Ada Franzesi di Ravello, arts and food: piatti d’autore per i piatti da chef

Letture: 525
Ada Franzesi e sullo sfondo la superba Ravello
Ada Franzesi e sullo sfondo la superba Ravello

di Francesca Faratro

Questa che vi racconto è la storia di una passione, del sogno di una giovane ragazza che a soli 22 anni si è innamorata di qualcosa che parlasse della sua terra mettendone in risalto i sapori ed i colori .

Ada mentre dipinge nella sua soffitta
Ada mentre dipinge nella sua soffitta

Lei è Ada Franzesi, in arte “Ada di Ravello”.

Originaria di Salerno, con la sua pelle olivastra e la lunga chioma castana, durante la propria adolescenza ha deciso di sostituire le bambole con piatti di ceramica da decorare e poi riempire con il miglior cibo di qualità.

Decorazione di un piatto
Decorazione di un piatto

E giorno dopo giorno, quelli che rappresentavano per lei i giochi preferiti, sono diventati la sua più grande ambizione, un vero connubio fatto di ceramica di Vietri e prodotti tipici della Costiera tutta.

Piatto decorato a mano
Piatto decorato a mano

Classe ‘94, cresciuta nella superba Ravello ma residente a Scala, dopo aver conseguito il diploma si trasferisce a Bologna dove attualmente è iscritta al DAMS.

Ada, proveniente da una famiglia di ceramisti, riscopre la sua passione presso il laboratorio di papà Francesco, una vecchia soffitta che sovrasta i paesi costieri affacciandosi, prorompente, su tutta Ravello, il paese preferito da Ada, tanto che ha deciso di identificarsi proprio con il nome di questo luogo “del cuore”, associandolo al suo e diventando “Ada di Ravello”.

 

La sua è una filosofia giovane e nuova, rivolta a strutture ricettive che sappiano associare la ceramica con la gastronomia locale, binomio perfetto, fatto di due elementi che si esaltano a vicenda; l’argilla decorata esalta i colori degli ingredienti, per un piatto, a doppia regola d’arte!

Ada per le sue creazioni, si ispira ai disegni della celebre artista Ernestine ed in particolar modo ne conserva gelosamente le bozze originali ereditate da nonno Pasquale, che dopo trent’anni di collaborazione presso il laboratorio della ceramista americana, ha saputo custodirle ed affidarle poi a sua nipote.

Un lavoro quindi di progettazione e rivisitazione senza tralasciare la caratteristica che contraddistingue la ceramica di Ada di Ravello. Stiamo parlando della tecnica “craquelee”, ottenuta con l’utilizzo di una speciale cristallina applicata sul colore, la quale dona al prodotto finale, un tipico effetto “crepato”.

Tazzine di caffeÌ con piattino di ceramica
Tazzine di caffeÌ con piattino di ceramica

Ma la giovane artista, si è saputa far spazio anche nel campo della gastronomia, formandosi e accrescendo la sua cultura per il cibo di qualità. Dalla voglia di crescere in cucina e ricercarne i particolari, Ada si è messa in gioco con corso ed eventi gastronomici che l’hanno vista anche al fianco dello chef Rocco Iannone del ristorante Pappacarbone di Cava dei Tirreni, ai fornelli degli Internazionali di tennis a Roma e al Forte Village Resort in Sardegna.

Ada di Ravello con lo chef Rocco Iennaco di Pappacarbone
Ada di Ravello con lo chef Rocco Iennaco di Pappacarbone

Ci siamo recati nel suo laboratorio e dopo aver scelto piatti e fondine, Ada ci ha ospitati nella sua cucina per assistere alla creazione di un menù appositamente creato per l’occasione, con una serie di proposte che raccontassero, attraverso varie portate, di quello che, nato per curiosità, è diventato uno stile di vita!

 

  • “TRADIZIONE”

Biscotto di Agerola su letto di rucola e cipolle con cuore di bue.

TRADIZIONE- Biscotto di Agerola su letto di rucola e cipolle con cuore di bue
TRADIZIONE- Biscotto di Agerola su letto di rucola e cipolle con cuore di bue
  • “SAPORI DELLA COSTA”

Provola di Tramonti in fogli di sfusato amalfitano.

SAPORI DELLA COSTA - Provola di Tramonti in foglie di sfusato amalfitano
SAPORI DELLA COSTA – Provola di Tramonti in foglie di sfusato amalfitano
Ada mentre prepara la provola in fooglie di limoni
Ada mentre prepara la provola in fooglie di limoni

 

  • “DAL MARE AI MONTI”

Mafalde con alici salate e noci con pomodorini del pendolo.

DAL MARE AI MONTI-  Mafalde con alici salate e noci
DAL MARE AI MONTI- Mafalde con alici salate e noci
  • “FIOR DI FANTASIA”

Quenelle di ricotta di pecora con granella di pistacchi salati e zucchero di canna.

FIOR DI FANTASIA- Quenelle di ricotta di pecora con granella di pistacchi salati e zucchero di canna
FIOR DI FANTASIA- Quenelle di ricotta di pecora con granella di pistacchi salati e zucchero di canna

Per la prossima estate è disponibile un progetto rivolto agli appassionati di ceramica e gastonomia, mirato ad accompagnarli, sotto l’attenta guida di Ada, attraverso un percorso che parte dalla progettazione e dalla creazione dei pezzi di argilla per poi arrivare ai fornelli e sperimentare la cucina locale per un programma a tutta arte…made in Costa d’Amalfi!

 

PUNTI VENDITA

 

  • Bookshop di Villa Rufolo, RAVELLO
  • “Brick a Brack”, Piazza Duomo, RAVELLO

 

  • “Scuderia del Duca”, Piazza Duomo, AMALFI

 

  • “Contemporary Shop”, Piazza dei Dogi, AMALFI

 

  • Hotel “Monastero Santa Rosa”, CONCA DEI MARINI

 

  • “Gip Arte”, Via dei Mercanti, 92 SALERNO

 

  • Ristorante “I Pesciolini”, Corso di Porta Romana, 51, MILANO

 

ADA di RAVELLO

 

info@adadiravello.it

Officina Ceramica

Via Fra Gerardo Sasso, 6

84010- Scala (SA)

Tel. 3408495351