Pozzuoli, ristorante Bobò di Giuseppe Bruno

Letture: 991
Giuseppe Bruno, alias Bobò

Via Cristoforo Colombo, 20
www.ristorantebobo.it
Tel. 081.5262034
Sempre aperto, chiuso domenica sera e martedì

Giuseppe Bruno, alias Bobò, è uno di mestiere: ha iniziato alla Ninfea dove ha lavorato per molti anni sino a qualndo ha preso questo belo locale sulla pizzetta del porto di Pozzuoli che a nostro giudizio deve essere assolutamente sgombrata dalle auto per poter diventare uno dei posti più incantevoli e vivibili della Campania.

 

Bobò

Il servizio è collaudato, veloce, pratico e senza fronzoli. Il posto ideale per una fujitina a pranzo come abbiamo fatto noi insieme o per una serata mangiando pesce fresco a a ridosso del mare in cui è pescato, proprio di fronte al Mercato del pesce, il più importante della Campania da ci si rifornisce tutta Napoli.

La sala

Non è una cucina elaborata, gioca di prima sui prodotti e sull’immediatezza delle preparazioni. E così deve andare avanti, a nostro parere.

Il pane

 

L'Asprinio di Grotta del Sole

 

Crudo di gamberi,taratufi e ostrische

Questo è un tipico crudo puteolano, molto simile allo stile francese ma con il vantaggio di avere anche rba del Mediterraneo, il mare che regala sapidità ai suoi abitanti.

Pescatrice con cipolle e agrumi

Discreti gli antipasti cotti, tra cui questa pescatrice rinfrescata dalle cipolle e dagli agrumi, veloce e fresca.

Baccalà e riduzione di Piedirosso

Buono anche questo baccalà, di buona fattura, presentato sul biscotto alla vecchia maniera.

Tonno in salsa di agrumi
Polpetta di dentice

 

Sauté di vongole

Oltre ai primi due antipasti è sempre il ritorno alla semplicità collaudata che misura il salto di qualità: come questo sauté di vongole di grande profilo e sapore, capace davvero di riportarci agli anni ’70, quando i frutti di mare sapevano ancora di qualcosa.

Agnolotti alla Sofia

 

Spaghetti con i ricci

Il top è questo spaghetto ai ricci, davvero un classico e ben eseguito.

Fusilli con vongole e porcini

Qui si stuzzica il goloso ma alla fine i funghi prevalgono troppo sulle vongole.

Orata al forno e gamberi di Procida

Altro piatto clou della nostra colazione: una oarat pescata dal figlio di Bobò con un gambero di Procida. Poesia e sapore, dopo questo tipo di presentazione finisce la strada.

Il caffé

Il caffè con il copritazza, segno di cura napoletana del particolare

La cassata

Infine la cassata, un must da quando ha aperto il locale, un dolce di gusto meridionale, senza mediazioni, buonissimo.

Bobò con Raffaele Indolfi e Pino Taormina

 

Bobò

 

Bobò

Se avete voglia di vivere il pescato del mare è questa una vostra meta sicura. La cantina ha circa trecento etichette, voi muovetevi verso gli splendidi vini dei Campi Flegrei per sparagnare e cumparire: qualità a prezzi accettabili. Falanghina e Piedirosso sono ideali per questa cucina leggera e salutare.
Spenderete tra i 50 e i 60, ma se beccate le aragostine di Procida meglio non fare storie sul prezzo:-)

Il porto di Pozzuoli e Capo Miseno

Un commento

  • Alfonso

    (12 luglio 2012 - 00:47)

    Veramente quello sullo sfondo sarebbe Montenuovo e non Capo Miseno che si trova più sinistra, non inquadrato

I commenti sono chiusi.