Consorzio DOC Sicilia: il Grillo

30/5/2021 530

di Antonio Di Spirito

Immaginate un wine-tour con partenza da Partinico in provincia di Palermo ed arrivo a Noto in provincia di Siracusa, attraversando le province di Trapani (con tappa ad Alcamo, Salemi, e Marsala), Agrigento (Menfi e Canicatti), Caltanissetta (Butera) e Ragusa (Gulfi) ed in ogni tappa assaggiate uno o più vini locali. Il percorso disegnato è molto lungo (circa 450 Km), ma è tutto particolarmente vocato per un tipico vitigno siciliano, il grillo, seppure manifesti sfumature differenti a seconda del territorio.

Mappa Wine Tour
Mappa Wine Tour

Si parte, allora!

A Partinico, in provincia di Palermo troviamo l’Azienda Vinicola Cusumano, dove produce il suo Shamaris 2020 – Grillo Sicilia DOC

Cusumano
Cusumano

Tappo a vetro per questo grillo dal colore molto intenso e lucente; molto armonico al naso con profumi di frutta gialla, agrumi ed erbe aromatiche, tra le quali spicca l’origano verde; il sorso è morbido, vellutato, scorrevole, sapido, molto fruttato di ananas; sembra un po’ spento, ma in fondo arriva una sferzata di acidità agrumata, mitigata solo dalla successiva speziatura. Molto equilibrato.

Tonnino
Tonnino

Ci spostiamo nella provincia di Trapani, ad Alcamo; c’è l’Azienda Vitivinicola Tonnino ed il suo

Grillo 2019 – Grillo Sicilia DOC

Giallo paglierino lucido è il suo colore; il calice emana intensi profumi di frutta esotica molto matura, foglioline di bosso e note agrumate ed ammandorlate; il sorso è molto fresco e sapido, fruttato e scorrevole, con una speziatura intensa, quasi pungente, ed un ritorno di note nocciolate in chiusura.

 

Feudi Imperiali
Feudi Imperiali

 

A pochi chilometri di distanza, a Salemi, l’azienda Feudi Imperiali Casa Vinicola produce il

Grillo 2019 – Grillo Sicilia DOC

E’ intenso e brillante il suo giallo paglierino; molto profumato al naso con intense note fruttate, macchia mediterranea ed erbe aromatiche; al palato si apprezzano piacevoli note di frutta gialla matura corroborate da note dolci di mandorle e nocciole; sapidità e speziatura in chiusura del lungo sorso.

 

Cantine Paolini
Cantine Paolini

 

Il comprensorio di Marsala (TP) è quella parte di Sicilia in cui il grillo ha fatto la fortuna del territorio per la produzione di quel grande vino che è stato il “Marsala”, oggi poco richiesto dal mercato. Tutte le aziende locali continuano a produrre vini con quel vitigno; si va da Cantine Paolini per il

Gurgò 2020 – Grillo Sicilia DOC

Paglierino molto chiaro, ha profumi di frutta esotica, foglioline di bosso e note nocciolate; ha una beva freschissima e salina; le note di frutta gialla ed agrumate si apprezzano per un attimo e sono, poi, coperte da note nocciolate e da una intensa speziatura. Eccezionale pulizia del cavo orale.

 

Cantine Pellegrino
Cantine Pellegrino

 

La seconda visita a Marsala è dedicata all’azienda Cantine Pellegrino per il suo

Il Salinaro 2020 – Grillo Sicilia DOC

Il colore è paglierino intenso; dal calice emana forti profumi di frutta tropicale e, in maniera “sorda”, si apprezza la presenza note di foglie di agrumi; il sorso è fruttato e salino (Nomen omen), la freschezza lo sorregge molto bene e l’intensa speziatura lo chiude in modo esemplare.

 

Donnafugata
Donnafugata

 

Ora è la volta di una famiglia che ha contribuito non poco alla crescita del comparto vitivinicolo siciliano, dapprima con il marsala, poi si è dedicata solo al vino; fa vini in tutta la Sicilia, Pantelleria compresa. Si va nelle cantine storiche di Donnafugata.

Sur Sur 2020 – Grillo Sicilia DOC

Il vino si presenta nel calice vestito di giallo paglierino con riflessi dorati; l’olfattiva è intensa con profumi di glicine, pesca, litchie e frutta gialla e si completa con note leggere di salvia e confetti; al palato porta sapori di frutta a polpa bianca matura; il sorso è ampio, complesso, ricco, ma scorrevole, salino e fresco; nel complesso: equilibrato ed elegante;

 

Alcesti
Alcesti

 

Facciamo un’altra sosta a Marsala per visitare una giovane azienda che fa vini del territorio molto apprezzati: Alcesti

Edesia 2019 – Grillo Sicilia DOC

Ha colore giallo paglierino con riflessi verdognoli; si propone al naso con profumi intensi di frutta a pasta gialla, agrumi ed erbe aromatiche. L’ingresso in bocca è inizialmente nervoso ed affilato, poi si “addomestica”; le note di frutta matura ed agrumate, condite da una notevole speziatura e sostenute da una notevole acidità, quasi mentolata, pervadono a lungo il palato.

 

Mandrarossa
Mandrarossa

 

Proseguiamo sulla costa meridionale della Sicilia e facciamo una tappa a Menfi, in provincia di Agrigento, dove c’è l’azienda Mandrarossa

Costadune 2020 – Grillo Sicilia DOC

Pimpante nella sua veste giallo paglierino; dal calice arrivano intensi profumi di frutta esotica, con mango e litchie in prima fila, e macchia mediterranea; l’attacco al palato è salino, poi arriva frutta gialla e spezie fini. Nel cavo orale rimangono i sapori fruttati e tanta acidità.

 

CVA Canicattì
CVA Canicattì

 

Rimanendo in provincia di Agrigento, facciamo una piccola variazione d’itinerario verso l’entroterra, a Canicattì, per l’azienda CVA Canicattì

Aquilae 2020 – Grillo Sicilia DOC

Giallo paglierino è la sua cifra cromatica; al naso porta profumi intensi di frutta gialla e foglioline di bosso; al palato si avvertono note di frutta croccante e note agrumate; freschezza e sapidità completano un quadro gustativo equilibrato e persistente.

 

Principi di Butera
Principi di Butera

 

Sempre nell’entroterra, ma in provincia di Caltanissetta, a Butera, presso l’antico Feudo Principi di Butera

Diamanti 2019 – Grillo Sicilia DOC

Paglierino brillante con qualche riflesso verdognolo; molto contegno al naso, con profumi ammandorlati e poco agrumati; sorso rotondo, con qualche guizzo nocciolato, talvolta agrumato, poi, frutta gialla, costantemente freschezza e sapidità; chiusura speziata.

 

Gurrieri
Gurrieri

 

Proseguiamo il viaggio ed entriamo nella provincia di Ragusa; a Chiaramonte Gulfi per l’azienda Gurrieri

Grillo 2018 – Grillo Sicilia DOC

I profumi, abbastanza intensi e distinti, ma non esuberanti, ricordano il glicine e la macchia mediterranea; il sorso è scorrevole ed intenso al contempo; frutta tropicale, agrumi e note saline si alternano sulla lingua; la freschezza impera al palato e, in chiusura, insieme ad una fine speziatura, si apprezzano note di idrocarburi.

 

Feudo Maccari
Feudo Maccari

 

L’ultima tappa di questo viaggio immaginario è fissata in provincia di Siracusa, a Noto, simbolo del barocco siciliano, ed andiamo dall’azienda Feudo Maccari

Olli 2020 – Grillo Sicilia DOC

Questo grillo offre profumi a prevalenza erbacea e mediterranei, anziché fruttati; sorso inizialmente salino ed asciutto, poi vira su note fruttate ed infine, freschezza e speziatura a coronamento di un sorso piacevolmente mutevole e senza slegature, ma armonico.

 

Un commento

    Enrico Malgi

    Grande bianco il Grillo siciliano, che col Catarratto ed il Carricante forma un’ottima triade. Bravo Antonio.

    31 maggio 2021 - 10:06Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.