Scapricciatiello, l’ultima trovata di Gianfranco Iervolino

27/12/2016 1.1 MILA

Scapricciatiello
Scapricciatiello

Questo tronchetto di pizza prende il nome di una nota canzone degli anni ’50 del grande Aurelio Fierro perchè si presenta “scapricciatiello” come la canzone e seppur con ingredienti facili da gestire c’è un gran tocco di classe da chef, la riduzione di Aglianico, che è la firma di Gianfranco Iervolino.

su www.mysocialrecipe.com

Scapricciatiello

Ricetta di Gianfranco Iervolino

  • 0.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per Per una persona persone

  • 250 g di pasta di pizza napoletana
  • 100 g di prosciutto crudo di Venticano di De Nunzio
  • rucola q.b.
  • slice di provolone del monaco DOP
  • lacrime di olio extravergine di oliva "La Nocellara" del Vesuvio
  • 100 g di fior di latte di Agerola
  • riduzione di aglianico
  • Prodotti utilizzati
  • Prosciutto crudo di Venticano di De Nunzio
  • Olio extravergine di oliva "La Nocellara" del Vesuvio

Preparazione

Stendere la pasta e disporre al centro il fior di latte, chiudere i due lembi, cuocere a bocca del forno per circa 2 minuti.
All' uscita farcire con prosciutto, rucola, scaglie di provolone e gocce di riduzione di aglianico.

Tempo di preparazione: 3 ore