Tenuta Luce incontra la famiglia Bifulco: la carne campana a Firenze!

7/3/2019 1.2 MILA
Luciano Bifulco
Luciano Bifulco

Domenica 10 marzo 2019 ore 20:00 Ristorante Frescobaldi, piazza della Signoria – Firenze

Nel cuore della Toscana, per un evento Fuori di Taste, i prodotti e i sapori del Vesuvio si uniscono ai vini della Tenuta Luce. Teatro di questo appuntamento irrinunciabile sarà il ristorante Frescobaldi di Firenze. È qui che, domenica 10 marzo a partire dalle ore 20:00, si terrà una cena sublime durante la quale Tenuta Luce incontrerà la famiglia Bifulco. Piatti unici, cucinati con le selezioni di carni Bifulco, saranno lo strumento per raccontare agli ospiti una storia di qualità.  Il menù pensato da Luciano Bifulco, il re della brace, prevede carpaccio di branzino con agretti, caponata di tonno di Manzetta dei Laghi, carpaccio Belladonna e tartare del Vesuvio, ziti alla
genovese con melannurca e pecorino, Cube roll oltre 200 giorni dry age con contorno di friarielli e nocciole, millefoglie ai lamponi. I vini in abbinamento ai piatti saranno Attems Trebes 2017, Lucente 2016, Luce 2015, Attems Picolit.

Dal 9 all’11 marzo la famiglia Bifulco sarà alla Stazione Leopolda per l’edizione 2019 del Taste Firenze, il salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle dove si danno appuntamento i migliori operatori internazionali dell’alta gastronomia. Al Taste porteranno specialità della tradizione campana realizzate con le migliori carni da cui nasce la linea di sughi e preparati conservati in barattolo. Le selezioni Bifulco di “Manzetta dei Laghi” diventano condimento saporito e gustoso con “La mia genovese”; Tenera polpa in filetti marinata, e conservata nell’olio extra vergine di oliva, diventa “Come un Tonno”; infine, un’antica ricetta di famiglia di uno dei piatti tipici della cucina campana diventa condimento gustoso con “Il mio ragù napoletano”

L’originalità della sperimentazione e due ricette della tradizione, testate nel proprio ristorante, realizzate con l’eccellenza della carne e materie prime lavorate da fresco senza conservanti aggiunti, con la linea di sughi Bifulco possono essere replicate anche a casa.

Bifulco è sinonimo di storia della carne, soprattutto in Campania. Macellai da quattro generazioni, l’attività di famiglia nasce con la selezione dei migliori animali per la lavorazione delle carni. Nel 1947 prende piede il progetto della macelleria che diventa ben presto conosciuta a livello nazionale proprio per la carne pregiata proposta.
Particolare attenzione viene dedicata a un’antica tecnica di maturazione delle carni, la frollatura, per esaltarne il gusto, aumentarne la digeribilità ed ottenere il migliore equilibrio fra consistenza e tenerezza. Le carni possono arrivare a un periodo di frollatura lungo anche oltre 200 giorni.

La visione lungimirante di Luciano Bifulco ha portato, dopo alcuni anni, all’estensione della macelleria prima in una piccola gastronomia, poi nell’attuale braceria che in poco tempo è diventata il punto di riferimento in Campania per gli appassionati del gusto e della carne. Da selezionatori ad allevatori: negli ultimi anni la famiglia Bifulco ha deciso di accorciare ulteriormente la filiera sperimentando la nascita di un proprio allevamento in Basilicata. Domenica le carni Bifulco, eccellenza del gusto, delizieranno gli amanti del magiare bene anche a Firenze.

Un commento

    Francesco Mondelli

    Saranno scintille.L’incontro tra le migliori carni campane e i grandi vini toscani al fuori taste faranno uscire fuori di testa i fortunati che lì dovranno testare.FM.

    7 marzo 2019 - 08:11

I commenti sono chiusi.