Tutto il Falerno, bottiglia per bottiglia

Letture: 116

di Michela Guadagno

Ecco le anfore usate esclusivamente per il Falerno. Mondragone, Museo Civico

Il Falerno del Massico ha il disciplinare più antico al mondo, la scoperta illustrata nel seminario al Museo Civico di Mondragone “dal Falernum al Falerno, le ragioni archeologiche”.
Dodici le aziende produttrici presenti al banco d’assaggio che lo ha seguito, ecco i loro vini in poche sintetiche battute. In totale, 20 etichette di cui tre bianche e un rosato.

Il banco di assaggio. Mai tanti Falerno insieme

Azienda Agricola Papa Gennaro
Falerno del Massico rosso Campantuono 2006, colore granato, morbido, piacevole beva: @@

Azienda Agricola Viticoltori Migliozzi

Falerno del Massico rosso Rampaniuci 2006, la prima uscita a gennaio 2009, al naso sentori fruttati e speziati, in bocca la sensazione alcolica prevale sulla struttura:@@

Azienda Agricola Volpara di Passeretti Antonio

Falerno del Massico bianco Donna Jolanda 2008, naso balsamico da note di eucalipto, buona l’acidità: @@
Capizzi Gennaro
Falerno del Massico rosso Don Gennaro 2006, tannino rustico, astringente:@
Falerno del Massico rosso Angelus 2007, magra la struttura: @. Da riassaggiare

Masseria Felicia di Brini Maria Felicia

Falerno del Massico bianco Anthologia 2008, lunga freschezza e mineralità: @@
Falerno del Massico rosso Ariapetrina 2007, bel rosso giusto di corpo, gradevole e profumato: @@
Falerno del Massico Etichetta Bronzo 2004, chiuso, forse penalizzato dal bicchiere: @ da riprovare
Michele Moio fu Luigi S.r.l.
Falerno del Massico bianco 2008, classico, convincente, naso suadente e bocca minerale, fresca: @@
Falerno del Massico rosso 2006, potente, naso ampio e bocca muscolare, il vino rosso preferito nei miei primi appunti da aspirante sommelier di 1° livello: @@ e potrei proseguire, chè i ricordi condizionano la valutazione
Pagano Antonio
Falerno del Massico rosso Gaurasi 2007, acerbo, tannino allappante: @ da riprovare
Regina Viarum s.a.s. di Elda Maddalena & C.
Petali rosato 2008 Roccamonfina igt, suggestioni da petali di rose, floreale, bocca pulita: @@
Falerno del Massico rosso Barone 2006, dopo assaggi coperti e ripetuti negli ultimi mesi, mi convince sempre, anche qui struttura e scheletro possente: @@ e mi piace
Falerno del Massico rosso ’05 2007, più magro: @
Rossetti Antonio
Falerno del Massico rosso Mille880 2006, giudizio veloce e mia distrazione nell’assaggio: @ da riprovare
Falerno del Massico rosso Saulo riserva 2006, rosso giustamente tannico: @@

Trabucco Azienda Vitivinicola di Trabucco Nicola

Falerno del Massico rosso èrre 2007, naso intenso, pronta la beva:@@
Falerno del Massico rosso Rapicano 2006, ancora chiuso: @ da riprovare

Villa Matilde di Salvatore e Maria Ida Avallone

Falerno del Masico rosso 2005, l’eleganza al naso fruttato e al palato deciso, @@ e anche qui potrei proseguire, il gusto del degustatore è condizionato dalla familiarità
Zannini Carlo
Falerno del Massico rosso Campierti 2007, naso mentolato di china, caldo: @@