Piedirosso 2003 Taburno doc

Letture: 25

OCONE

Uva: piedirosso
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Il Piedirosso è una certezza nei giorni di festa: quel suo sapore sempre un po’ acerbo,  verde, la freschezza e la mineralità, la sapidità e, per quanto riguarda il Sannio, la buona struttura, ne fanno un bel rosso da abbinamento durante le bicchierate fra amici o nelle tavolate della festa, quando ci sono palati diversi a confronto ed è sempre difficile  bere grandi vini anche perchè, diciamoci la verità, prevale in Italia il rituale dei piatti di famiglia e della tradizione. Il Piedirosso di Mimmo Ocone è, come tutti i suoi vini, ben collaudato, la versione 2003 accentua il frutto grazie alle caratteristiche dell’annata un po’ siccitosa ma le caratteristiche del varietale restano comunque marcate. Ecco allora il bicchiere da bere sulla lasagna di Carnevale o sugli ziti al ragù, sulla parmigiana di zucchine e melanzane: buono, abbastanza morbido, dai sentori intensi e persistenti, con una buona spinta di freschezza capace di ripulire bene il palato dalle salse elaborate. Lo berremo, perchè no, anche su una burrata del Tavoliere e sulle zuppe di pesce.

 Sede a Ponte,  Via Monte, località La Madonnella. Tel.0824 874040. fax 0824 874328 . E mail: admocone@tin.it, sito www.oconevini.it. Enologo: Carmelo Ferrara. Ettari: 11 di proprietà più 25 in conduzione. Bottiglie prodotte: 240.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, coda di volpe, greco, falanghina