Vini Azienda Agricola Rossella Cicalese

13/11/2019 610
Rossella Cicalese e Manuela Russo
Rossella Cicalese e Manuela Russo

di Enrico Malgi

Rossella Cicalese ha preso le sorti di una piccola vigna, ereditata dai suoi genitori, in un areale nuovo che non c’è perché ci troviamo nel comune di Eboli, cioè ai margini di territori vitivinicoli limitrofi storicamente più conosciuti. Qui sono tre gli ettari vitati, più uno e mezzo collocato a Perdifumo in Cilento.

Vigna azienda agricola Cicalese Rossella
Vigna azienda agricola Cicalese Rossella

Quattro le etichette proposte (un bianco, due rossi ed uno spumate), frutto dell’allevamento dei canonici vitigni Aglianico e Fiano, le cui barbatelle sono state impiantate nel 2012. I vini sono curati dal mago della viticoltura cilentana Bruno De Conciliis, una garanzia in questo campo.

Vini azienda agricola Cicalese Rossella
Vini azienda agricola Cicalese Rossella
Controetichette Vini Cicalese Rossella
Controetichette Vini Cicalese Rossella

Fluminé Fiano Cilento Dop 2018. Fiano al 100% coltivato a Perdifumo e lavorato per l’80% in acciaio ed il residuo in botte di rovere di terzo passaggio. Elevazione in vetro per cinque mesi. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 15,00 euro.

Il colore è giallo quasi carico. Naso investito da profumi di tanta buona frutta locale: pesca, albicocca, mela, mandarino e fico, intrecciati a tenere olfattivazioni di ginestra, biancospino, erba fresca e felce. In bocca fa il suo ingresso un sorso gentile, corroborante, sapido, elegante, morbido e rinfrescante. Beva molto scorrevole e segnata da un fraseggio dinamico e tonico. Finale abbastanza lungo. Su una bella mozzarella di bufala pestana e risotto alla pescatora.

Angel Vino Spumante Bianco Brut Metodo Martinotti. Soltanto uve Aglianico vinificate in bianco e raccolte precocemente a metà agosto per preservare tutta l’acidità. Gradazione alcolica di undici e mezzo. Prezzo in enoteca di 15,00 euro.

Giallo paglierino lucente. Perlage abbastanza fine. Bouquet fragrante, fruttato, floreale e vegetale di buona sostanza, che rimembra caratteristiche percezioni di sottobosco, fiori di campo, mughetto, finocchietto selvatico, lavanda, menta e salvia. Sorso fresco, brioso, agrumato, pulito, delicato, dissetante, affusolato e sapido. Tratto finale acidulo, suadente e secco quanto basta. Su un risotto ai frutti di mare e carne bianca.

Evoli Aglianico Campania Igp 2017. Aglianico in purezza, coltivato ad Eboli. Maturazione in acciaio per cinque mesi. Tenore alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di 13,00 euro.

Colore rosso purpureo, venato di giovani lampi violacei. Spettro aromatico segnato da un pot pourri di seducenti essenze di frutta fresca piccola e media e da una credibile florealità che ricorda la viola ed il geranio. Sbuffi vegetali di macchia mediterranea. Tracce speziate. Approccio palatale caldo, sensitivo, morbido, schietto, croccante, teso e dinamico. Tannini naturalmente ancora imberbi. Sviluppo infiltrante e succoso. Retroaroma calibrato. Su formaggi semistagionati, ma va bene anche su una zuppa di pesce.

Jévule Aglianico Campania Igp 2017. Sempre solo Aglianico proveniente dal vigneto di Eboli, come lascia presagire il nome dell’etichetta. Qui l’affinamento avviene in botti di rovere grandi di 500 ettolitri. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo in enoteca di 17,00 euro.

Nel bicchiere risalta un colore rosso rubino schizzato di porpora. Al naso serpeggiano evolutive cadenze profumate di buona scorta di frutta vestita di rosso, come la ciliegia, la susina, le more ed i mirtilli. Sentori speziati di noce moscata, pepe nero, chiodi di garofano e zenzero. Nuances balsamiche, mentolate, liquiriziose, cioccolatose e tabaccose. Attacco in bocca caldo e/o leggermente graffiante per via di una trama tannica spigolosa, ma già in via di risoluzione. E comunque il sorso si dimostra morbido, rotondo e pregevole, oltre che corposo, esuberante tonico ed energico. Ben modulato il timbro terroso e materico. Allungo finale incalzante e persistente. Ancora molta strada davanti a sé. Su carne arrosto e pecorino.

Nel complesso si tratta di vini giovani, ma sicuramente gradevoli ed accattivanti. Hanno soltanto bisogno di assestarsi ed evolversi per un futuro migliore. Un plauso comunque va fatto alla giovane Rossella per il coraggio, l’impegno e la serietà con cui porta avanti l’azienda. Senza dimenticare poi l’apporto determinante dell’esperto e carismatico Bruno De Conciliis. Ne riparleremo tra qualche anno.

Azienda Agricola Cicalese Rossella
Via Papaleone 575 – S.S. 18 – Km 82.600 Eboli (Sa)
Tel. 0828 601587 – 600128 – Mob. 366 3645380
rossella@gmail.comwww.rossellacicalese.it
Enologo: Bruno De Conciliis
Ettari vitati di proprietà: 4,5 – Bottiglie prodotte: 20.000
Vitigni: Aglianico e Fiano

5 commenti

    Francesco Mondelli

    Da comprare a scatola chiusa.Donne del vino che,parafrasando un famoso ritornello di una sigla televisiva condotta da un Pippo Baudo quasi agli esordi)in futuro saranno le colonne del bicchiere sia come produttrici che come consumatrici.Col valore aggiunto di quel “Volpone”(superiore al nostro per stazza fisica e cultura enoica)di Bruno de Conciliis da un po’ scomparso dalle cronache “mondane” cui tanto deve il mondo del vino Cilentano e non solo.Un grazie di cuore al dottor Malgi quale grande segugio ormai superiore ad ogni cane da tartufo per questa gradita novità di cui non avevo la più pallida idea.Ad maiora da FM

    13 novembre 2019 - 10:42Rispondi

    Enrico Malgi

    Caro Francesco, come sai in me alberga una sana vocazione di talent scout e, con l’aiuto di amici fidati, ogni tanto scopro realtà come questa che fanno bene a tutto il panorama vitivinicolo locale e regionale.

    13 novembre 2019 - 15:47Rispondi

    Gustavo Sparano

    E’ bello sapere che ad Eboli finalmente esiste una cantina vera che con i suoi vini parla del suo territorio…complimenti e ad maiora…

    13 novembre 2019 - 20:19Rispondi

    Marco Galetti

    Don Enrico si è fermato ad Eboli, amen.

    13 novembre 2019 - 20:31Rispondi

      Enrico Malgi

      Veramente cerco di andare oltre.

      14 novembre 2019 - 07:48Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.