Da Zero chiude a Milano perchè la sanità territoriale smantellata negli ultimi dieci anni non riesce a dare risposte alla emergenza e per fare i tamponi bisogna rivolgersi ai privati

12/10/2020 1.7 MILA

Fosse stata incapacità personale del fantastico duo Gallera e Fontana, saremmo forse più tranquilli.
Ma il punto è che i clamorosi errori della Regione Lombardia nel corso della Pandemia, con la perdita di migliaia di vite umane sono frutto di una ideologia che ha portato, da Formigoni in poi, a smantellare la sanità pubblica per favorire quella privata. Ricordiamo tutti che Giorgetti teorizzò l’inutilità delle strutture territoriali delle Asl ed è stata proprio questa scelta a rendere impossibile il controllo sul territorio per prevenire e per realizzare la tracciabilità.
Bene, qui abbiamo un esempio concreto di come una visione ideologica e non pratica della vita possa danneggiare l’economia, basta leggere il post. Al netto degli interessi e della corruzione messa in evidenza dalla sentenze passate in giudicato oltre che dalle inchieste in corso che sicuramente riserveranno non poche sorprese.
I locali Da Zero teoricamente potrebbero stare aperti perchè non hanno avuto alcuna dispsizione, a spese loro hanno fatto i tamponi al personale andando a rimpinguare le casse dei privati.
Così abbiamo l’ennesimo esempio di come tutelare la salute pubblica significa sostenere l’economia, la difesa dei diritti rende possibili i doveri.
Uno scandalo al sole.

Un commento

    Giancarlo

    Fosse solo in Lombardia,ahimè anche in Campania

    12 ottobre 2020 - 13:10

I commenti sono chiusi.