Marco Palvetti (Salvatore Conte di “Gomorra – La serie”) si racconta a tavola….

Letture: 528
Marco Palvetti

di Ilaria Pipola

Lo conosciamo come Salvatore Conte della serie tv andata in onda su Sky “Gomorra – La serie”, ma lui è il talentuoso Marco Palvetti. La sua bravura e la sua passione per la recitazione si intuiscono subito vedendo l’eccelsa interpretazione del personaggio di Salvatore Conte, così  lontano, come afferma Marco, dalla sua personalità. In effetti è così, Marco è un ragazzo gentilissimo, molto disponibile, con valori saldi e veramente simpatico, che, anche se è sull’onda della fama e del successo, è rimasto con i piedi per terra.

Ventiseienne nato a Pollena Trocchia (Na), già da piccolo inizia ad innamorarsi della recitazione, cominciando con recite e cortometraggi a scuola e accorgendosi così dell’interesse per questa professione, anche se lui per tredici anni si dedica prevalentemente all’altra sua passione: il calcio.

Si trasferisce a Roma a 18 anni per frequentare l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Diplomato nel 2010 inizia la sua carriera teatrale per arrivare nel 2014 ad essere uno dei protagonisti di “Gomorra – La serie”.

Più che un’intervista sulla serie e sulla sua professione di attore, visto il contesto, qui cerchiamo di conoscere il suo rapporto con il cibo.

Napoletano, appassionato di cucina, ci racconta subito che uno dei ricordi più belli da bambino legato al cibo era l’appuntamento domenicale del pranzo per incontrare nonni, zii e cugini. Un rito molto sentito al Sud, una scusa per ritrovarsi e stare insieme con la famiglia, tra bontà gastronomiche uniche e deliziose. Marco ricorda benissimo un piatto in particolare, diventato anche il suon preferito: Melanzane Ripiene Fritte della nonna e della mamma.

E’ molto attento al mangiare bene, cura la sua alimentazione. Curioso di assaggiare sempre sapori nuovi, si cementa anche in cucina, dando sfogo alla sua creatività nell’inventare piatti con gli ingredienti che in quel momento ha sotto mano. Il suo ingrediente preferito? L’erba cipollina e le cipolle in generale. Ama molto cucinare per gli amici e soprattutto per la sua ragazza, con cui si ritaglia spesso momenti speciali con cenette romantiche effetto sorpresa, anche per la realizzazione del menù.

Quando riesce ad andare a cena fuori, oltre al cibo, nota molto l’atmosfera del ristorante, i dettagli e i particolari, che fanno la differenza per la scelta di un locale piuttosto che un altro. Anche il vino è di suo gradimento, soprattutto quello rosso, ma lui predilige più la birra, anche “lei” rossa, per accompagnare i sapori salati, che preferisce a quelli dolci.

Sul set in Italia di “Gomorra – La serie”, ci racconta, si mangiava quello che c’era, dai classici cestini a piatti fatti apposta per lo staff, ma quello che lo ha più colpito è l’accoglienza avuta a Barcellona (Salvatore Conte vive anche lì!), dove ha girato la maggior parte delle scene. Gli spagnoli hanno preparato per loro un grandissimo buffet pieno di prelibatezze del territorio e Marco in particolare è stato affascinato dalla bontà del loro famoso e costosissimo prosciutto “Pata Negra”.

Alla domanda un po’ piccante su cosa pensa del rapporto sesso-cibo risponde sorridendo che è il binomio più bello che esista: un uomo e una donna si incontrano prima a tavola e poi proseguono la serata. I gesti nel guardare, nel mangiare, nel piacere di assaporare il cibo, nel gustarlo….sono simili al sesso.

Quindi se volete conquistare Salvatore Conte a tavola, questi sono i consigli da seguire e per rimanere tranquilli…..è meglio per tutti seguirli!

2 commenti

  • anna baccanico

    (17 luglio 2014 - 23:30)

    Sei bravissimo marco. Ti auguro tanta fortuna nella vita

  • anna baccanico

    (17 luglio 2014 - 23:32)

    Marco sei bravissimo! Ti auguro tanta fortuna e successo!

I commenti sono chiusi.