Pietra rosa Greco di Tufo 2009 Di Prisco

Letture: 208
Pietra Rosa Greco di Tufo 2009 docg

Uva: greco di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

E’ proprio un gran bel bere il greco di Tufo Pietrarosa 2009 di Pasqualino Di Prisco. Nel bicchiere si racconta lungamente evidenziando un carattere esuberante che alterna toni rustici a sinuosità eleganti. Confrontandolo allo stile classico ed austero del suo piacevolissimo Taurasi, anche se è quasi ridicolo fare dei confronti tra un vino bianco ed uno rosso, sembra proprio che due personalità diverse abbiano concepito i vini.

Il Pietrarosa 2009 di semplice non ha proprio nulla. E’ un greco di tufo quasi esplosivo sia al naso che al palato. Seduce già dal colore appena dorato e brillante. Al naso si racconta in maniera profonda partendo dalla sua decisa natura minerale e dai toni speziati ed eleganti di anice stellato, pepe bianco e zafferano. Sottilmente emergono i sentori agrumati di bergamotto e le erbe mediterranee. In bocca è ricco ed avvolgente, piacevolissimo nella sua acidità graffiante  e nella mineralità salina che dà al sorso un ritmo incalzante.

I vini bianchi campani sono sempre più interessanti e seducenti. Quelli irpini ovviamente hanno uno scatto quasi irraggiungibile  da quelli di altri territori. E tra questi il greco di tufo Pietrarosa 2009 rappresenta una esperienza enoica da non perdere.

Questa scheda è di Marina Alaimo

Sede a Fontanarosa, Contrada Rotole 27. Tel. 0825.475738. www.cantinadiprisco.it Ettari: 13 di proprietà. Enologo: Carmine Valentino. Bottiglie prodotte: 80.000 Vitigni: fiano, greco, aglianico.