Mozzarella di bufala: guida a caseifici di Paestum e della Piana del Sele dove comprare buono e sicuro

Letture: 8800
mozzarella di bufala
Mozzarella di bufala (Foto Francesca Fanny Marino)

di Barbara Guerra

Una lunga tradizione di allevamenti di bufale, una sorprendente concentrazione di caseifici che propongono una mozzarella di bufala campana dop di grande qualità. Passare per questi territori non può non prevedere obbligatoriamente un’altra visita: quella ad un caseificio di produzione della mozzarella dop. Una serie di indirizzi per delle visite, meglio se prenotate in anticipo.

Caseificio Barlotti
Via Torre di Paestum, tel. 0828 811146
.
A pochi passi dalle antiche mura e dal mare, le bufale dell’azienda Barlotti vengono accarezzate dalle fresche brezze marine e dalla tiepida aria che emana il tufo pestano. Ogni giorno è possibile svolgere visite guidate, osservare la produzione della mozzarella, degustare direttamente in azienda gelati, yogurt, dolci e piatti a base di ricotta, mozzarella di bufala campana e carne di bufalo. Il degutazione, oltre alla mozzarella di bufala campana ed agli altri prodotti a latte di bufala, troverete una selezionata presenza di prodotti enogastronomici del territorio, da acquistare o consumare direttamente in azienda.

Caseificio Di Lascio
Contrada Cerro – Ponte Barizzo, tel. 0828 871253
Uno dei primi caseifici di Paestum che lega la sua storia a quella dell’intera comunità, di bambini che crescendo diventano uomini amanti del proprio territorio e dei tanti turisti che a partire dagli anni 60 hanno scoperto l’oro bianco grazie a questa storica azienda. Il caseificio Di Lascio ogni giorno produce ed esporta mozzarella di bufala campana, ricotta e formaggi a latte di bufala. L’azienda è una sosta per acquistare la mozzarella di bufala campana, prodotti tipici del territorio e rifocillarsi con una degustazione oppure un gustosissimo panino ripieno di tante bontà pestane!

La Fattoria del Casaro
via Licinella 5, tel. 0828 722704

Immerso in un parco di ulivi secolari, dove si può anche sostare con il camper, vi aspetterà un funzionale allevamento di bufale ed un caseificio che ogni giorno ne trasforma il latte e ne ricava mozzarelle di bufala, ricotta e formaggi. E’ possibile fermarsi in questa oasi di pace a pochi passi dalle mura di Paestum per scegliere anche tanti prodotti tipici alcuni sempre di propria produzione ed anche per gustare direttamente sul posto il “piatto del casaro” ricco di prodotti aziendali e biologici.

Rivabianca
Km. 93 Strada Statale 18, tel. 0828 724030
.
Ogni nuova giornata si apre all’insegna della passione per il proprio lavoro e con la continua voglia di realizzare tutte le mattine prodotti di grande qualità e carattere. Ogni giorno è possibile, prenotando, svolgere visite guidate sia al moderno allevamento che assistere alla produzione della mozzarella di bufala campana, inoltre si può  accedere al bar aziendale ed assaggiare tanti prodotti tra cui, nella bella stagione, il gelato di bufala realizzato con il latte della cooperativa da Di Matteo di Torchiara, riconosciuto come uno dei migliori gelati artigianali, tradizionale ed innovativo aromatizzato con cru di cacao 75% (Cuba, Madagascar, Equador e Sãotomé) oltre a vari gusti con protagonisti la ricotta di bufala , fichi caramellati, arancia fresca e chinotti canditi.

 

Caseificio Salati
Via Linora, tel. 0828 721094.
Situato a poca distanza dal mare con l’allevamento di bufale contiguo al caseificio, l’azienda Salati produce ogni giorno mozzarella di bufala campana, ricotta di bufala, provole affumicate e vari tipi di formaggi. E’ possibile visitare la produzione e l’allevamento ma è sempre consigliabile la prenotazione in particolare per i gruppi. All’interno dell’azienda anche un punto degustazione presso il quale è possibile assaggiare subito le bianche bontà.

Caseificio Torricelle
Via Torricelle 1, tel. 0828 811318.
Azienda nata negli anni ‘90 che esprime in ogni suo prodotto la passione per il territorio e la voglia di realizzare ogni giorno mozzarelle di bufala di alta qualità. Situato in piena campagna con l’allevamento a poca distanza, ospita su prenotazioni gruppi ma è possibile sempre dare un’occhiata ai maestri casari che preparano ogni mattina il formaggio più amato del mondo. In estate, oltre a tutti i prodotti aziendali quali mozzarella, ricotta, provole e formaggi, è possibile degustare il gelato a latte di bufala in vari gusti.

Caseificio Mail
Via delle Industrie 81, Bellizzi, Tel. 0828 52548
La famiglia Raimondo è un tassello importante della storia della produzione della mozzarella di bufala campana nella Piana del Sele. Nei anni ‘20 il patriarca di questa famiglia si trasferisce dall’area casertana a Paestum per “insegnare” a produrre la mozzarella, che ancora non conosceva in questa area una grande diffusione. L’elegante caseificio, attualmente uno dei più ariosi e tecnologicamente avanzati del salernitano offre dal punto vendita un’ampia vista sulla produzione ed accoglie piccoli gruppi in visita su prenotazione. Da provare la “razione” cioè il formato da 125 grammi e la ricotta cremosa e dolce.

Caseificio Polito
Via Mattine, Agropoli, Tel. 0974 1848005
Un caseificio moderno e di nuova concezione, creato dai fratelli Polito, appunto. Francesco si occupa della gestione e Nicola ha la responsabilità di produrre ogni giorno, ricotte ed altri formaggi, rigorosamente con latte di bufala certificato e proveniente in larga parte dal loro allevamento. La distribuzione è basata solo su punti vendita diretti e, nello spaccio aziendale sulla strada per Agropoli, si potrà assistere tutte le mattine alla produzione, tutto ben visibile grazie all’ampia vetrata che non cela le fasi della lavorazione. Ospita su prenotazione anche gruppi che desiderano visitare l’allevamento di bufale.

Caseificio Taverna Penta
Via A. Conforti 1, Pontecagnano, Tel. 089 383268
.
La famiglia Morese è sinonimo di bufale nella Piana del Sele. La lunga tradizione dell’Azienda che risale al 1600 ed il continuo aggiornamento tecnologico, che il proprietario persegue in tutte le fasi del ciclo dall’allevamento del bestiame, alla coltivazione dei foraggi per l’alimentazione fino alla trasformazione del latte prodotto, consentono di ottenere una mozzarella di elevata qualità.

Caseificio la Cilentana
Strada Provinciale 262, Eboli Tel. 0828 347254
Storici produttori di latte di bufala, da qualche anno in questa nuova avventura da trasformatori. Bello e moderno la struttura del caseificio, da provare oltre all’immancabile bocconcino mozzato a mano anche dei formaggi a latte di bufala stagionati e la scamorza aromatizzata agli agrumi. Nel punto vendita aziendale è possibile osservare sempre la produzione e su prenotazione anche la visita per piccoli gruppi. Per la produzione viene usata principalmente il latte del proprio grande allevamento che viene trasformato anche in gelati e yogurt da consumare direttamente per rendere ancora più golosa la sosta.

13 commenti

  • Lucio Pizzolla

    (25 aprile 2013 - 11:34)

    Mi meraviglia la mancanza nell’elenco del caseificio “Vannullo”.
    Data la notorietà dell’azienza vorrei sapere se c’è un motivo specifico.

    • voria gianfranco

      (26 marzo 2014 - 13:45)

      Manca anche La Perla mi meraviglio!!!E’ buonissima!!

  • Albert

    (25 aprile 2013 - 18:05)

    Il caseificio in questione non è DOP

    • maddalena

      (26 marzo 2014 - 10:27)

      Forse bisognerebbe spiegare cos’è il marchio DOP, qual è il disciplinare e soprattutto – se non altro per amor di onestà – scrivere perché alcuni caseifici “eccellenti” hanno preferito rinunciare al marchio…..
      http://www.serviziopubblico.it/servizio_pubblico_piu/2013/06/20/news/una_vera_bufala.html
      Minuto 1:00:58
      ATTENZIONE: non facciamoci impressionare dalla vicenda mandata! Ci sono moltissime aziende, più o meno artigianali, che offrono un prodotto di qualità ottima. Conosco bene quella di Paestum e vale il viaggio per andarla a comprare.

      • maddalena

        (26 marzo 2014 - 10:28)

        Chiedo scusa mi riferivo alla “vicenda Mandara”. il T9 ha modificato la parola.

  • Mimmo

    (25 marzo 2014 - 20:35)

    Io non faccio nomi di caseifici: sono tutti ottimi. Mi meraviglia la mancanza di menzione di caseifici operanti in Battipaglia unanimamente riconosciuta la patria della mozzarella. Davvero una grave pecca. Gradirei una risposta!

  • GrAnt

    (25 marzo 2014 - 22:39)

    …tra Vannullo, Mail, Taverna Penta ed Il Granato… ad ognuno per proprio gusto, queste le migliori… fidatevi!

  • francesco

    (25 marzo 2014 - 23:47)

    Illustrissimo prof. Pignataro, mi perdoni, non intendo assolutamente contraddire uno dei più seri, ammirati e magistrali conoscitori della cultura enogastronomica italiana e meridionale in particolar modo (ovviamente Lei), ma voglio interpretare la famigerata frase della sig.ra Emma: “distinguersi dovrebbe essere per meriti e non per iscrizione a pagamento……..” che giustamente ha imposto la Sua puntuale, dotta e cortese risposta “La sua è una posizione antropologicamente sterile, un caso di studio dell’arretratezza mentale del Sud piagnone e assistito”, come un auspicio, una speranza a distinguersi soprattutto per la “qualità” del prodotto e la serietà del produttore, non bastando infatti un bollino DOP, DOC, DOCG, IGT, IGP e quant’altro a garantirne la genuinità. Ad esempio sarebbe interessante conoscere, nel caso di specie, da chi e come viene redatto il disciplinare e da chi e come viene controllato! Mi ricordo di aver letto tempo fa di un caseificio (DOP ovviamente e con ottime recensioni) che, pare, producesse mozzarella con latte contaminato dalla Brucella (ma certo, la Brucella viene distrutta con la pastorizzazione!), o ancora di altri caseifici che, pare, usassero o addirittura usino ancora caglio congelato proveniente dall’Europa dell’est…Esimio prof. Pignataro, la sig.ra Emma sarà pure un caso da studio, come Lei afferma, però e mi perdoni per l’ardire e la sfrontatezza, sommessamente Le dico che, probabilmente, potrebbe meglio sfruttare la Sua visibilità per contribuire a far crescere e conoscere le VERE eccellenze campane. Con devozione e stima infinita

    • Luciano Pignataro

      (26 marzo 2014 - 00:23)

      Ma no, ma no, Lei ne sa molto più di me, ha capito tutti i trucchi e dove sono i cattivi. Incredibile quante cose ci erano sfuggite.
      Allora ci dica i buoni che ci sono sfuggiti:-) Ci dica anche i cattivi. Magari si firmi, giusto per farsi guardare in faccia se ne ha una
      Perché se non fa nomi, sarà anche Lei uno che apre la bocca per fa rprendere aria ai denti:-)

  • gerardo

    (26 marzo 2014 - 00:08)

    io le prendo sempre al caseificio taverna penta che sono buonissime come mai non è dop

    • gerardo

      (26 marzo 2014 - 00:10)

      no scusi ho sbagliato le prendo sempre al caseificio agrilat come mai non è dop che è molto buona

  • francesco

    (26 marzo 2014 - 05:59)

    Masseeia D’elia signor pignataro parto ogni settimana da salerno x gustare un ottima mozzarella.

  • Anto

    (17 aprile 2016 - 01:00)

    grave mancanza: Gammella di Battipaglia…

I commenti sono chiusi.