Vini Conti Bossi Fedrigotti – Masi

21/4/2022 367
Vini Conti Bossi Fedrigotti
Vini Conti Bossi Fedrigotti

di Enrico Malgi

La storica e nobile azienda trentina Conti Bossi Fedrigotti di Rovereto è sulla breccia da circa seicento anni e da quasi trecento anni si occupa con grande passione ed immutato successo nella produzione di vini di alta qualità. Dal 2007 ha allacciato una partnership con l’azienda agricola veneta Masi di Sandro Boscaini, che ha determinato così una consolidata rete commerciale a livello internazionale nell’ambito di un ambizioso progetto, che prevede un solido polo riguardante il coinvolgimento delle tre Venezie.

In questi giorni ho avuto l’occasione di assaggiare tre vini aziendali di ottima fattura.

Controetichette Vini Conti Bossi Fedrigotti
Controetichette Vini Conti Bossi Fedrigotti

Vign’Asmara Vigneti delle Dolomiti Chardonnay Igt 2019. Chardonnay in purezza. Malolattica in barriques di rovere francese nuove e poi maturazione sempre in barriques per dieci mesi. Affinamento in vetro per quattro mesi. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 16,00 euro.

Nel bicchiere si intravede un limpido colore giallo paglierino lucente. Ventaglio olfattivo interessato da un intenso e sontuoso bouquet, dal quale si sprigionano godibili profumi fruttati di mandarino, albicocca, nespola, cantalupo, nocciola, mango, litchi e banana. Logici e conseguenziali poi gli eterogenei intrecci di ginestra, acacia, glicine, camomilla e menta, alleati con orientaleggianti impronte speziate e/o con sensitivi sentori boisé.  In bocca esordisce un sorso fresco, morbido, sapido, succoso, fine, elegante e seducente, che sviluppa cosi un gusto setoso, aggraziato, agrumato, pulito e rotondo. Buona la serbevolezza. Tratto finale ben modulato, Da provare su un risotto ai frutti di mare e cane bianca.

Spumante Bianco Conte Federico Riserva Brut Metodo Classico Trento Doc 2017.  Sboccatura 2021. Blend di Chardonnay al 60% e saldo di Pinot Nero. Permanenza sui lieviti per tre anni. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 27,00 euro.

Nel calice si staglia un bel colore giallo paglierino brillante e propositivo, appena intaccato da riflessi dorati. Spuma soffice e compatta. Perlage ottimamente cesellato, sottile e duraturo. Indice aromatico affastellato da coraggiose e variegate fragranze di un’ottima scorta di tanta buona frutta fresca come la clementina, la pesca bianca, la pera Williams, la mela verde ed il melone bianco, insieme con una nutrita gamma del sottobosco. Effusioni di burro fuso, crosta di pane, miele di acacia e florealità di glicine, zagara e lavanda vanno poi a completare l’eccellente quadro olfattivo. In bocca penetra un sorso effervescente, secco, elegante, fruttato, sapido e scattante. Silhouette slanciata, aggraziata, cristallina, spigliata, verticale, giocosa e bella vivace, che anticipa poi un finale estremamente godurioso e petillant. Da abbinare a finger food e mozzarella.

Fojaneghe Rosso Vigneti delle Dolomiti Igt 2016. Blend di Merlot al 55% e saldo di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Maturazione in barriques per un anno mezzo e poi affinamento in boccia per sei mesi. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 22.00 euro. Vino prodotto dal 1961, che così si avvale del primato di essere stato il primo taglio bordolese prodotto in Italia.

Veste cromatica segnata da un fulgido colore rosso rubino. L’imprinting olfattivo è caratterizzato da deliziose e soavi folate riguardante la frutta fresca e la pertinenza floreale. E così si approcciano al naso costumate nuances di ciliegia, prugna, ribes, mirtilli, lamponi, more, viola, iris e geranio, che si mescolano insieme con sontuosi svolazzi di menta piperita, noce moscata, chiodi di garofano, pepe nero, zenzero, china, grafite, liquirizia, tabacco e goudron. La bocca accoglie come figlio primogenito un sorso irresistibile, asciutto, materico, strutturato, complesso, ficcante, infiltrante, teso, sapido e glicerico. Profondità palatale ben delineata, solida, avviluppante, reattiva e pervasiva. Trama tannica arrotondata. Legno ottimamente integrato. Portamento elegante. Potenzialità di serbevolezza a lunga gittata. Perfetto su un cosciotto di agnello al forno con patate e sui tipici formaggi trentini di malga stagionati.

 

Sede di Conti Bossi Fedrigotti a Rovereto (Tn) – Località Borgo Sacco

Sede di Agricola Masi a Sant’Ambrogio di Valpolicella (Vr)

Via Monteleone, 26 – Località Gargagnago

Tel. 045 6832511 – Fax 045 6832535 – [email protected]

2 commenti

    FRANCESCO MONDELLI

    Un quasi montanaro che pur non sciando ha fatto un ottimo slalom tra i vigneti delle Dolomiti.Vini di gran classe che fanno onore alla regione ma,come amo ripetere,ottimi anche al meridione con la nostra fantastica cucina mare che non capisco come si faccia a non amare FM

    21 Aprile 2022 - 13:44Rispondi

    Enrico Malgi

    Caro Francesco, vado là dove mi porta il cuore, che batte in modo particolare per il Meridione come sai, ma senza trascurare altre eccellenze enogastronomiche sparse per tutto il resto d’Italia. E’ un modo per aggiornarmi e confrontarmi.

    22 Aprile 2022 - 14:50Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.