Vini Conti Zecca

30/5/2020 859
Vini Conti Zecca
Vini Conti Zecca

di Enrico Malgi

La storica e nobile azienda salentina Conti Zecca rappresenta un sicuro ed affidabile punto di riferimento per tutta la viticoltura pugliese ed anche per quella meridionale e nazionale. Una continua escalation che fin dal 1580 ha portato gli attuali proprietari, i fratelli Alcibiade, Francesco, Luciano e Mario Zecca ed il figlio di quest’ultimo Clemente, ad imporsi come leader territoriali. Si dice spesso di un’azienda datata che essa porta avanti tradizione ed innovazione, ma qui è tutto vero non c’è alcun fingimento, perché l’azienda è sempre attenta al cambiamento imposto dai tempi rinnovandosi continuamente con nuove proposte. Così come pure l’ampia produzione vitivinicola si coniuga perfettamente con una qualità sostenibile, che vuole tutelare sia l’ambiente e sia la salute dell’uomo.

Ho assaggiato sei etichette di vini bianchi e rosati, che sono stati lanciati l’anno scorso per la prima volta sul mercato, a un prezzo molto favorevole.

Controetichette vini Conti Zecca
Controetichette vini Conti Zecca

Luna Bianco del Salento Igp 2019.  Blend paritario di Malvasia Bianca e Chardonnay. Lavorazione in acciaio e barriques e poi successivo affinamento in vetro. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 15,00 euro.

Giallo paglierino dorato. Al naso ricordi di mela verde, pera, pesca gialla, albicocca, mandorla, mango, ananas, glicine, zagara e lavanda. Rigurgiti di macchia mediterranea. In bocca fa il suo ingresso un sorso aromatico, vivace, fresco, morbido, accattivante, suadente, elegante e sapido. Progressione gustativa seducente, intrigante ed infiltrante. Palato tenero e ben ritmato, che misura una silhouette affascinante. Finale appagante. Da bere come aperitivo, oppure in abbinamento ad un piatto di linguine ai ricci di mare.

Mendola Fiano del Salento Igp 2019. Soltanto Fiano lavorato in acciaio e poi in vasche di cemento, prima di essere elevato in bottiglia. Tenore alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 11,00 euro.

Colore giallo giovane con riflessi verdolini. L’impatto olfattivi svela pregevoli profumi di mandarino, pesca, susina, melone, erbe aromatiche, fiori bianchi e composite fragranze sapide. Piacevoli le parcelle speziate in sottofondo. Il sorso comunica subito al palato la purezza e la profondità del suo tratto gustativo: morbidezza, freschezza, eleganza e leggerezza. Timbrica soave, scattante e dinamica. Sequenza finale incalzata da un retroaroma persistente e godibile. Su un piatto di vermicelli alle vongole e latticini.

Agapò Moscato Bianco del Salento Igp 2019. Moscato bianco al 100%. Lavorazione in acciaio, vasche di cemento e boccia. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 9,00 euro.

Colore giallo paglierino limpido e splendente. Fragranze che trasmettono al naso tanta buona frutta : pera, pesca, arancia, una spina, litchi, frutto della passione e papaya. Gradevolezza sospirosa di gelsomino, glicine, acacia, giglio, timo, salvia e miele. Palato felicemente coinvolto da un sorso secco, teso, conturbante, aggraziato, aromatico, avvolgente e fine. Tattilità, agile, seducente, armonica e sapida, che esprime così un convincente registro gustativo. Da associare a piatti a base di pesce, cous cous e stuzzichini vari.

Calavento Malvasia del Salento Igp 2019. Malvasia in purezza lavorata in acciaio e vasche di cemento, prima di essere elevata in vetro. Gradazione alcolica di dodici e mezzo.

Colore giallo paglierino sfumato di verde. Naso stuzzicato da agrumi, melone cantalupo, fiorone, nocciola e maracujà. Cadenze floreali e vegetali di buona costumanza, che così alimentano una percezione odorosa affascinante. Attacco in bocca aromatico e vivace, sapido e morbido, fresco e secco. Progressione gustativa dinamica, polposa, minerale, setosa, vellutata, cristallina e mielosa. Disegno finale ottimamente registrato su toni evoluti e godibili. Da preferire sulla classica tajedda di riso, patate e cozze e su una burrata andriese.

Venus Rosato del Salento Igp 2019. Preponderanza di Negroamaro, insieme ad altri vitigni a bacca rossa. Lavorazione del vino sempre in acciaio e vasche di cemento. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 10,00 euro.

Colore rosato melogranato brillante. Generoso e coinvolgente il bouquet, che delizia le narici con i suoi gradevoli profumi fruttati di visciole, melagrana, lamponi, arancia sanguinella e ribes. Tocchi floreali di rosa e di viola. Suadenze vegetali di timo e di salvia. In bocca l’input gustativo si focalizza sukka freschezza . Palato lineare, succoso, seducente, sensuale e sensitivo. Retroaroma leggermente amarognolo, ma piacevole. Su un bel capocollo di Martina Franca e pizza Margherita.

Cantalupi Rosato Salento Igp. Anche qui Negroamaro ed altre varietà a bacca rossa. Fermentazione e maturazione in acciaio e vasche di cemento. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 8,00 euro.

Tipico il colore rosato carico cerasuolo. Al naso smarcate nuances di ciliegia, chinotto, zenzero, pepe rosa, mirto e humus.  Sorso leggero, teso, morbido, godibile. Percezione palatale slanciata, rotonda e complessa, chiusura perfettamente aggraziata. Pesce in guazzetto e risotto allo zafferano.

Un’ottima batteria di vini senz’altro. Vini che hanno acquisito un ulteriore quid dopo la prima sperimentazione dell’anno scorso, consolidando così la loro precedente performance. Il rapporto qualità-prezzo poi è veramente conveniente, tanto da sollecitarne subito l’acquisto.

Sede a Leverano (Le) – Via Cesarea
Tel. 0832 925613 –
[email protected]www.contizecca.it
Enologi: Fernando Romano e Giorgio Marone
Ettari di proprietà: 800, si di cui 320 vitati
Bottiglie prodotte: 2.800.000
Vitigni: Negroamaro, Primitivo, Malvasia Nera e Bianca, Aglianico, Cabernet Sauvignon, Fiano, Malvasia, Moscato, Vermentino e Chardonnay.