Spaghettone Vicidomini al mirto con colatura di alici su fonduta di mozzarella nella mortella

18/11/2017 1.9 MILA

Spaghettone Vicidomini al mirto con colatura di alici su fonduta di mozzarella nella mortella
Spaghettone Vicidomini al mirto con colatura di alici su fonduta di mozzarella nella mortella

di Alessandro Feo

Un piatto della tradizione Cilentana, nata dalla fusione di prodotti del territorio Cilentano. Ideato da Allessandro Feo dei Rumi

Registrata su www.mysocialrecipe.com 

Spaghettone Vicidomini al mirto con colatura di alici su fonduta di mozzarella nella mortella

Ricetta di Alessandro Feo

  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per per 4 persone persone

  • 360 g di spaghettoni Vicidomini
  • 150 g di fonduta di mozzarella nella mortella
  • 40 g di bacche di mirto
  • 65 g di colatura di alici di Menaica
  • aglio q.b
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • pepe bianco macinato
  • n. 4 filetti di alici di Menaica
  • melissa
  • Prodotti utilizzati
  • Alici di menaica
  • colatura di alici
  • spaghettone Vicidomini
  • pepe
  • olio evo
  • aglio
  • mozzarella nella mortella
  • bacche di mirto

Preparazione

Fondere la mozzarella nella mortella a 65°, frullare e lasciar riposare. Nel frattempo che cuoce la pasta mettere in padella l'olio evo con aglio tritato, pepe e bacche di mirto schiacchiate, far imbiondire e aggiungere 200 ml di acqua di cottura della pasta. Quando la pasta è a 3/4 di cottura, scolare e ultimare la cottura in padella e nel momento in cui il composto è ben legato, togliere dal fuoco e aggiungere la colatura di alici. Mettere in un piatto fondo la fonduta in un cerchio di acciaio da diametro 9 e attorcigliare gli spaghettoni formando un nido. Completare il piatto con un filetto di alici di Menaica, le bacche di mirto e delle foglioline di melissa.

3 commenti

    Marco Galetti

    (18 novembre 2017 - 15:59)

    Cari Milanesi, se le alici di Menaica e la mozzarella nella mortella vi sembrano ingredienti di un altro pianeta, fate un viaggio in un’altra galassia, Feo è valore aggiunto di una struttura da sogno, qualche notte di mezza estate trascorsa lì è ricordo ancora vivo

    Enrico Malgi

    (19 novembre 2017 - 10:46)

    Bravo Marco, te lo ricordi ancora il soggiorno asceota vedo. C’è sempre la possibilità di replicare. Alessandro è bravo e sta facendo un ottimo percorso. Da seguire assolutamente.

    Francesco Mondelli

    (19 novembre 2017 - 15:35)

    Siete tutti invitati venerdì sera a Pollica a palazzo Capano dove Alessandro cucinerà per benificenza per l’associazione Manden che si occupa della violenza sulle donne.FM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *