Vini Cantine Ida Giordano

12/10/2020 1.4 MILA
Vini Cantine Ida Giordano
Vini Cantine Ida Giordano

di Enrico Malgi

Noto con molto piacere che nel territorio della Costa d’Amalfi finalmente sorgono nuove aziende vinicole L’ultima in ordine di tempo è stata l’azienda agricola Cantine Ida Giordano di Capitignano di Tramonti. Una minuscola impresa nata ufficialmente nel 2018, che può contare su appena tre ettari vitati, altrettante etichette (un bianco, un rosato ed un rosso) ed una produzione di novemila bottiglie annue.

La proprietaria Ida Giordano si avvale della consulenza enologica del giovane e bravo enologo irpino Sabino Colucci.

Controetichette vini Cantine Ida Giordano
Controetichette vini Cantine Ida Giordano

Il Colle Costa d’Amalfi Tramonti Bianco Doc 2019. Classico blend costiero di Fiano, Falanghina e Biancolella. Solo acciaio e vetro. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 14,00 euro. Bottiglie prodotte n. 3.000.

Giallo paglierino non molto carico il colore. Spettro aromatico interessato da un gradevole pot pourri di profumi: la mela verde, gli agrumi  la pera, l’ananas, il gelsomino, il biancospino e la florida macchia mediterranea. Sentori speziati. In bocca arriva un sorso lieve, suadente, gentile, morbido,  lineare e fresco. Palato delizioso, elegante, sapido, equilibrato ed intrigante. Scatto finale godibile. Da provare sulla classica cucina marinara della Costiera e/o su un fior di latte di Agerola, tanto per rimanere in zona.

CapitiRosè Costa d’Amalfi Tramonti Rosato Doc 2019. Piedirosso in purezza. Maturazione in acciaio ed elevazione in boccia. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 14,00 euro. Bottiglie prodotte n. 1.500.

Provenzale rosato pallido. Al naso essenze di fragole, lamponi, ciliegie, melagrana, mela cotogna, chinotto, rosa appassita, terriccio, radici, mirto e scorza candita. Refoli sulfurei. Sorso in perfetta  souplesse, delicato, elegante, teso, aggraziato, affascinante e minerale. Palato blandito da dolce finezza e da un garbato vezzo fruttato, prodromo ad una chiusura riccamente ricamata e scorrevole. Da provare su coniglio alla cacciatora e pesce in guazzetto.

Il Monte Costa d’Amalfi Tramonti Rosso Doc 2018. Tipico blend tramontino di Tintore al 70% e saldo di Piedirosso. Acciaio e vetro. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 15,00 euro. Bottiglie prodotte n. 4.500.

Rosso rubino. Sicuramente bene articolato il ventaglio olfattivo che svela profumi di amarena, prugna, sottobosco, viola, geranio ed erbe aromatiche. In appresso ecco qui punteggiature balsamiche e speziate. In bocca  sorso glicerico, polposo, profondo, centrato e mentolato. Ottima la spalla acida. Trama tannica bene intessuta. La beva è bene strutturata, armonica, rotonda, reattiva e dinamica, facendo presagire in tal modo un’ottima longevità. Retroaroma persistente e voluttuoso. Da consumare su un piatto di pasta al sugo e formaggi semistagionati.

Tutto sommato si tratta di vini molto interessanti, che avranno sicuramente un roseo futuro.

Sede a Capitignano di Tramonti (Sa) – Via De Matteis, 11
Cell. 320 6357928 – 338 4522875
[email protected]www.idagiordano.it
Enologo: Sabino Colucci
Ettari vitati: 3 – Bottiglie prodotte: 9.000
Vitigni: Tintore, Piedirosso, Fiano, Falanghina e Biancolella.