Vini Principi di Butera

1/10/2020 1.2 MILA
Vini Principi di Butera
Vini Principi di Butera

di Enrico Malgi

Facendo riferimento all’espansione vitivinicola dell’isola ai tempi attuali c’è da registrare l’arrivo di tante grandi imprese dal nord Italia che hanno acquisito la proprietà di aziende siciliane, facendole così decollare definitivamente.

Una di queste società è stata la Famiglia Zonin che è proprietaria di Principi di Butera dal 1997. Sotto la direzione di Zonin il famoso marchio siculo ha visto espandere e migliorare la sua produzione vitivinicola fino ad arrivare al top.

In questi giorni ho avuto la possibilità di assaggiare cinque etichette aziendali: due rossi, due bianchi e uno spumante, che hanno confermato la validità di questa stretta collaborazione.

Controetichette vini Principi di Butera
Controetichette vini Principi di Butera

Carizza Insolia Sicilia Doc 2019. Insolia in purezza lavorata in acciaio. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo in cantina di 9,50 euro.

Nel bicchiere risalta un bel colore giallo paglierino striato di verde clorofilla. Bouquet decisamente interessante al naso: pera, cantalupo, fichi d’india, clementina, pesca, mango, ananas, gelsomino, ginestra, timo e lavanda. In bocca arriva un sorso fresco, morbido, succoso, elegante e sapido. . Sprint finale delizioso, affascinante ed appagante. Da bere giovane. Consumare su un risotto ai frutti di mare e latticini.

Diamanti Grillo Sicilia Doc 2019. Soltanto Grillo. Maturazione in acciaio. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo in cantina di 9,50 euro.

Colore giallo paglierino luminoso. Al naso essenze di mela, melone, pesca bianca, mandarino, albicocca, pistacchi e mandorle. Rimandi  di zagara, mentuccia, timo, menta, fieno e tè verde. Sorso sorprendentemente secco, rinfrescante, morbido, scorrevole, elegante e tenero. Beva mediterranea, agrumata, mentolata, sapida, cristallina e raffinata. Polpa gentile e succosa. Finale pervasivo ed edonistico. Da spendere su couscous e sarde a beccafico.

Spumante Neroluce Nero D’Avola Brut Sicilia Doc Metodo Martinotti. Solo Nero d’Avola vinificato in bianco. Tasso alcolico di dodici gradi. Prezzo in cantina di 9,50 euro.

Colore giallo paglierino brillante ed affascinante. La spuma è soffice e vaporosa. Ottimo perlage. Il naso è investito da pungenti pertinenze aromatiche che ricordano gli agrumi di Sicilia, insieme con altra frutta locale e poi ancora si evidenziano echi di finocchietto selvatico e fiori bianchi. Gusto fresco, brioso, morbido, agile, gentile e fruttato. Appeal ben delineato su note sapide, eleganti, fini e goliardiche. Il sorso regala così momenti di grande piacevolezza, che sfocia poi in una chiusura ben calibrata e dissetante. Classico spumante da aperitivo e da abbinare anche a crudi di pesce, molluschi e latticini.

Amìra Nero d’Avola Sicilia Doc 2018. Nero d’Avola al 100% lavorato in legno per un anno. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo in cantina di 10,50 euro.

Il Nero d’Avola è il vitigno principe della Sicilia ed è quello più diffuso. Il colore è  rosso rubino giovane e splendente. Spettro aromatico caratterizzato principalmente da predominanti profumi di frutta rossa, in cui primeggia come marker varietale la ciliegia insieme con la fragola . A ruota seguono poi folate di prugna secca, mora, ribes e gelso. E poi ancora ricordi di carruba, timo, salvia, incenso, pepe nero, cannella, vaniglia, tabacco e liquirizia. L’impatto del sorso sulla lingua è bello fresco e morbido, come conferma anche l’affusolata trama tannica. Gusto pieno, rotondo, elegante e bene strutturato. Legno dosato perfettamente. Slancio finale sontuoso e persistente. Diamogli da masticare carne rossa in abbondanza, ma va bene anche in abbinamento ad bel un piatto di pasta al pomodoro.

Butirah Syrah Sicilia Doc 2018. Syrah in purezza che in Sicilia ha trovato il

suo giusto habitat. Maturazione per un anno in legno. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo in cantina di 10,50 euro.

Alla vista si presenta un colore rosso rubino non troppo concentrato. Note di confetture di more e di mirtilli, insieme al tipico profumo di pepe nero. Subito dopo ecco farsi avanti sentori di frutti di bosco, prugna, viola e menta. Giocosità speziate a go go. Umori terziari di cioccolato, cacao, tabacco, ginepro, china, grafite e goudron. Accenno tostato. Timbrica gustativa accattivante, solida, intrigante e balsamica. In bocca il sorso rilascia gradevoli sensazioni di vitalità, di freschezza, di profondità, di sapidità e di finezza ed è poi ricamato da un tannino imperiale. Da associare a pasta al sugo, carne rossa e bianca e zuppa di pesce.

Ottimi vini davvero, di cui non avevo dubbi, che hanno confermato tutta la bontà di questa storica azienda e dell’intera produzione vitivinicola siciliana. Oltretutto i prezzi praticati sono molto convenienti in rapporto alla qualità delle bottiglie.

Sede a Butera (Cl) – Contrada Deliella
Tel. 0934 347726 – 681580 – Fax 0934 34785
[email protected]www.principidibutera.it
Enologo: Antonio Paolo Froio
Ettari di proprietà: 320, di cui 180 vitati – Bottiglie prodotte: 800.000
Vitigni: Nero d’Avola, Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot, Petit Verdot, Insolia, Grillo e Chardonnay.