Basilicata in Vigna Blog Tour | L’ Abbondanza lucana di Palazzo Gattini con Cantina di Venosa e Michele Laluce

30/10/2017 1.8 MILA
Abbondanza lucana - foto ricordo con da destra Michele Laluce, Antonio Teora, Maddalena Laluce, Francesco Abbondanza, Vincenzo Barisciano e la moglie di Francesco
Abbondanza lucana – foto ricordo con da destra Michele Laluce, Antonio Teora, Maddalena Laluce, Francesco Abbondanza, Vincenzo Barisciano e la moglie di Francesco Isabella

L’Abbondanza Lucana a Palazzo Gattini
Piazza Duomo-Matera
Tel. 0835 334358

L’Abbondanza Lucana raddoppia nella splendida struttura di Palazzo Gattini, a due passi dal magico Duomo della magica Matera. E’ un momento di crescita gastronomica e di investimento nel capoluogo lucano in vista del 2019, con una proposta che complessivamente si deve adeguare alla qualità dell’ospitalità. Così, dopo Dimora Ulmo
la seconda tappa del Tour organizzata dall’Enoteca regionale presieduta da Paolo Montrone ci porta in questo locale gestito da Francesco e Isabella.

Abbondanza lucana, timballino di patatee pezzente con ricottina al forno con uva caramellata
Abbondanza lucana,  timballino di patatee pezzente con ricottina al forno con uva caramellata

Come nella prima anche la seconda tappa evidenzia una linea gastronomica che a noi convince molto, soprattutto in questo territorio ricco di grandi prodotti: chilometro zero e chilometro buono corrispondono perfettamente e la cucina non esibisce piroette inutili ma, al contrario, è concreta e impegnata a centrare sempre il sapore.

Abbondanza lucana, crapiata materana con zucca gialla
Abbondanza lucana, crapiata materana con zucca gialla
Abbondanza lucana, ravioli con burratina, rape e baccala'
Abbondanza lucana, ravioli con burratina, rape e baccala’

A tavola due realtà opposte e significative della produzione vulturina. La Cantina di Venosa, vera e propria portaerei del territorio che conosce un momento di grande espansione commerciale e di novità della proposta a cominciare da Verbo bianco, da uve Malvasia e Verbo Rosso, un Aglianico fresco e convincente.

Abbondanza lucana, matasse con pistacchio lucano, funghi porcini e caciocavallo podolico
Abbondanza lucana, matasse con pistacchio lucano, funghi porcini e caciocavallo podolico

E poi invece la piccola realtà di Michele Laluce, una cantina nata nel 2001 nei tornanti che portano da Ginestra e Venosa che punta deciso sull’Aglianico: Drude 2012 e Drude 2007 le due bottiglie in abbinamento ai piatti.

Abbondanza lucana, agnello delle dolomiti
Abbondanza lucana, agnello delle Dolomiti Lucane

Aglianico che, insieme allo storico Carato Venusio della Cantina di Venosa, si è sposato alla perfezione con l’agnello e gli gnummariddi della Basilicata. Due piatti che da soli valgono il viaggio e che fanno la differenze con i tagli già pronti di lusso provenienti dall’estero tutti uguali dalla Val d’Aosta alla Sicilia.

Abbondanza lucana, gnommariddi
Abbondanza lucana, gnommariddi

Il finale dolce è vario, ricco di riferimenti ai dolci della domenica dei contadini che inseguivano questi momenti per alleviare la fatica di una settimana in campagna.

Abbondanza lucana, dessert
Abbondanza lucana, dessert
Abbondanza Lucana, i ravioli di ceci e cioccolata
Abbondanza Lucana, i ravioli di ceci e cioccolata
Abbondanza lucana, il dessert
Abbondanza lucana, il dessert
Abbondanza lucana, le cartellate
Abbondanza lucana, le cartellate

Insomma, buon bere su una cucina semplice ed efficace. Matera da vedere, Matera da mangia a L’Abbondanza Lucana di Palazzo Gattini.

Abbondanza lucana, i vini
Abbondanza lucana, i vini