Trattoria Corrieri Parma

15/11/2021 1.1 MILA

di Antonio Prinzo

Parma città nobile, memoria dei Borbone e dei Farnese, antica e moderna, vivace e tradizionale.  Parma città di musica e pittori, chiese e palazzi, il Correggio e il Parmigianino e più avanti uomini illuminati come il Gazzola.

Con amici abbiamo visitato il Palazzo della Pilotta che sempre più si configura come grande museo con respiro internazionale, non tutte le sale aperte, mi hanno detto che manca il personale, contraddizioni della gestione dei nostri beni culturali, più attenta a trasformare tutto in un evento (che brutta parola) che nella ordinaria e ordinata gestione.

Galleria Palazzo della Pilotta
Galleria Palazzo della Pilotta
Deposizione del Correggio
Deposizione del Correggio
Disegno di Leonardo
Disegno di Leonardo

Giriamo per la città, San Giovanni, il Duomo e il Battistero e poi vetrine che strizzano gli occhi ai nostri succhi gastrici, il parmigiano, il culatello, le mostarde e ogni ben di Dio che questa generosa terra ci dona.

Che facciamo? Si va alla Trattoria Corrieri, storico punto di riferimento per la cucina tradizionale. Avevo paura perché i miei ricordi vanno indietro di vent’anni e già mi vedevo presentare menù stile American Express e location brillanti e monocromatiche, omologate come in tutta Italia, dove ti avvolge il freddo di architetture geometriche e monocorde.  E no!  Come speravo è quella di sempre, calda, accogliente e profumata di burro e parmigiano. Entri e una grande vetrata ti porta con lo sguardo dentro la cucina, una sala macchine che gira a pieno regime.

Ingresso - Trattoria Corrieri
Ingresso – Trattoria Corrieri
Cucina Trattoria Corrieri
Cucina Trattoria Corrieri

Ecco i salumi accompagnati da tanto gnocco fritto caldo e fragrante

Trattoria Corrieri - salumi
Trattoria Corrieri – salumi
Trattoria Corrieri - gnocco fritto
Trattoria Corrieri – gnocco fritto

Il prosciutto, la culatta, la coppa e poi il lardo e il guanciale, tutto si scioglie e ti avvolge e ti chiede un sorso di lambrusco

Lambrusco I Calanchi
Lambrusco I Calanchi

 

Abbiamo scelto un Colli di Parma, i Calanch,i prodotto da Monte delle Vigne. Frizzante il giusto, dai sentori di more e ciliegie e uno spessore cromatico equilibrato.

Ecco i tortelli di erbette, zucca, patate, uno più buono dell’altro, ricchi di parmigiano e burro. La sfoglia è netta ed elastica, l’impasto abbondante ed equilibrato. Quelli di zucca sono la mia passione, qui rispetto ai tortelli del mantovano giocano di più sul gusto vegetale della zucca e moderano la componente dolce.

Tortelli alle erbette
Tortelli alle erbette
Tris di tortelli
Tris di tortelli

 

Per questa volta ci fermiamo qui, oggi a pensarci avrei anche assaggiato una spalla cotta o una punta di vitello ripiena, ma a Parma nobile e antica, moderna e vivace ci torneremo per guardar quadri e architetture e rinfrancarci in una calda e storica trattoria, la Trattoria Corrieri.

Anche questo è paesaggio italiano.

 

Trattoria Corrieri
Strada Conservatorio, 1 – 43121 Parma
TELEFONO 0521 234426 |
www.trattoriacorrieri.it

8 commenti

    FRANCESCO MONDELLI

    Per associazione questo bel “post “ mi rammenta il Parmi-Giano di Franco e Cicco in una famosa (oggi diremmo virale)gag forse perché come un Giano bifronte si passa con eleganza dal “sacro”al profano Complimenti e ad maiora da FM

    15 novembre 2021 - 11:05Rispondi

    Marco Galetti

    La pentola fumante rincuora, abbracci di cuore a te e a F da noi 2.
    P.S.: lo gnocco fritto sembra di gran livello.

    15 novembre 2021 - 15:53Rispondi

    Denny

    Ottimo indirizzo insieme alla Trattoria del Tribunale.
    Parma città’ viva a misura d’uomo e di stomaco!
    Carpe Diem

    15 novembre 2021 - 16:33Rispondi

    Enrico Malgi

    Bravo Antonio come sempre, preciso, garbato e competente.

    15 novembre 2021 - 16:43Rispondi

    antonio

    Gnocco fritto di gran qualità, leggerissimo e gustoso….grazie a tutti

    15 novembre 2021 - 17:57Rispondi

    FRANCESCO MONDELLI

    Visto che siamo tutti d’accordo fermati lì che arriviamo.FM

    15 novembre 2021 - 18:03Rispondi

    antonio

    …ci torniamo insieme, sono già tornato sulle colline cilentane :-)

    15 novembre 2021 - 18:56Rispondi

    Paolo

    Lo gnocco fritto lo fanno a Reggio Emilia, a Parma si chiama torta fritta e non è la stessa cosa !!!

    16 novembre 2021 - 15:30Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.