Coronavirus: il Consorzio Sannio dona materiale sanitario all’Ospedale ‘San Pio’

30/4/2020 547
La solidarietà per chi opera in prima linea
La solidarietà per chi opera in prima linea

Le difficoltà legate alla pandemia Covid-19 non ferma la corsa alla solidarietà. In queste ultime settimane, il mondo del vino sannita, così come quello nazionale, è alle prese con diverse criticità che rischiano di mettere in ginocchio l’intero sistema. Consapevoli che in questa fase si deve soprattutto affrontare e superare l’emergenza sanitaria, i produttori aderenti al Sannio Consorzio Tutela Vini non fanno mancare il proprio apporto e non si tirano indietro davanti alla chiamata all’altruismo. Il Consorzio presieduto da Libero Rillo si è attivato infatti per portare un concreto aiuto a chi opera in prima linea e nei confronti di chi soffre.

Nei giorni scorsi sono stati consegnati all’Azienda Ospedaliera ‘San Pio’ di Benevento un elettrocardiografo 12 canali, completo di kit accessori, indispensabile per lo studio del ritmo cardiaco e la diagnosi di problemi cardiaci o patologie polmonari; due defibrillatori automatici esterni, completi di batteria, fondamentali per migliorare la speranza di sopravvivenza dei pazienti che necessitano di manovre rianimatorie; due materassi antidecubito con compressori. Il materiale sanitario sarà a disposizione dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione del nosocomio beneventano.

A consegnare materialmente il tutto è stato il presidente del Consorzio, Libero Rillo, accompagnato dai vicepresidenti Domizio Pigna e Carmine Coletta. I rappresentanti del Consorzio sono stati ricevuti dal direttore generale Mario Nicola Ferrante, dal direttore amministrativo Gaetano Gubitosa e dal direttore sanitario Giovanni Di Santo.

«In questa fase delicata per la gestione dell’emergenza sanitaria da Covid ’19, il Consorzio Sannio – dichiara Libero rillo – si è prontamente attivato per un gesto di solidarietà. Abbiamo fatto dono di attrezzature utili, soprattutto in questo particolare momento, per il lavoro degli operatori sanitari, impegnati in prima linea per salvare le vite dei pazienti. Con questo gesto, il mondo del vino sannita sente l’esigenza di ringraziare chi, da settimane, è impegnato nella dura lotta contro la pandemia da Covid-19. È un periodo complicato per il Sannio, per l’Italia e per il mondo intero. Siamo profondamente convinti – aggiunge la guida del Consorzio Sannio – che nessuno può tirarsi fuori da questa lotta, che vinceremo solo restando uniti. Tutti insieme dobbiamo continuare a impegnarci per superare questa emergenza sanitaria. Superato questo periodo, sarà poi il momento di ritornare alla normalità, con la consapevolezza che saremo impegnati nell’affrontare un’emergenza economica senza precedenti. Una sfida che non si può vincere da soli. È questo l’insegnamento più forte che bisogna trarre da questa pandemia. Stiamo vivendo una crisi che costituirà una cesura: può indebolirci o rafforzarci per essere pronti ad affrontare nuove sfide. Tutto dipende da noi, dalla nostra consapevolezza di vivere nel modo giusto – conclude Rillo – una crisi che sta insegnando soprattutto la necessità delle relazioni umane e della solidarietà».