Eataly Roma, 16 maggio. Impronta di pizza con Pepe, Salvo, Bosco e Callegari

16/5/2019 1.2 MILA

Eataly presenta la prima edizione di IMPRONTE DI PIZZA – La parola a chi lascia il segno che si terrà a Roma giovedì 16 maggio. Un progetto del tutto nuovo con cui Eataly, dopo il lancio della Pizza Eataly e il tour delle Pizze del Territorio, punta a diventare per un giorno un vero e proprio teatro aperto al pubblico in cui i grandi maestri del mondo pizza, provenienti da diverse scuole di pensiero, metteranno in scena le loro personali interpretazioni del piatto e racconteranno esperienze e progetti futuri legati al mondo food, proponendo anche degustazioni.

IMPRONTE DI PIZZA è un nome ricco di significato: l’obiettivo di questo evento è ascoltare la voce dei più rinomati pizzaioli italiani che hanno lasciato il segno, o la loro impronta gastronomica, nel mondo della pizza, rinnovando il settore, ma anche recuperando le tradizioni e la definizione dell’autentica pizza italiana, aiutando anche il pubblico a riscoprire la qualità e il valore di un piatto che ha fatto grande la tradizione culinaria del nostro paese. Per Eataly la pizza è infatti “una cosa seria” e una nuova sfida per portare ad un alto livello la qualità dei piatti iconici italiani.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una notevole crescita del movimento della pizza: da Napoli a Milano, passando per tutte le regioni italiane, si è verificato non solo un grande incremento dell’offerta, ma anche una straordinaria crescita delle competenze di chef e pizzaioli che l’hanno via via personalizzata in base ai propri gusti e alla domanda dei consumatori. Ed è proprio da qui che nasce l’idea di creare un simposio focalizzato sulla pizza rivolto al grande pubblico, in cui i protagonisti di questo cambiamento si possano confrontare e condividere idee ed esperienze, proponendo un’ampia visione sulle diverse alternative di impasti, ingredienti e cotture, anche attraverso degustazioni.

 

I protagonisti della prima edizione

“Italia in fermento, impasti a confronto” è il titolo scelto e il filo conduttore della prima edizione del simposio organizzato da Eataly. E saranno proprio alcune delle voci più autorevoli dell’arte bianca, guidate dal giornalista ed esperto di pizza Luciano Pignataro, a dialogare su scuole di pensiero e tecniche di lavorazione dell’impasto: Renato Bosco, Stefano Callegari, Franco Pepe e Ciro Salvo.

“Negli ultimi anni c’è stata una rivoluzione nel mondo pizza”, spiega Pignataro. “L’attenzione di tutti si è infatti concentrata sulla qualità e si è creato un circolo virtuoso che ha complessivamente migliorato il prodotto partendo proprio dall’impasto. Si sono sperimentate lunghe lievitazioni e ognuno ha trovato il suo stile arrivando a risultati di eccellenza. Mettere a confronto scuole così diverse è interessante perché anche per la pizza, come per ogni cibo, il fine non è il mezzo, ma contano il gusto e la salute del cliente”.

A introdurre il confronto sarà Antonio Puzzi, responsabile pizza Slow Food, che ha affiancato Eataly nel progetto Pizza Eataly.

“Pizza è una parola universale e, in quanto tale, ha infinite varianti”, commenta Puzzi. “Nella sola Italia dei mille campanili, ogni luogo ne dà una specifica lettura: da Napoli a Roma, Genova, Torino, Palermo e Verona, solo per fare alcuni esempi. Nata come ‘speranza’ per saziare la fame, oggi la pizza è sotto la luce dei riflettori e questo ci spinge necessariamente a fare e farci domande. Ecco perché i pizzaioli chiedono ai mulini di differenziare e migliorare l’offerta di materie prime, creano impasti sempre più identitari e portano in tavola ricette che sono frutto di alleanze con i produttori del territorio e immagine della grande tradizione gastronomica italiana”.

 

Faranno gli onori di casa Francesco Pompilio, maestro pizzaiolo di Eataly, che ha guidato la definizione della nuova Pizza Eataly, e Fulvio Marino, responsabile delle panetterie Eataly.

Nel corso dell’evento i maestri pizzaioli si alterneranno al banco di lavoro e ai forni del Ristorante della Pasta e della Pizza di Eataly Roma, offrendo la possibilità al pubblico in sala non solo di ascoltare, ma anche degustare la loro personale “interpretazione” della pizza.

 

IMPRONTE DI PIZZE è una delle iniziative della Settimana della Pizza e dei Pizzaioli che animerà gli spazi di Eataly Roma dal 13 al 19 maggio con eventi, incontri e degustazioni di pizze dei diversi maestri pizzaioli tra i maggiori esponenti del panorama italiano dell’arte bianca.

L’appuntamento di IMPRONTE DI PIZZA è per giovedì 16 maggio 2019, dalle 16.00, presso il Ristorante della Pasta e della Pizza di Eataly Roma, Piazzale 12 Ottobre 1492.

IL PROGRAMMA
La kermesse si aprirà con l’anteprima Donne di Pizza, Donne di Cuore nel giorno della Festa della Mamma. Domenica 12 maggio dalle 19:00 alle 23:00 nel Ristorante Pasta&Pizza, otto pizzaiole di tutta Italia guidate dalla celebre conduttrice Francesca Barberini, si uniranno per sostenere il progetto di Puer Onlus basato sull’amicizia e sulla volontà comune di aiutare gli altri.

Lunedì 13 maggio la Settimana della Pizza e dei Pizzaioli partirà ufficialmente con la pizzaiola emergente Roberta Esposito de La Contrada di Aversa che realizzerà, tra le varie proposte in menu, La Casertana con fiordilatte di Agerola, salsiccia di maialino nero casertano, porcini, pepe fresco, basilico e olio evoSestilio Ippoliti di Yeast&Flour con le sue pizze alla teglia sarà sarà il primo ospite della Panetteria.

Martedì 14 maggio l’arte centenaria della pizza napoletana verrà celebrata da Maurizio e Claudio Del Buono della pizzeria Da Gennaro, una delle famiglie di pizzaioli più antiche d’Italia giunta oggi alla sesta generazione. Il maestro Angelo Iezzi, Presidente dell’Associazione Pizzerie Italiane, sarà ospite della Panetteria e dalle ore 18 alle 19 realizzerà un laboratorio dimostrativo sulla pizza in teglia.

Mercoledì 15 maggio, i sapori della Basilicata arriveranno nel Ristorante Pasta&Pizza con Salvatore Gatta della Pizzeria Fandango di Filiano (Pz). Tra le varie proposte, la Lucana con bufala lucana, pesto di basilico e noci, pomodorini, scaglie di caciocavallo Podolico e olive di Ferrandina.  Dalla provincia di Napoli verrà invece Carmine Donzetti di Pizza &Fritti –  noto come il pizzaiolo del cuore per l’attenzione che da sempre dedica al mondo dei disabili – che presenterà una selezione delle sue pizze fritte. La pizza alla teglia vedrà protagonista, presso la Panetteria, il giovane Francesco Arnesano di Lievito, Pizza, Pane che si cimenterà in un laboratorio dimostrativo nel pomeriggio.

Giovedì 16 maggio alcuni tra i più grandi nomi della pizza artigianale italiana si ritroveranno durante la prima edizione di Impronte di Pizza. A seguire i pizzalovers potranno degustare al Ristorante Pasta&Pizza le specialità di Francesco Pompilio, pizzaiolo corporate di Eataly che realizzerà la nuova Pizza di Eataly e quelle di Renato Bosco, uno dei 50 chef italiani scelti dal Ministero delle Politiche Agricole a rappresentare la cucina italiana nel mondo. Per gli amanti della pizza al padellino, presso la Birreria di Eataly, il piemontese Giuseppe Giordano de Il Pizz’Ino preparerà alcune delle sue specialità al tegamino. E ancora, nella Cuopperia si potrà assaggiare la pizza fritta di Pasquale Torrente e, nella Panetteria, la pizza alla pala di Fulvio Marino.

Venerdì 17 maggio sarà la volta di Omar Abdel Fattah, il pizzaiolo romano di Pane e Tempesta che, nella Panetteria di Eataly, darà dimostrazione della sua maestria. La giornata proseguirà con il pizzaiolo napoletano Ciro Salvo di 50 Kalò che per l’occasione farà degustare da Pasta&Pizza alcune delle sue celebri pizze come la 50 kalò con pomodorini corbarini di Casa Marrazzo, scarole cotte a vapore, aglio dell’Ufita, olive nere caiazzane, capperi di Salina az. agrobiologica Salvatore d’Amico, olio extravergine Algoritmo 2018 Marsicani DOP Cilento aggiunto a fine cottura.

Il weekend proseguirà con Luca Issa della pizzeria di Roma Piccolo Buco che sabato 18 maggio farà degustare nella Panetteria una selezione delle sue pizze ciascuna abbinata ad un olio extravergine di oliva; il piazzaiolo Francesco Pompilio, nel Ristorante Pasta&Pizza, impasterà la nuova pizza di Eataly. Chiuderà la Settimana della Pizza e dei Pizzaioli Stefano Callegari della Pizzeria Sbanco che preparerà, domenica 19 maggio, delle pizze ispirate alla cucina tipica romana tra cui la Cacio&Pepe e la Carbonara. Presso la Panetteria, l’aperitivo con dj set animerà le giornate di sabato e domenica dalle  ore 19.oo alle 21.30.

Ufficio Stampa Eataly

Simona Milvo

Tel.: +39 011 19506806

Mob.: +39 348 3525169

E-mail: [email protected]

 

DAG Communication

Barbara Orrico

Tel.: +39 02 89054165

Mob.: +39 347 5419012

E-mail: [email protected]

 

Alessia Biondaro

Tel.: +39 02 89054156

Mob.: +39 349 4221127

E-mail: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.