Vini Tenuta Marino

29/4/2020 842
Vini Tenuta Marino
Vini Tenuta Marino

di Enrico Malgi

Dal punto di vista enologico la provincia di Potenza in Basilicata è certamente più attiva e famosa rispetto a quella di Matera, potendo contare su una varietà autoctona come l’Aglianico che dà sempre grandi risultati. Negli ultimi anni, però, anche nel territorio materano si è sviluppato un forte incremento produttivo grazie ad aziende volenterose e determinate, che fanno leva sulla coltivazione di vitigni non propriamente autoctoni ma mutuati da areali limitrofi, oppure alcune varietà internazionali.

Una di queste aziende è senz’altro quella biologica di Tenuta Marino di Francesco Marino di San Giorgio Lucano, nel Parco Nazionale del Pollino a 500 metri di altezza, seguita dall’enologo Fabio Mecca.

Sono sette le etichette in commercio, di cui quattro di esse sono state oggetto della mia ultima degustazione.

Controetichette vini Tenuta Marino
Controetichette vini Tenuta Marino

Terra Aspra Greco Matera Dop 2018. Soltanto Greco lavorato in acciaio. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 14,00 euro più iva.

Interessante colore giallo paglierino nel bicchiere. Spettro aromatico intensamente profumato di drupe come la pera, la mela e la pesca gialla, incastonate a profusioni fruttate di matrice esotica. Percezioni olfattive di fiori bianchi. Il sorso in bocca esordisce con voluttuosi ricordi di freschezza, sapidità, tonicità e dinamismo. Sviluppo palatale agile, scorrevole, arioso, felpato, seducente e bene amalgamato. Vibrazioni succose e polpose. Chiusura godibile e leggermente ammandorlata. Su un risotto ai funghi porcini e latticini.

Terra Aspra Bianco Basilicata Igp 2016. Aglianico vinificato in bianco. Acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 19,00 euro, più iva. L’Aglianico vinificato in bianco non è affatto una novità, perché altre aziende del Sud già lo sperimentano con buoni esiti.

Colore giallo paglierino limpido e luminoso. Al naso si svela un bouquet ricco e sfaccettato, che regala fascinosi sentori di frutta fresca nostrana e tropicale, rivoli floreali di acacia, ginestra e mughetto e sentori speziati in sottofondo. Soffi vegetali. In bocca fa il suo ingresso un sorso pulito, elegante, morbido e sapido. Silhouette slanciata, accattivante e ben definita. Tensione gustativa segnata da un’ottima personalità e che focalizza il suo appeal su toni evoluti e convincenti. Retroaroma gradevole ed appagante. Un’altra prova superata dall’Aglianico vinificato in bianco, che non finisce mai di stupire. Da abbinare ad un piatto di baccalà con patate e carne bianca.

Terra Aspra Primitivo Matera Igp 2011. Primitivo in purezza lavorato in acciaio e legno per oltre un anno. Tasso alcolico di quindici gradi. Prezzo finale di 22,00 euro, più iva.

Scintillante il colore rosso rubino scuro, che vira verso il granato. Cifra aromatica affastellata da un ottimo caleidoscopio profumato di ciliegia, mirtilli, ribes, fragola, una passa e funghi. Palpiti di erbe mediterranee. Essenze di cannella, chiodi di garofano, pepe nero, cuoio e liquirizia. Pulsazioni minerali. Lieve sentore di tostato. Sorso caparbio, caldo, pimpante, sensuale ed avvolgente. Gusto pieno, deciso, morbido, sapido e rotondo. Il palato si segnala per un cotè rigoroso, sensuale, elegante, fine e teso. Tannini niente affatto invadenti. Chiusura da incorniciare. Piatti forti a base di carne e formaggi stagionati.

Terra Aspra Rosso Basilicata Igp 2010. Aglianico al 100% lavorato in acciaio, maturato in botti di rovere per un anno e poi elevazione in vetro per quattro mesi. Tenore alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di 20,00 euro, più iva.

Clore rosso densamente scuro. Al naso salgono complessi profumi di frutta piccola e media: prugna, amarena, mora, ribes e mirtilli in modo particolare. Essenze floreali di violetta. Slanci speziati di buona sostanza. Cadenze ottimamente tostate. Voluttuose chiose terziarie di carruba, eucalipto, incenso, china, ginepro, grafite, tabacco e catrame. La bocca riceve un sorso caldo, corposo, materico, avvolgente, armonico e tagliente. Portamento austero. Timbro terroso. Trama tannica talentuosa. Pregnanza gustativa scattante, intrigante  che sfocia poi in un finale appassionato, lungo ed appagante. Da preferire su carni arrosto, selvaggina e formaggi stagionati.

Sede a San Giorgio Lucano (Mt) – Contrada Piano delle Rose
Tel e fax 0835 815978
[email protected]www.tenutamarino.it
Enologo: Fabio Mecca
Ettari vitati: 26 – Bottiglie prodotte: 100.000
Vitigni: Aglianico, Primitivo, Merlot, Syrah e Greco.