Vini Tenute Salentine – Nuove annate

14/7/2021 302
Vini Tenute Salentine
Vini Tenute Salentine

di Enrico Malgi

Ecco qui un’azienda vinicola pugliese specializzata soprattutto nella produzione di vini confezionati col Primitivo, anche se non disdegna di coltivare altri due tipici vitigni salentini come il Negroamaro e la Malvasia nera. Si tratta di Tenute Salentine dei fratelli Mario e Francesco Marinelli di Carosino nel Tarantino, che hanno affidato la consulenza enologica al bravo enologo lucano Fabio Mecca.

Quattro le bottiglie degustate nel frangente: un rosato e tre rossi.

Controetichette vini Tenute Salentine
Controetichette vini Tenute Salentine

Principe Rosato Primitivo Salento Igp 2019. Soltanto Primitivo maturato in acciaio. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 10.00 euro.

Colore rosato corallino brillante. Il bouquet svela subito al naso i suoi intensi e variegati profumi di amarena, ribes, petali di rosa e violetta. Cadenze di macchia mediterranea. In bocca entra un sorso pulito, gentile, calmo, puro, fresco, morbido, sapido e fruttato. Silhouette snella, elegante, aggraziata e seducente. Allungo finale equilibrato ed appagante. Da abbinare ad una pizza margherita e pesce in guazzetto.

Cantùni Salice Salentino Doc 2019. Classico blend di Negroamaro all’85% e saldo di Malvasia nera. Affinamento in legno per un anno. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 15,00 euro.

Nel bicchiere si staglia un nitido colore rosso rubino giovane e leggermente porporato. Spettro aromatico ricco di voluttuose percezioni olfattive di tanta buona frutta fresca, in modo particolare visciole, mirtilli e lamponi. Svolazzi di fiori rossi. Pregevoli gli afflati speziati e terziari di ottima caratura. In bocca penetra un sorso asciutto, teso, glicerico, strutturato, arioso e balsamico. Sviluppo palatale sublimato da un gusto carezzevole, vitale ed evoluto. Tannini suadenti. Buona serbevolezza. Chiusura ben ricamata e leggermente amarognola. Da spendere su un tagliere di salumi pugliesi e/o su una zuppa di pesce.

76 Monete Primitivo di Manduria Doc 2019. Primitivo in purezza lavorato in acciaio e legno nuovo per un anno. Tenore alcolico di quindici gradi. Prezzo finale di 20,00 euro.

Tonalità di un rosso rubino lucente. Profilo aromatico invitante ed intrigante, laddove un pot pourri di ottimi profumi va a sedurre le narici. In primis  percezioni di frutta a go go: ciliegia, prugna, cassis e mora. Subito dopo ecco emergere umori floreali, insieme a credenziali iodate e/o ad una tessitura prettamente speziata. In bocca esordisce un sorso caldo, voluminoso, potente, esuberante e vigoroso. Un’ottima spalla acida alimenta poi una beva molto fresca. Tannini educati. Palato comunque morbido e perfino elegante nel suo incedere sicuro. Longevità a lunga scadenza. Da preferire su un piatto di pasta al sugo e capocollo di Martina Franca.

76 Appassimento Rosso Salento Igp 2020. Primitivo al 100% fatto appassire sulla pianta e quindi lavorato prima in acciaio e poi affinato in legno nuovo per otto mesi. Alcolicità di quindici gradi, più tre. Prezzo finale di 25,00 euro.

Bicchiere tinto da un colore rosso rubino scuro. Al cospetto del naso si presenta un coreografico crogiolo di sospirosi profumi di ciliegia, confettura di prugna, sottobosco e fiori appassiti, intrecciati a pulsazioni speziate. Cadenzate e seducenti poi le percezioni olfattive di cioccolato fondente, balsamo, liquirizia e goudron. Una bocca larga ed accogliente riceve un sorso caldo, abbondante, etereo, corposo, penetrante e vibrante di energia. Ampiezza gustativa sorretta da una calibrata e sensuale morbidezza, parimenti ad una tattilità dolce e non dolce, ma sicuramente niente affatto stucchevole, aiutata in questo anche da un guizzo di rinfrescante acidità. Tannini ben calibrati. Ottima serbevolezza. Retroaroma godurioso. Vino versatile che può accompagnare carni e formaggi, ma anche pasticceria e frutta secca.

 

Sede a Carosino (Ta) – Via Alcide De Gasperi, 10

Tel. 099 5900431

Enologo: Fabio Mecca

Bottiglie prodotte: 50.000

Vitigni: Primitivo, Negroamaro e Malvasia nera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.