Carteggio Aglianico del Vulture 2003 doc

Letture: 105

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Naturalmente i rossi in acciaio sono sempre meno interessanti di quelli passati in legno, cosa che invece per quanto riguarda in bianchi non è affatto scontata. Quando però la frutta è buona, la vinificazione senza fronzoli consente di esaltare al meglio le caratteristiche dell’annata e del vitigno predisponendo il bicchiere alla pronta beva e lasciando l’addomesticamento dei tannini più selvatici solamente allo scorrere del tempo. Proviamo allora questo rosso base della Cantina Sociale del Vulture e restiamo colpiti dai sentori vivi, intensi e persistenti di frutta rossa a cui segue qualche nota speziata e un sottofondo di tabacco. La beva è fresca, di corpo, molto vivace, è un vino nato per morire sui piatti di carne al forno o alla brace, o anche sui primi di pasta fresca condita con i ragù abbastanza robusti oltre che sui pecorini freschi. Ma vorrei considerare con voi il costo: burocraticamente rientra nella fascia tra 5 e 10, ma il prezzo in uscita dall’azienda è di soli 5 euro più Iva. Capito? Questa è la trincea del vino italiano.

Sede a Rionero in Vulture, Località San Francesco
Tel. 0972.721062
Enologo: Cristoforo Pastore
Bottiglie prodotte: 190.000
Ettari: 57 di proprietà
Vitigni: aglianico, malvasia, moscato