Cirò Rosso Classico Superiore Riserva 2012 Dop Cote di Franze – Vincitore a Radici del Sud 2016

6/12/2016 1 MILA
Ciro' Riserva Rosso Classico Superiore Doc 2012 Cote di Franze
Ciro’ Riserva Rosso Classico Superiore Doc 2012 Cote di Franze

di Enrico Malgi

Le grandi aziende vitivinicole possono proporre prodotti diversificati, ma per ragioni di marketing non tutti però sono sempre uniformi nella qualità. Mentre quelle piccole sono “costrette” per forza maggiore a presentare solo vini di eccellenza per poter così fidelizzare la clientela e restare agganciate al mercato.

Controetichetta Ciro' Riserva Rosso Classico Superiore Doc 2012 Cote di Franze
Controetichetta Ciro’ Riserva Rosso Classico Superiore Doc 2012 Cote di Franze

E questa sembra proprio la storia cucita addosso ai fratelli Francesco e Vincenzo Scilanga, titolari dell’azienda calabrese Cote di Franze di Cirò Marina. Viticoltura biologica e minimalista, che prevede l’utilizzo di solo due specie varietali locali: greco bianco e gaglioppo e poche etichette di pregio, fatte oggetto comunque di continui ed ambiti riconoscimenti, come nel corso di questi ultimi anni è successo soprattutto al Cirò Rosso Classico Superiore Riserva Dop. E per non smentirsi, il millesimo 2012 ha surclassato la concorrenza all’ultima edizione di Radici del Sud conquistando un meritatissimo primo posto da parte della giuria dei Giornalisti nella categoria specifica del gaglioppo.

Solo acciaio e vetro per la maturazione e l’affinamento del vino per oltre due anni e mezzo. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale della bottiglia intorno ai 18,00 euro, vale a dire che è regalato!

Veste cromatica rosso rubino non molto carico nel bicchiere, come da prassi. Profilo olfattivo esuberante e coinvolgente, segnato da un bouquet ricco ed intenso di un distillato purissimo fruttato di marasca, di prugna, di mirtillo e di ribes, associato poi a voluttuose zaffate floreali di geranio, a sussurri vegetali di bacche mediterranee ed a reconditi respiri profumati di corteccia di china. Appena entrato in bocca, il sorso sfodera un interessante appeal dinamico, armonico, equilibrato e rotondo e connotato da un calibrato e gentile tannino. Nel cavo orale si va poi a formare un’irradiante freschezza che fa godere le papille gustative e che prelude poi ad una spinta finale lunga, succosa, saporita e godereccia. Vino destinato ancora ad alcuni anni di vitalità. Da preferire su carne arrosto e formaggi a pasta semidura. Prosit!

Cirò
Sede a Cirò Marina (Kr) – Località Piana di Franze
Cell. 392 6911606 – 348 5614031
info@cotedifranze.itwww.cotedifranze.it
Ettari vitati: 9 – Bottiglie prodotte: 15.000
Vitigni: gaglioppo e greco bianco