Storie In Bottiglia di Nuceria Group | Racconti da leggere, ricordi da bere, storie da raccontare

2/1/2018 1.1 MILA
Storie In Bottiglia
Storie In Bottiglia

Nuceria Group, azienda leader in Europa nella creazione e produzione di packaging integrato, ha aperto le porte del proprio Nuceria Lab di San Giuliano Milanese per ospitare la presentazione del nuovo progetto: Storie In Bottiglia.

La serata, introdotta e moderata da Stefano Lavorini, direttore editoriale Italia Imballaggio, si è aperta con l’intervento del Direttore Generale di Nuceria Group, Guido Iannone, sul tema della velocità quale elemento fondamentale di ogni impresa di successo. A seguire la conversazione è stata animata da Massimo
Rosati, Head of R&D and Innovation Nuceria Group, che ha presentato nuovi scenari dell’Innovazione in un’era digitale. Mario Cavallaro, direttore Creativo di Nju:comunicazione, ha poi dettagliato la genesi del progetto Storie in Bottiglia. E a chiudere, Carlo Flamini, Direttore del Corriere Vincolo, ha anticipato il programma dei workshop formativi che verranno organizzati nel 2018 da Nuceria in collaborazione con Unione Italiana Vini.

Frutto della collaborazione tra Nuceria e l’agenzia creativa nju:comunicazione, il progetto si propone di veicolare nuove forme di packaging per il mondo del Wine&Spirits attraverso 6 micro racconti legati ad altrettanti eventi storici o icone del passato. Marilyn Monroe, Sir Winston Churchill, la Caduta del Muro, la Rivoluzione Cubana, il Proibizionismo e 007 diventano soluzioni per champagne, birra, vino e vodka, icone che si trasformano in simbolo di un progetto editoriale pensato per mostrare le tecniche di stampa e le piu innovative finiture speciali.

La vera novità del progetto consiste in una APP che, riconsocendo la bottiglia attiva diversi livelli di Realtà Aumentata. Tale App, progettata e realizzata da Nuceria è in grado di creare forte engagement forte con l’utente e dare vita ad una nuova consumer experience. Durante l’evento, ad esempio, l’App è diventata un companion device in una sorta di caccia al cattivo in cui l’ospite, nei panni di James, doveva superare diverse missioni legate a ciascuna delle 6 bottiglie per arrivare a sconfiggere una immaginaria organizzazione criminale.

“L’Applicazione Storie in Bottiglia ha come obiettivo quello di presentare le potenzialità e le applicazioni possibili tramite Connettività alla Realtà Aumentata. Le soluzioni sviluppate non vogliono essere esaustive ma solo illustrative di possibili percorsi da profilare e customizzare in base alle esigenze del possibile cliente. I contenuti presentati hanno avuto un “taglio” di entertainment ma possono ovviamente essere sostituiti da contenuti di info-grafica, di Brand communication, di Digital Marketing, di promozionalità e fidelizzazione del consumatore finale” dichiara Massimo Rosati.

Innovazione, Cultura, Arte ed anche Gusto grazie alle eccellenze gastronomiche curate dagli chef Raffaele Vitale e Pasquale Torrente. Il Rhythm’n’Blues degli Sugar Daddy & The Cereal Killers è stato poi la perfetta chiusura di un evento che ha visto protagonista il binomio tradizione innovazione.

“Noi crediamo che per raccontarvi il Futuro ci sia anche bisogno di recuperare i valori e i principi che sono alla base del nostro successo. Sempre di più in futuro occorrerà custodire la formula magica del nostro successo, una formula fatta di donne e uomini eccezionali, passione, attaccamento, territorio ma soprattutto cuore”- dichiara Guido Iannone.