Tre bicchieri Trentino 2016 Gambero Rosso

Letture: 140
Tre bicchieri
Tre bicchieri

Il TrentoDoc tiene alta l’immagine del Trentino enologico in Italia e nel mondo. 41 aziende, grandissime realtà o piccole cantine artigianali. Più di 100 etichette assaggiate, oltre 20 nelle degustazioni finali, e 7 sul gradino più alto, quello dei Tre Bicchieri, con una piacevole novità: la new entry Opera, dinamica giovane realtà della Valle di Cembra, che si unisce a maison storiche. Un risultato che testimonia l’ottimo lavoro del comparto vitivinicolo trentino e la una cura delle uve di chardonnay (e pinot nero in misura crescente) delle basi spumante. Sono i vini della “rinascita” della seconda fermentazione, che hanno creato lo stile delle bollicine di montagna, anzi dolomitiche. Vini ricchi di nerbo acido, puliti e scorrevoli, di grande mineralità, capaci di maturare per anni sui lieviti acquistando profondità ed eleganza. E tutto questo in assenza di alcune etichette di prestigio, come il Riserva del Fondatore Giulio Ferrari o il Flavio della Rotari, ancora sui lieviti in attesa della sboccatura.

Diversa è la situazione dei vini fermi della tradizione. Solo il San Leonardo del marchese Guerrieri Gonzaga mantiene la sua fama e la tradizionale eleganza. I riscontri sul Teroldego sono altalenanti, colpa dell’annata – ma mancano all’appello diverse versioni ancora in affinamento – e di qualche forzatura nelle maturazioni.

Anche tra i bianchi è mancata l’emozione anche se diverse etichette hanno raggiunto le finali e non mancano begli esempi, come tra i vignaioli cembrani, artigiani della vigna e veri custodi di questo difficile territorio.

Tra i dolci un grande vino della tradizione trentina: il Vino Santo, che nel nome ricorda i graticci sui quali le uve nosiola della Valle dei Laghi appassiscono fino alla settimana di Pasqua. Ecco l’elenco dei Tre Bicchieri

 

San Leonardo ’10 – Tenuta San LeonardoTrentino Müller Thurgau V. delle Forche ’14 – La Vis/Valle di Cembra

Trento Brut Altemasi Graal Ris. ’08 – Cavit

Trento Brut Domini Nero ’10 – Abate Nero

Trento Brut Dosaggio Zero Opera Ris. ’08 – Opera Vitivinicola in Valdicembra

Trento Brut Methius Ris. ’09 – F.lli Dorigati

Trento Brut Riserva del Fondatore 976 ’05 – Letrari

Trento Dosaggio Zero Ris. ’10 – Nicola Balter

Trento Extra Brut Lunelli Ris. ’07 – Ferrari

Vino Santo Arèle ’06 – Pravis

Un commento

  • Lucia Letrari

    (22 settembre 2015 - 14:52)

    grazie della puntuale analisi di quello si sta facendo riconoscere come il prodotto principe del nostro territorio, il Trentodoc in cui la mia azienda crede e si dedica da oltre 50 anni! #bollicinedimontagna

I commenti sono chiusi.