Venezia, Acqua Pazza meglio di acqua alta

9/2/2019 1.5 MILA
Acqua Pazza
Acqua Pazza a Venezia, i titolari

di Francesca Faratro

Un pezzo di costiera amalfitana a Venezia. Questo è Acqua Pazza.

Acqua Pazza - Il locale
Acqua Pazza – Il locale

Esperienza decennale in Costa d’Amalfi, un’altra della stessa durata a Bologna, Antonio Iennaco nella vita ha sempre fatto il ristoratore.
Quando arriva a Venezia, lo fa, in realtà, senza scommetterci troppo. Almeno all’inizio. Invece ci prova e ci resta, per ben 22 anni, con un locale che chiamerà Acqua Pazza. Un ambiente moderno, dove a prevalere sono i toni del blu, con la croce ottagonale della Repubblica Marinara.
Nella gestione, al fianco del patron, suo figlio Rocco. Entrambi si occupano dell’ospitalità, in sala.

Acqua Pazza - Particolare
Acqua Pazza – Particolare

In sottofondo musica partenopea, a sottolineare il forte legame con il territorio di appartenenza, ma anche il desiderio di farlo conoscere al mondo intero. E quale viatico migliore del cibo?
Quella di Acqua Pazza è dunque una cucina identitaria, dai sapori mediterranei rispettosa di memoria e territorio (i prodotti vengono quasi tutti dalla Campania) che i proprietari hanno voluto abbinare alla possibilità di gustare una pizza in stile napoletano, tra le migliori di Venezia.

Il benvenuto dello chef, originario di San Valentino Torio, è il tris composto da una frittatina con piselli, ricotta di bufala con zeste di sfusato amalfitano e la classica bruschetta di pane tostato, olio, origano e sale.

Acqua Pazza - Il benvenuto della casa, la frittatina, la ricotta e la bruschetta
Acqua Pazza – Il benvenuto della casa, la frittatina, la ricotta e la bruschetta

L’inizio è con il crudo di pesce, ben assortito e di impeccabile freschezza.

Acqua Pazza - Il crudo di pesce
Acqua Pazza – Il crudo di pesce

Tradizionale il secondo antipasto, il cosiddetto fritto all’Italiana, ben eseguito con una panatura asciutta e croccante: alici ripiene, carciofi, provola, mozzarella in carrozza, fiori di zucca ripieni e pomodori farciti.

Acqua Pazza - Il fritto all'italiana
Acqua Pazza – Il fritto all’italiana

L’assaggio di terra è con il primo piatto, un omaggio a Napoli con il classico sugo della carne alla pizzaiola, qui utilizzata con la pasta.

Acqua Pazza - La pasta alla pizzaiola
Acqua Pazza – La pasta alla pizzaiola

Tra i secondi piatti, buona la tagliata di tonno servita semplicemente con una piccola tartare di pomodorini, capperi ed olive.

Acqua Pazza - Tagliata di tonno
Acqua Pazza – Tagliata di tonno
Acqua Pazza - Particolare del tonno
Acqua Pazza – Particolare del tonno

Per chiudere, tra i dolci fatti in casa la panna cotta al cioccolato oppure i frutti ripieni di gelato.

Acqua Pazza - La panna cotta al cioccolato
Acqua Pazza – La panna cotta al cioccolato

Ma la chiusura non sarebbe davvero completa senza tuffarsi nella memoria della Costiera Amalfitana con i liquori fatti in casa serviti nel bicchiere ghiacciato: il limoncello e il meloncello.

Acqua Pazza - I liquori della casa
Acqua Pazza – I liquori della casa

Antonio Iennaco è un vero saraceno che però, a differenza dei suoi antenati è riuscito a conquistare Campo Sant’Angelo con le sole armi del sorriso e della professionalità, riuscendo a superare la storica rivalità millenaria tra le due Repubbliche Marinare.

Acqua Pazza
San Marco

Campo Sant’Angelo 3808
Tel. 041.2770688
[email protected]

 

3 commenti

    Mondelli Francesco

    (10 febbraio 2019 - 06:43)

    Purtroppo con la regata storica continuiamo a prenderle,ma una tagliata di tonno scottata fuori e cotta dentro merita il viaggio.FM.

    Mondelli Francesco

    (10 febbraio 2019 - 08:33)

    Cruda dentro.Capita quando il caffè non ha fatto sentire ancora i suoi effetti FM

    Andrea

    (11 febbraio 2019 - 13:51)

    Aceto balsamico sulla tagliata di tonno??

I commenti sono chiusi.