Crub a Cava de Tirreni, un bistrot di mare al giusto prezzo

4/10/2019 9.9 MILA

Crub 
Corso Umberto I, 123/125 Cava dei Tirreni
chiuso il martedi
tel 089 344715
costo medio 40-60 vini esclusi

di Ugo Marchionne

Aggiornamento Autunno 2019

Negare il primato ed i meriti di Francesco Palumbo è veramente difficile, la creazione di Crub a Cava de’ Tirreni ha apportato un nuovo concetto di ristorazione fino quel momento inedito per la città. Crudi di grandissima qualità, un’ottima cucina a base di pescato e tanta semplicità nel presentare un prodotto di valore assoluto. Gli ultimi mesi hanno visto un po’ di cambiamenti, via lo chef Gabriele Martinelli e dentro lo chef Gioacchino Attianese, un po’ di chef-mercato che secondo il patron Francesco era necessario per rendere la cucina maggiormente intellegibile, più semplice e meno articolata. Solo un trionfo di una grande materia prima, attualizzato in una batteria di crudi e di cotti in cui dovrebbe essere la materia prima più di ogni altra cosa a venir fuori.

Crub, Candela Spezzata, Ostrica, Tarare di Manzo e Cipolla Croccante
Crub, Candela Spezzata, Ostrica, Tarare di Manzo e Cipolla Croccante
Crub Tagliolino Cacio & Pepe, Gambero Rosso & Limone
Crub Tagliolino Cacio & Pepe, Gambero Rosso & Limone
Crub, Il Plateaux Royale di Crudi
Crub, Il Plateaux Royale di Crudi

Senza essere inutilmente celebrativi si può senza alcun dubbio asserire come Crub sia ascrivibile alla categoria dei migliori ristoranti di crudo all’italiana in Campania, senza contare che rappresenta un unicum per la zona. Un contatto con la materia prima assolutamente totalizzante, fortemente voluto da Francesco Palumbo, imprenditore e professionista serissimo, di primissimo rilievo in Campania, che come nel suo lavoro ha cercato di coniugare etica, qualità e rispetto ad un format, quello di Crub perfettamente integrato nella realtà locale, fatta di “struscio”, piacere della tavola e clientela variegata.

Crub, Le Tartare
Crub, Le Tartare
Crub, Cotto di Sgombro e Zucchine alla Scapece
Crub, Cotto di Sgombro e Zucchine alla Scapece
Crub, Polpettine di Melanzane
Crub, Polpettine di Melanzane
Crub, Salmone Balik, Burro e Pane di Segale
Crub, Salmone Balik, Burro e Pane di Segale
Crub, Baccala' Mantecato
Crub, Baccala’ Mantecato

Dai crudi al Baccalà mantecato, passando per i primi fino ai cotti, la mano del nuovo chef più trattenuta permette alla materia prima forse di esprimersi con maggior coraggio. Radicalmente mutato il grano di taglio di tartare e carpacci. Più consistente, più doppio, marcatamente nipponico. Un grande plus da non trascurare, soprattutto quando si sceglie questo ristorante per la proposta di crudo e cantina. Da sempre depositario di una grande cultura enologica, per volontà di Francesco la cantina opera ad ampio spettro, dai grandi champagne alle proposte più semplici, ma tutte di grandissima qualità.

Crub, Crudo di Ricciola
Crub, Crudo di Ricciola
Crub, Tataki di Tonno, Cipolla Cotta e Marinata
Crub, Tataki di Tonno, Cipolla Cotta e Marinata
Crub, Baccala' e Friarielli
Crub, Baccala’ e Friarielli
Crub, Tartare di Gambero Rosso, Mango e Gel di Agrumi
Crub, Tartare di Gambero Rosso, Mango e Gel di Agrumi
Crub, Mise en Place
Crub, Mise en Place
Crub, Cantina
Crub, Cantina
Crub, La Sala
Crub, La Sala

Conclusioni

La cucina del CRUB unisce un’ottima sensibilità sul crudo un buon uso di materie prime e anche tanta voglia di fare. La cucina del club è una cucina che fonde un rispetto maniacale per la materia prima, un buon utilizzo di ciò che il mare ad offrire stagionalmente, e secondo stagionalità una serie di proposte dagli antipasti ai primi ai secondi cucinati o crudi che possono soddisfare le esigenze di una clientela varia che ha voglia di stare bene ma soprattutto di divertirsi in un ambiente che sia confortevole appagante e coccolato da questo stile liberty che caratterizza la struttura. Ciò che mi piaciuta da sempre di questo ristorante è stata per l’appunto la parità della proposta una varietà che veleggia fra ingredienti ricercati e semplicità tradizionali fra costume e buona cucina. Un ristorante davvero bello esteticamente, che coniuga la compiutezza visiva alla concretezza dei piatti. Davvero un investimento ambizioso fatto da professionisti del mondo del lavoro con la precisa intenzione di divertire e di attrarre un nutrito pubblico di appassionati del genere. Non la solita sterile e malinconica nonché standardizzata proposta di crudo & champagne, ma complessivamente innovativa e giovane nel suo essere così duttile sul cotto/crudo. Fare un ristorante del genere non è assolutamente cosa da poco. La grande idea imprenditoriale di Francesco Palumbo e della sua società ristorativa sta proprio nell’offrire un prodotto sicuramente non originale nella sua basicità, non si può inventare il mare, ma sicuramente innovativo dal punto di vista della sua elaborazione primale e primaria.

aggiornamento maggio 2019

Crub, la sala interna
Crub, la sala interna
rub, La Mise en Place
Crub, La Mise en Place
Crub - Il Plateaux del Conchigliame
Crub – Il Plateaux del Conchigliame
Crub - Il Cappuccino di Mare
Crub – Il Cappuccino di Mare
Crub - Crudo di Gambero Rosso, Asparagi Bianchi, Yogurt, Mango
Crub – Crudo di Gambero Rosso, Asparagi Bianchi, Yogurt, Mango
Crub - Rigatoni, Funghi Porcini, Crudo, Bergamotto & Polvere di Funghi
Crub – Rigatoni, Funghi Porcini, Crudo, Bergamotto & Polvere di Funghi
Crub - Spaghetto, Burro alla Brace, Ostrica & Melissa
Crub – Spaghetto, Burro alla Brace, Ostrica & Melissa
Crub - Ombrina alla Mugnaia
Crub – Ombrina alla Mugnaia
Crub - Astice scottato, salsa olandese e stick di prosciutto
Crub – Astice scottato, salsa olandese e stick di prosciutto
Crub - Il Banco dei Crudi
Crub – Il Banco dei Crudi

Un ristorante davvero bello esteticamente, che coniuga la compiutezza visiva alla concretezza dei piatti. Davvero un investimento ambizioso fatto da professionisti del mondo del lavoro con la precisa intenzione di divertire e di attrarre un nutrito pubblico di appassionati del genere. Non la solita sterile e malinconica nonchè standardizzata proposta di crudo & champagne, ma complessivamente innovativa e giovane nel suo essere così duttile sul cotto/crudo.

Crub - La Cantina e gli Champagne
Crub – La Cantina e gli Champagne

Una piccola pasticceria da urlo, una sala elegante, un ricco cestino del pane, servito caldo, con taralli e grissini buonissimi e un servizio attento ma discreto. Gli ingredienti per una bella cena ci sono tutti, e poi c’è sempre Cava dei tirreni con la magia dei suoi portici. Bravo Francesco, questa è la sana imprenditoria che fa bene al sud.

Così competentemente Marco Contursi chiosava la sua precedente visita del 15/10/2018, ed io non posso che aggiungere che Francesco Palumbo è un imprenditore che è riuscito a creare qualcosa di veramente unico e di gran qualità. Carta dei vini buona con una grande varietà di proposte per ogni fascia di prezzo.

Crub - Il Finto Uovo
Crub – Il Finto Uovo

scheda del 15 ottobre 2018

di Marco Contursi

Francesco Palumbo è un giovane imprenditore, che da qualche anno ha deciso di investire nel food. Francesco Palumbo è un ragazzo di una simpatia immediata, per nulla altezzoso, nonostante ricopra la carica di numero uno in una delle associazioni di industriali più importanti della Campania.

Crub - la sala
Crub – la sala

Originario di Nocera Inferiore, e appassionato di buona cucina, dopo una felice esperienza toscana, ha deciso di aprire un ristorante vicino casa. Ha scelto i portici medievali, della bellissima Cava dei Tirreni ed ecco, da pochi mesi, nascere Crub.

La brigata di cucina giovane e motivata, è guidata con mano sicura dallo chef Mattia Pernice, che seppur appena 25enne vanta un curriculum di tutto rispetto, mentre Salvatore Alfano dirige con garbo e professionalità il servizio in sala.

Crub - frutti di mare
Crub – frutti di mare
Crub - banco del pesce
Crub – banco del pesce

Pesce vivo, ma nel senso letterale del termine, frutti di mare da tutto il mondo (grande selezione di ostriche) e ricca carta dei vini, soprattutto bollicine, sia italiane che francesi. Come si evince, un locale di fascia medio alta, per offerta e servizio, con un costo medio di circa 40-60 euro, vini esclusi. Non sono pochi ma rapportati all’offerta, veramente difficile da trovare di questa varietà e freschezza, rendono questo locale meritevole di essere visitato dagli amanti della cucina di mare, del crudo in primis.

Crub - aperitivo
Crub – aperitivo
Crub - cestino del pane
Crub – cestino del pane

Ho cenato qui e sono rimasto contento, abbinando i piatti con alcuni vini delle cantine Verrone e Lunarossa, bravissimi vignaioli salernitani ( il vigna giropoggio rosato e il quartara, i miei preferiti stasera). Si parte con uno sfizioso aperitivo di cozze pelose gratinate, crostino burro e alici di Cetara, polpette e panzarotti e degli ottimi gamberi in tempura. Qui la bollicina è d’obbligo. La carta ne è davvero ricca, sia italiane che francesi, per tutte le tasche e per tutti i palati.

La mousse di patata e polvere di olive nere, ha un cuore gustoso di calamaro mentre la tartarre di gamberi è eccellente e se la maionese di accompagnamento fosse stata al lime (un tocco di acidità) , il piatto sarebbe stato perfetto. La qualità della materia prima non si discute, è il top.

Crub - mousse patata
Crub – mousse patata
Crub - tartarre gamberi
Crub – tartarre gamberi

Ma il piatto che fa scattare l’applauso e che non sfigurerebbe su tavole tristellate, è il risotto “della vigilia”. Riso carnaroli, cavolfiore, peperoni sott’aceto, polpettine croccanti di baccalà. Cottura millimetrica del riso, come mai in Campania ho trovato, acidità, equilibrio, variazione delle consistenze, cremosità: Perfetto. Il piatto del viaggio.

Crub - risotto della vigilia
Crub – risotto della vigilia

Buono sicuramente ma senza acuti il calamaro imbottito che sconta un’eccessiva pesantezza del piatto, complice anche la maionese, ma soprattutto il confronto col risotto precedente di rara perfezione.

Si ritorna a volare alto col predessert (ganache al cioccolato bianco con sorbetto al campari e cantalupo), servito scenograficamente in un’ostrica e col dessert, che vede sposarsi meravigliosamente il cioccolato bianco e  quello fondente, col caramello e le noccioline.

Crub - predessert
Crub – predessert

Qui è possibile assaggiare anche la rara magnosa, detta anche cicala grande di mare, crostaceo tra i più carnosi e saporiti. Se la trovate, non lasciatevela sfuggire e mi ringrazierete.

Crub - magnosa
Crub – magnosa

Aggiungete una piccola pasticceria da urlo, una sala elegante, un ricco cestino del pane, servito caldo, con taralli e grissini buonissimi e un servizio attento ma discreto. Gli ingredienti per una bella cena ci sono tutti, e poi c’è sempre Cava dei tirreni con la magia dei suoi portici. Bravo Francesco, questa è la sana imprenditoria che fa bene al sud.

 

Crub 
Corso Umberto I, 123/125 Cava dei Tirreni
chiuso il martedi
tel 089 344715
costo medio 40-60 vini esclusi

7 commenti

    Marco Galetti

    Risotto di rinforzo, non si finisce mai d’imparare, in effetti alcuni cuochi invitano a mantecare con vino bianco a temperatura ambiente che potrebbe essere più acido dei colorati sottaceti che a quanto vedo sono stati lasciati a lungo a perdere i loro umori per sollevare il tuo, di umore… aspetto invitante, golose polpettine, cremoso che sembra lombardo, grande Contursi.
    p.s. e p.f.: prendilo grosso il salvadanaio per la volpe…

    15 ottobre 2018 - 17:31Rispondi

    Marco Contursi

    Già fatto,per la volpe ho preso un verro adulto invece del porcellino.Sai quante monete ci entrano….

    15 ottobre 2018 - 17:43Rispondi

    Mondelli Francesco

    Magnifico esempio di stile da parte di Marco Nord che prende lezione col sor-riso da Marco Sud.Per onestà va però detto che parte del merito va di sicuro al volpino che ha avuto in regalo il porcellino che gli stresserà il borsellino.FM.

    15 ottobre 2018 - 21:44Rispondi

    Enrico Malgi

    Mi sa che qui come la metti metti sono proprio fregato!…

    16 ottobre 2018 - 09:55Rispondi

    sonia v

    Concordo in pieno. Una proposta nuova e di qualità ad un prezzo davvero ottimo. Il posto che mancava in provincia di salerno

    16 ottobre 2018 - 11:49Rispondi

    Mondelli Francesco

    Bravo Enrico.Prendine atto.Ti abbiamo incastrato,ma te la sei cercata.Troppo hai stappato ed il popolo si è ribellato e con il VERRO si è vendicato.FM

    16 ottobre 2018 - 16:26Rispondi

    Francesco Palumbo

    Buonasera ringrazio il blog per la pubblicazione, l’amico Marco per le belle parole ed il sig Luciano che spero di avere prestissimo ospite a cena al CRUB, sarà un grandissimo onore poter trascorrere una serata insieme.
    E’ un onore per noi poter essere menzionati dal vs conosciutissimo e professionale blog di settore
    A presto è ancora grazie
    Francesco G Palumbo

    16 ottobre 2018 - 18:13Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.