Vinòforum Class, 26 novembre | Stadio di Domiziano. Grandi etichette italiane, champagne e archeologia: Il vino incontra la storia

24/11/2018 602
Vinoforum Class 2018
Vinoforum Class 2018

Sarà eccellenza la parola d’ordine di Vinòforum Class, l’esclusivo appuntamento firmato Vinòforum che lunedì 26 novembre trasformerà l’area archeologica dello Stadio di Domiziano (via di Tor Sanguigna, 3, a Roma) in una vera e propria cattedrale del vino, con alcuni dei più iconici prodotti enologici dal Barolo allo Champagne. Oltre 130 in tutto le etichette d’alta gamma che sarà possibile degustare dalle ore 16.00 alle ore 23.00, alla presenza di 82 prestigiose cantine tra le migliori in Italia e all’estero. Una top wine selection protagonista di banchi d’assaggio e degustazioni guidate che avranno il principale obiettivo di promuovere il business del settore enogastronomico con alcune delle aziende presenti nel network di Vinòforum.

Anche in questa sesta edizione – spiega Emiliano De Venuti, CEO di Vinòforum – intendiamo offrire ai produttori scelti un’occasione mirata prevalentemente agli affari e dunque concepita come momento di incontro dedicato ai player del settore e ad un pubblico selezionato. Il tutto sfruttando una cornice di grande fascino che, a differenza dei soliti circuiti, esalti la componente emozionale dell’universo vino e la sua capacità di abbinarsi all’arte e all’archeologia. In tal senso, lo Stadio di Domiziano è perfetto, perché grazie al suo fascino è in grado di regalare un’esperienza di assaggio unica”.

Stadio di Domiziano
Stadio di Domiziano

Circondanti da una location prestigiosa per valore storico e architettonico, sarà dunque possibile degustare grandi Champagne – come quelli delle Maison più importanti al mondo Dom Pérignon, Krug, Veuve Clicquot, Moët & Chandon, Ruinart – pregiate bollicine italiane, vini bianchi, rossi e dolci. Per la prima volta verrà dedicato uno spazio esclusivo anche agli oli extravergini di oliva provenienti da diverse regioni italiane e ai prodotti gastronomici di aziende top (Ferrarelle, Capecchi, Vania Barthelemy, Fiasconaro, Danesi) in una sorta di ‘viaggio multi-sensoriale’ che prevede assaggi liberi e masterclass.

Diversi i momenti tecnici previsti nel corso dell’evento.

Si comincia dallo Champagne Taittinger, protagonista del tasting guidato da Marco Reitano, Chef Sommelier del ristorante tre stelle Michelin La Pergola e Chevalier de l’Ordre des Coteaux de Champagne (ore 18.30). Nei calici tre vini di assoluta eleganza: Champagne Brut Prélude Grands Crus; Champagne Brut Les Folies de la Marquetterie; Cuvée Comtes de Champagne 2006.

Alle 20.30, invece, riflettori puntati su sua maestà Barolo dell’azienda vitivinicola Giacomo Conterno nella degustazione guidata da Roberto Conterno, spalleggiato dal Sommelier Marco Reitano: sarà un excursus imperdibile che vedrà susseguirsi Barolo Docg Cascina Francia 1999; Barolo Docg Cascina Francia 2006; Barolo Docg Cascina Francia 2012; Gattinara Docg 2015; Vigna ValferanaGattinara Docg 2014; Vigna Molsino Gattinara Docg 2014.

Vinoforum Class
Vinoforum Class

Per l’olio, in programmazione tre incontri di formazione, condotti da Simona Cognoli, per riconoscere le caratteristiche distintive della qualità di un extravergine, ma anche per conoscere i valori e i principi che tracciano l’unico futuro possibile e vincente per l’olivicoltura italiana, come la tutela della biodiversità, il rispetto del territorio, la cura del paesaggio e l’innovazione tecnologica.

Si inizia alle ore 18.00 con “Ricerca, innovazione tecnologica e visione del futuro”, che vedrà protagonisti gli oli di Accademia Olearia, Fèlsina e OlioCru; si prosegue (ore 19.30) con le “Nuove realtà investono in un’olivicoltura d’eccellenza” con gli oli di Gariga Sardinian Evoo, Olio Abbraccio, Tenuta Vasadonna e Tenimenti Marotta; si chiude alle 19.30 con le “Grandi famiglie che hanno fatto la storia dell’extravergine di qualità”. In assaggio gli oli di Marchesi Frescobaldi, Olio Traldi, Titone Azienda Biologica.

Il caffè sarà invece protagonista di due sessioni di degustazione: “La Qualità sensoriale del caffè” (ore 19.00), guidata da Ilaria Danesi e Martina Barbardi, in cui si parlerà dei fattori che influenzano la qualità del caffè, con una particolare attenzione all’Espresso Italiano; a seguire (ore 20.00), “Metodi di Estrazione del Caffè – Modalità ed attrezzature”, con la guida di Dario Fociani di “Faro – Luminari del Caffè”.

Il focus sull’eccellenza di Vinòforum Class è confermato anche dai materiali di servizio, che quest’anno sono targati Mamafè, una delle aziende artigianali del settore più attente al design e all’innovazione nei materiali.

L’accesso all’evento, per operatori e stampa di settore, sarà consentito solo su invito. Per il pubblico di appassionati è disponibile un limitatissimo numero di carnet degustazioni sul sito internet www.vinoforumclass.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.