Arancine dolci siciliane Aruci Meli al profumo di zagara

Letture: 204
Arancine Aruci Meli al profumo di zagara
Arancine Aruci Meli al profumo di zagara

Vi proponiamo la ricetta di Laura Scollo di arancine dolci al profumo di zagara.

L’Arancina è Fimmina e certi voti eni macari Aruci!

Arancine Aruci Meli al profumo di zagara, gli ingredienti
Arancine Aruci Meli al profumo di zagara, gli ingredienti

 

Arancine Aruci Meli al profumo di zagara, le fasi di preparazione
Arancine Aruci Meli al profumo di zagara, le fasi di preparazione

 

Arancine Aruci Meli al profumo di zagara
Arancine Aruci Meli al profumo di zagara

Arancine Aruci Meli al profumo di zagara

Di

Ingredienti per 20 persone

  • 1kg di riso
  • 200 gr di zucchero semolato
  • 4 uova
  • un pizzico di sale
  • olio
  • 500 gr di Ricotta di Pecora dei Monti Iblei
  • 3 bacchette di cannella
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere
  • 100 gr di Pan grattato
  • 250 gr di cioccolata fondente di Modica

Preparazione

Versate in una pentola 750 ml d'acqua nella quale inserirete le bacchette di cannella e la scorzetta di limone.

Lasciate bollire una ventina di minuti.

Quindi tostate il riso con il burro in una padella antiaderente e sfumate gradualmente con il fumetto di cui sopra.

Aggiungete due cucchiai di zucchero semolato, continuate a mescolare lentamente con un cucchiaio di legno e, terminata la cottura, lasciate raffreddare completamente il riso su un piano di marmo.

Quando il riso si sarà raffreddato completamente inseritelo in una bacinella.

Incorporate due uova, la ricotta, 100g di zucchero, una cucchiaio di cannella in polvere e la scorzetta d'arancia e limone.

Lasciate riposare il composto un'ora.

Mettete uno strato di riso sul palmo della mano in modo da formare un incavo al centro e collocate un pezzetto di cioccolato fondente di Modica. Richiudete con un altro po’ di riso e create l'arancina.
Sbattete due uova.

Quindi passate le arancine prima nelle uova e successivamente nel pangrattato.

Una volta completata l’operazione di panatura, friggere poco per volta le arancine in abbondante olio caldo, rigirandole di tanto in tanto fino a farle dorare.

Riponetele su carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso. Quando le arancine si saranno intiepidite, rotolatele nello zucchero semolato.

Servitele tiepide con del miele di Zagara d'Arancio.

Vini abbinati: Passito di Pantelleria Ben Ryé di Donnafugata