba
    Tel. 081 5787800 Piazza dell’Immacolata, 14
  3. Antonio la trippa
    Tel. 081 0482228 Traversa Michele Pietravalle, 62/70
  4. Cantina di Triunfo
    Tel. 081682354 Via Riviera di Chiaia 64,
  5. Carmnella
    Tel. 081 5537425 Via Marino Cristoforo 22-23
  6. Ciro a Santa Brigida
    Tel. 081 5524072 Via Santa Brigida, 71/73
  7. Da Donato
    Tel. 081287828, Via Silvio Spaventa, 41, 80142 Napoli
  8. Da Ettore
    Tel. 081 7640498 Via Santa Lucia 56, 80132 Napoli
  9. Da Umberto
    Tel. 081 418555 Via Alabardieri, 30
  10. Dalle figlie di Iorio
    Tel. 081 552 0490 Via Conte Olivares, 73
  11. Dalle sorelle
    Tel. 081 454757 Via Benedetto Cairoli 1
  12. Gorizia 1916
    Tel. 081 5782248  Via Gianlorenzo Bernini 29,31
  13. Gourmeet
    Tel. 081 7944131 Via Alabardieri 8
  14. Hostaria la Campanella
    Tel. 081 0480578 Via Lanzieri, 39
  15. Hostaria la Campanella
    Tel. 081 3412524 Via Marchese Campodisola 18/20
  16. Ieri, oggi, domani
    Tel. 081 206717 Via Nazionale, 6
  17. Il Cerriglio
    Tel. 081 552 6406 Via del Cerriglio, 3
  18. Il Comandante
    Tel. 081 604 1580 Via Cristoforo Colombo, 45
  19. Il Macello
    Tel. 081 19101542, Via Vittoria Colonna, 10
  20. Il Ristorantino dell’avvocato
    Tel 081 032 0047 Via Santa Lucia, 115
  21. La cantina de’ mille
    Tel. 081 283448 Piazza Giuseppe Garibaldi, 126
  22. La Cantina di via Sapienza
    Tel. 081 459078 Via Sapienza, 40
  23. La cucina di Elvira
    Tel. 338 933 8810 Via Gian Lorenzo Bernini, 42
  24. La stanza del gusto
    Tel. 081 401578 Via Costantinopoli, 100
  25. La taverna del buongustaio
    Tel. 081 551 2626 Via Basilio Puoti, 8
  26. L’altro loco
    Tel. 081 764 1722 Vicolo Santa Maria Cappella Vecchia, 5,
  27. Leon d’oro
    Tel. 081 549 9404 Piazza Dante, 48
  28. Locanda ‘ntretella
    081 427783 Salita S. Anna di Palazzo, 25
  29. Mimì alla ferrovia
    Tel. 081 553 8525 Via Alfonso D’Aragona, 19
  30. Osteria da Carmela
    Tel 081 549 9738 Via Conte di Ruvo, 12
  31. Osteria da Tonino
    Tel. 081 421533 Via Santa Teresa a Chiaia, 47
  32. Osteria della mattonella
    Tel. 081 416541 Via Giovanni Nicotera, 13
  33. Osteria la chitarra
    Tel. 081 552 9103 Rampe S. Giovanni Maggiore, 1
  34. Osteria Partenope
    Tel. 081 558 4006 Via Cimarosa, 56
  35. Palazzo Petrucci
    Tel. 081 575 7538 Via Posillipo, 16
  36. Ristorante Europeo Mattozzi
    Tel. 081 552 1323 Via Marchese Campodisola, 4
  37. Rossopomodoro
    Tel. 081 764 6012 Via Partenope, 11
  38. Taverna dell’arte
    081 552 7558 Rampe S. Giovanni Maggiore, 1a
  39. Veritas
    Tel. 081 660585 Corso Vittorio Emanuele, 141
  40. Zì Teresa
    Tel. 081 764 2565 Borgo Marinaro, 1

____________
I nostri partner

_____________

Solania e il San Marzano
Quattro generazioni impegnate nella terra, la più grande aziende impegnata nel S.Marzano dop con il primo cru di Pomodoro S.Marzano dop tracciato con il QrCode

Sabatino Cillo e la carne
Lo stilista delle carni, dala Svizzera al  Sannio la lavorazione di carni tracciate dal sapore inconfondibile. Dalla podolica alla marchigiana, un vero artista

Perrella e la Birra Valsugana
Da due generazioni impegnati nella distribuzione di generi limentari di qualità, impegnati nella produzione di birra, pronti a scommettere sul nuovo abbinamento

Santacosta e il Don Andrea 36.05
Da quattro generazioni impegnati nella trasformazione delle uve sul Vesuvio, a San Marzano il vino adatto per il ragù dedicato da Peppe Pagano al padre Andrea

 

3 commenti

    Marco Galetti

    (5 febbraio 2018 - 11:36)

    Bella iniziativa, speriamo che vista l’offerta, la domanda risponda nel modo adeguato e che questa proposta che nasce una tantum possa diventare la regola e non l’eccezione, il ragù, in un ristorante, dovrebbe essere come il brodo e come il pane, quotidiano.

    Francesco Mondelli

    (6 febbraio 2018 - 09:14)

    Infatti in Campania si dovrebbe dire “dacci oggi il nostro ragù quotidiano”o almeno domenicale,ma demonizzato da salutisti e c.che guardano solo al corpo e poco all’anima anche nelle famiglie tradizionali si fa raramente per cui ben venga questa onesta iniziativa con la speranza che serva come stimolo a chi ,per pigrizia,fa finta di non ricordare solo perché impegnativo e lungo da fare.PSxMarco.Il sartù,a Napoli,a parte eccezioni,solo su ordinazione.FM.

    Marcello

    (3 marzo 2018 - 10:36)

    venite a casa mia e’ gratis e si beve Taurasi di Perillo 2003, ahahahah…

I commenti sono chiusi.