Curma Nero d’Avola Sicilia Igt 2011 Armosa

28/1/2021 675
Curma Nero d'Avola Sicilia Igt 2011 Armosa
Curma Nero d’Avola Sicilia Igt 2011 Armosa

di Enrico Malgi

La piccola azienda agricola Armosa appartiene a Michele Molgg, imprenditore ed enologo trentino che si è innamorato pazzamente della Sicilia tanto da decidere di stabilirsi in pianta stabile qui dando luogo nel 2002 alla fondazione aziendale nel vocato comprensorio ragusano.

Soltanto tre vini, due rossi da Nero d’Avola ed uno bianco confezionato con Moscato Bianco. In questi giorni ho riassaggiato a distanza di tre anni il millesimo 2011 del Curma Nero d’Avola Sicilia Igt, etichetta vincitrice a Radici del Sud nel 2017.

Nel bicchiere scruto un colore rosso rubino carico e splendente. Bouquet altamente espansivo, che subito svela al naso i suoi molteplici ed intensi profumi, che iniziano con intriganti e stuzzicanti nuances di amarena, fragola, bergamotto, fichi d’india, mora, ribes, zagara, viola e cappero. Ecco poi approssimarsi alle narici un esplosivo intreccio odoroso di pepe nero, cannella, zenzero, noce moscata, tabacco, incenso, cioccolato fondente, cuoio, resina e china, che si sposa perfettamente con godibili pulsazioni balsamiche, mentolate ed empireumatiche. Preziosi i ghirigori sapidi e minerali. Sorso affascinante per austerità, struttura, rotondità, raffinatezza, morbidezza, eleganza e sontuosità. Sviluppo palatale ricco di polpa e poi vibrante, tonico e reattivo. Tannini aristocratici e ben cesellati. Grip armonico, equilibrato e dinamico. Un rosso di rango che ha ancora parecchia strada da percorrere. Il finale, seppur molto caldo ma ben contrastato da una lamina di acidità, è gradevole, leggiadro e persistente. Su tanta carne rossa e naturalmente, visto che ci troviamo in zona, da abbinare ad un bel formaggio Ragusaso stagionato. Alé!
Scheda del 03.02.2018

Nero d’Avola in purezza, che matura in acciaio e barriques per circa venti mesi prima di essere affinato in bottiglia. Il tasso alcolico raggiunge i quindici gradi. Prezzo finale intorno ai 15,00 euro, ben spesi.

Pregevole e luccicante il bel colore rosso rubino. Profilo olfattivo intenso e complesso, che svela subito le sue gradevoli peculiarità: sussurri fruttati di ribes, di mirtilli, di prugna, di amarena e di gelso; fiondate odorose di viola, di coriandolo, di cannella, di vaniglia e di chiodi di garofano; respiri di tabacco, di liquirizia, di cuoio, di mentolo e di balsamo. Sulla lingua atterra un sorso caldo, avvolgente e protettivo come la coperta di Linus. Quindici gradi e non sentirli affatto! Vino senza spigoli allappanti, anzi la bocca è salivante, elegante, acida e morbida. Si vede che la malolattica ha lavorato benissimo. Gusto sapido, generoso, dinamico, rotondo, armonico, equilibrato e ben strutturato. Carattere genuino, franco, lineare, puro ed irradiante. Finale sontuoso, accattivante e persistente. Ecco, questi sono i vini che fanno innamorare. A me è piaciuto molto. Davvero bravo il sig. Michele Moelgg! Da spendere su piatti di carne, ma volendo, per la morbidezza del vino, anche su intingoli con pomodoro

Sede a Scicli (Rg) – Contrada Pezza Filippa
Cell. 392 9136858 – 
[email protected] – www.armosa.it
Enologo: Michele Moelgg
Ettari vitati: 6 – Bottiglie prodotte: 15.000
Vitigni: nero d’avola e moscato bianco