Champagne Aubry

30/4/2021 538

di Antonio Prinzo

La stagione dell’amore viene e va” canta Franco Battiato, emozioni che vanno e vengono, innamoramenti che sbiadiscono e poi tornano come un arcobaleno che appare “quando il sole esagera” come canta Ornella Vanoni. Si lo ammetto non sono più un ragazzino e quando ascolto musica leggera anzi leggerissima corro indietro nel tempo, ascolto tutto ma poi torno ai fondamentali della mia vita, sperimento e assaggio, ma torno ai calici, quelli che mi hanno fatto innamorare del vino, quelli che non passano come le stagioni, ma restano fedeli a farci compagnia.

Uno di questi è lo Champagne Aubry, quello che ha sancito un giorno importante della mia vita e ancora oggi mi diverte bere in compagnia, a pranzo e cena o semplicemente guardando un tramonto che infiamma la costiera di fronte allo small village in qui vivo, in questo Cilento che respira di luce e armonia.

Champagne Aubry - etichetta
Champagne Aubry – etichetta

Viene prodotto a Jouy-lès-Reims, 20% di Chardonnay, 60% Meunier e 20% Pinot Nero, da 12 a 24 mesi sui lieviti e dosaggio moderato di circa sei grammi per litro. Il risultato è di grande carattere, tonico, profumi di pesca bianca, e qualcosa che mi ricorda i vapori che sprigiona lo zucchero quando viene caramellato, grande freschezza unita a una solida struttura.

Champagne Aubry - controetichetta
Champagne Aubry – controetichetta

Mi affascinano le bollicine che salgono, si scontrano e poi spariscono e ricominciano a salire e giocare nel calice. L’ho bevuto insieme a un prosciutto di Cormons di media stagionatura, potrebbe sembrare un azzardo ma la coppia si è sposata alla perfezione in un gioco di forza e freschezza.

Champagne Aubry - calice
Champagne Aubry – calice

Uno champagne di costo abbordabile e ben distribuito. Una bottiglia che è un viaggio negli stupendi territori dello champagne. E che voglia di viaggio dopo un anno di purgatorio.

Per ora mi accontento di un calice e lo sguardo al tramonto che infiamma tutto il golfo.

Champagne Aubry
6 Gr Grande Rue, 51390 Jouy-lès-Reims

 

3 commenti

    Marco Galetti

    Non è un azzardo, grande abbinamento di prosciutto&bollicine, di pensieri&parole

    30 aprile 2021 - 08:01Rispondi

      Antonio Prinzo

      Grazie Marco!

      30 aprile 2021 - 16:50Rispondi

    Alessandro

    Sono rimasto colpito ed entusiasta di questa recensione molto precisa ed attenta, al punto tale che mi ha fatto conoscere questo prodotto.
    Complimenti per la descrizione di cui ringrazio .

    30 aprile 2021 - 12:44Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.