A Città Di Castello la mostra mercato del tartufo bianco

28/10/2018 564
Mostra, il tartufo bianco 2018
Mostra, il tartufo bianco 2018

di Floriana Barone

Il “re” del bosco umbro torna a essere grande protagonista a Città di Castello, che, dal 1 al 4 novembre, ospiterà la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco, giunta alla sua 39° edizione.

Il tartufo bianco
Il tartufo bianco

Una vetrina d’eccezione per celebrare tutte le tipologie del tartufo, perché qui, per via del microclima, ogni tartufo ha la sua stagione, con un’attenzione in particolare alla trifola dell’Alto Tevere umbro, che matura proprio in autunno. “Le quattro stagioni del tartufo”, non a caso, è lo slogan scelto, per questa manifestazione, promossa dal comune di Città di Castello, dall’associazione Mostra del Tartufo e la Comunità Montana Alto Tevere Umbro, insieme agli enti pubblici locali, tra cui la Camera di Commercio di Perugia. Durante la kermesse si svolgeranno mercati, saloni, degustazioni, laboratori del gusto, cooking show ed escursioni nei boschi insieme ai cani da tartufo.

La Mostra Mercato Nazionale è stata presentata a Roma, alcuni giorni fa, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’assessore al Turismo e Commercio di Città di Castello Riccardo Carletti, il presidente della Comunità Montana Mauro Severini, il consigliere delegato alla Promozione del Tartufo Luigi Bartolini e il giovane cavatore Lorenzo Busatti.

La caccia al tartufo nei boschi di Citta' di Castello
La caccia al tartufo nei boschi di Citta’ di Castello

I protagonisti della mostra e le iniziative
Accanto al salone e al mercato, spazio anche al vino (a cura di Ais), all’olio evo (con l’Università di Agraria di Perugia), alla biodiversità (a cura dell’associazione Pro bio), alle eccellenze nazionali (Sapori d’Italia in Piazza Gabriotti) e quelle umbre (Profumi e sapori del territorio).

I menu dei piatti della tradizione saranno proposti con degustazioni a tema da Slow Food. Il focus sulla cucina prevede anche i menu d’autore all’interno del circuito dei ristoranti del club del Tartufo e la diffusione di un ricettario (cartaceo e digitale, quest’ultimo disponibile sul sito della manifestazione), creato ad hoc con ingredienti e modalità di preparazione dei piatti tipici a base di trifola altotiberina.

Ad arricchire il tutto, la possibilità di godere delle opere di grandi artisti come Raffaello, Luca Signorelli e Alberto Burri in un viaggio nell’Umbria medievale, tra Rinascimento e arte contemporanea. Grazie infatti alla Card Musei, gli amici del Tartufo avranno un ingresso agevolato ai tre musei di Burri e alla Pinacoteca comunale.

Saranno quindi quattro giorni all’insegna del gusto e della cultura tra prodotti tipici e tradizioni regionali, insieme ai grandi chef del panorama umbro e italiano che con la loro creatività interpreteranno la trifola nello spazio Showcooking White Truffle, un punto di incontro tra professionisti e pubblico di appassionati. Per i più audaci, infine, la 39^ Mostra Nazionale del tartufo bianco di Città di Castello organizza avventurose escursioni nei boschi dell’Appennino alla ricerca del prelibato Tuber Magnatum Pico. Una vera e propria “caccia”’ in compagnia dei tartufai per sperimentare le tecniche della cavatura.

Il tartufo bianco o  trifola
Il territorio di Città di Castello è noto, in particolare, per il tartufo bianco o trifola (Tuber Magnatum Pico), una delle specie più pregiate, presente soprattutto nelle campagne dell’Alta Valle del Tevere. Il suo fascino deriva da molte componenti: il profumo intenso e inconfondibile, la grandezza e forma, la più arrotondata e regolare possibile, il sapore ineguagliabile, che si esprime al meglio servito a crudo senza l’aggiunta di salse o condimenti. È il tartufo che può raggiungere dimensioni maggiori, fino a 10, 15 e persino 20 cm di diametro e un peso che può variare dai 250 ai 500 grammi, ma può essere superiore al chilo.

Vive in terreni ricchi di argilla, in pianura nelle gole scavate tra le montagne: in genere i tartufi bianchi si formano a poca profondità. E i prezzi della trifola non sono di certo bassi: può arrivare fino a 1500-2000 euro al chilo. I prodotti trasformati sono però più accessibili, come ad esempio la crema al tartufo.

Lorenzo, storia di un giovane cavatore di tartufi
In ogni famiglia di Città di Castello c’è un cavatore, un operatore commerciale o un ristoratore. La caccia al tartufo da queste parti è una cosa seria: su 40mila abitanti, infatti, i cavatori sono ben 2mila.

La vita dei tifernati è legata indissolubilmente al tartufo. Lorenzo Busatti ha 25 anni ed è un giovane cavatore della cittadina: la sua è una passione nata grazie al nonno, che, fin da piccolo, gli ha fatto respirare la magia della campagna appenninica. E poi c’è anche la parte gastronomica, ricca di usanze e ricette tramandate: a casa Busatti il piatto più apprezzato sono le tagliatelle con burro e tartufo.

Lorenzo Busatti
Lorenzo Busatti

Come si diventa un tartufaio? Amando la natura, gli amici a 4 zampe e la solitudine. E, soprattutto, con il supporto di un vecchio cavatore.

 

Il programma della mostra nel dettaglio:

Da giovedì 1 a domenica 4 novembre 2018

Orari:10,00-22,00; sabato 3 novembre 10,00-23.30

Dove: centro storico

 

I Sapori del Tartufo, mostra mercato delle aziende locali, conoscere, acquistare, degustare la trifola dell’Alto Tevere, dal bosco alla tavola. Grande varietà di pezzature e di prodotti al tartufo (da giovedì 1 a domenica 4 novembre 2018 a Piazza Matteotti).

Sulle note del tartufo bianco, con music session e degustazioni nelle piazze, nei ristoranti e nei locali del centro storico (Sabato 3 Novembre 2018).

Showcooking White Truffle lo spettacolo della cucina con cuochi famosi e pubblico ai fornelli, per scoprire ricette tipiche, piatti al tartufo e i segreti dei gourmet (da giovedì 1 novembre a domenica 4 presso il Loggiato Gildoni).

 

I saloni

  • Salone del Vino – Atrio del comune
  • Salone dell’Olio – Piazza Fanti
  • Salone della Biodiversità – Largo Gildoni
  • Salone Laboratorio del Gusto dedicato al Tartufo –  Area Showcooking

 

I mercati

  • I Sapori del Tartufo – Piazza Matteotti
  • I Sapori d’Italia  –  Piazza Gabriotti
  • Profumi e Sapori del Territorio – Largo Gildoni e Loggiato Bufalini
  • Laboratori del Gusto – Area Showcooking

Il club del tartufo

  • Menù d’Autore del circuito dei Ristoranti del Tartufo Bianco

Gara di cani da tartufo – Parco A. Langer, domenica 4 novembre, ore 9,00

Mostre d’arte nei tre musei di Alberto Burri e nella Pinacoteca comunale, a Palazzo Vitelli a Sant’Egidio

Per maggiori informazioni:

www.iltartufobianco.it
www.cittadicastelloturismo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.