Astice Ubriacata di Paolo Gramaglia

25/5/2020 750

(c) 2015 Luciano Furia
#president, #gramaglia, #michelin
www.lucianofuria.com

di Chef Paolo Gramaglia
Stella Michelin
Ristorante President in Pompei

Ubriacare qualcuno è un delitto?…..E se ad essere “ubriacata” fosse  una meravigliosa astice che la notte prima nuotava sui fondali di scogli ricoperti di alghe e sulle praterie di poseidonia? Il profumo, il gusto ed il sapore che avrà quel fantastico crostaceo a cottura ultimata, Vi ripagherà del “reato” commesso.

Astice Ubriacata

Ricetta di Chef Paolo Gramaglia - Ristorante President Pompei

  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 2 persone

  • - n. 2 astici da gr. 500 circa
  • - Vino bianco due litri
  • - Misticanza di insalata
  • - Olio extravergine d'oliva
  • - Sale q.b.
  • - n. 1 limone
  • - n.1 arancia
  • - gr. 200 di maionese
  • - gr. 80 caviale
  • - un cucchiaio da the di cognac

Preparazione

Immergere in una pentola l'astice versandovi un buon vino bianco, lasciando che essa “beva” parte del vino per circa due ore. Aggiungere due litri di acqua e lasciare cuocere lentamente.
A cottura ultimata, dividere l’astice in due parti e pulirla delle interiora, bagnandola nuovamente nell'acqua e nel vino di cottura.

Per la salsa di caviale:

Amalgamare la maionese con il caviale e il cognac

Composizione del piatto

Adagiare l'astice su un letto di insalatine selvatiche e condire con olio extravergine di oliva, poche gocce di limone, sale.
Servire ancora calda, accompagnando con una salsa fatta da maionese e caviale inserita nel parte superiore dell’astice svuotata, guarnire il piatto con le ghele e fettine in bellavista di arance. Spolverare il piatto con granelli di buccia di arancio grattugiata.

Un commento

    Francesco Mondelli

    Con tutto il rispetto per il simpaticissimo nonché bravo Paolo personalmente non sacrificherei due bottiglie neanche di un vino bianco base per l’astice già buono di suo.Se la cucina deve essere sostenibile come tutti sembrano orientarsi oggi deve esserlo a trecento sessanta gradi FM

    25 maggio 2020 - 15:54Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.