Giulio Restaurant nella Valle d’Assano. Dall’Agro Caleno il futuro è giovane, con la cucina di qualità di Giulio De Biasio

8/5/2018 3.8 MILA
Giulio Restaurant Alessandra Zona e Giulio De Biasio
Giulio Restaurant Alessandra Zona e Giulio De Biasio

di Franco D’Amico

La Valle d’Assano è una piccola frazione del comune di Rocchetta e Croce, che guarda l’Agro Caleno dall’alto dei monti Trebulani. Qui da alcuni mesi è partita l’avventura speciale del giovane ma esperto chef Giulio De Biasio, che con coraggio ha investito proprio nella sua terra di origine dopo varie esperienze in lungo e largo per l’Italia, fino di recente, quale sous chef, alla corte dello stellato Renato Martino a Vairano Patenora, presso il Vairo.

Giulio Restaurant il borgo di Rocchetta e Croce, in lontananza Ischia
Giulio Restaurant il borgo di Rocchetta e Croce, in lontananza Ischia

Emblematica la foto che ho scattato a Rocchetta, che racchiude l’insieme del territorio dell’Alto Caleno sino all’Agro Domitio, in lontananza l’isola d’Ischia. A sinistra i Campi Flegrei a destra il Massico e l’Ager Falernum che nell’entroterra confluiva appunto tra queste valli, dove pastorizia, coltura di uliveti e del vino Caleno costituivano la linea di confine tra due vocati territori, tuttora coltivati con i medesimi vitigni di aglianico e piedirosso, mentre la dorsale montano-trebulana, con il noto pallagrello, si estende sino all’area caiatina.

Le notizie storiche fanno risalire l’esistenza di Rocchetta all’epoca dello splendore della Cales Romanica e deve il suo nome all’antica Rocca sede della baronia dei Vescovi di Calvi. L’impianto urbano è quello tipico delle città medievali con il castello che domina la valle. L’edificato intorno racchiude il borgo, che insieme a Croce ebbero vita a seguito all’abbandono dell’antica Cales (attuale Calvi Risorta), più volte saccheggiata e poi distrutta dai Saraceni nel 879.

Da qui i tratturi antichi che confluivano a Trebula Balliensis, attraverso la parte alta dei Trebulani in direzione di Formicola, il percorso più breve ed agevole tra le città di Trebula e Teanum sidicinum (attuale Teano), appunto scendendo da Rocchetta sino ad Assano (Valle d’Assano), che intersecava i territori tra due consolari importanti come la Casilina e l’Appia.

Giulio Restaurant ingresso esterno
Giulio Restaurant ingresso esterno

Quindi, nella Valle d’Assano tra le terre calene e quelle sidicine incontriamo le aspettative di questa nuova location con cucina condotta dal giovane Giulio De Biasio, molto preparato, che vanta un bagaglio di esperienza notevole, dove creatività, competenza, tecnica e ricerca si fondono con materie prime eccellenti e prodotti tipici del territorio. Un’unica sala, con ambiente luminoso e arredi sobri racchiude Giulio Restaurant dove ad accogliere gli ospiti troviamo Alessandra Zona, compagna di viaggio di Giulio, entrambi originari dell’area e pronti al Sì il prossimo luglio, per cui facciamo i nostri migliori auguri.

I primi anni di esperienza Giulio li ha trascorsi al Vecchio Mulino con lo chef Pietro Balletta a Teano, poi da allora tutta una serie di collaborazioni importanti in giro per lo Stivale.

A seguire, nel tempo, con Chef stellati presso location riconosciute come Antica Osteria Nonna Rosa a Vico Equense da Giuseppe Guida *michelin; al ristorante il Riccio *michelin con Salvatore Elefante, nonché al ristorante l’Olivo **michelin da Andrea Migliaccio e la recente collaborazione con Nino di Costanzo **michelin. Nel 2015 quale chef entremetier presso il Capri Palace Hotel e collaborazioni con Palazzo Seneca a Norcia. Nel maggio 2012, a Napoli, insignito del premio come miglior Chef emergente del Sud 2012, conseguendo il Premio Ferrarelle “la miglior ricetta tradizionale”, per la Campania piatto in gara: capretto cotto e crudo con salsa alla menta, spuma del suo latte e misticanza di verdure crude.

Giulio Restaurant il salottino in ingresso
Giulio Restaurant il salottino in ingresso
Giulio Restaurant la sala interna
Giulio Restaurant la sala interna
Giulio Restaurant preparazione al tavolo
Giulio Restaurant preparazione al tavolo

Menu primavera alla carta: con la possibilità di un pasto completo e variegato che spazia dall’aperitivo al dessert, con costi di ciascuna pietanza che si orienta dagli 8 ai 16 euro (vini esclusi).

Menù degustazione pesce completo a 40 euro, che varia secondo la disponibilità giornaliera del pescato (vini esclusi).

Giulio Restaurant la carta del menu' e vini
Giulio Restaurant la carta del menu’ e vini

Menù degustazione seguendo la tradizione a 28 euro: compreso di acqua e caffè, con una selezione di salumi tipici del Matese, il primo con candele spezzate e genovese di pollo, poi la tagliata di manzo con patate leggermente affumicate e il dessert millefoglie con crema al cioccolato (vini esclusi);

Giulio Restaurant il benvenuto
Giulio Restaurant il benvenuto

Il benvenuto: calice di Prosecco di Conegliano, una insalatina di lingua di vitello su scarola liquida, lamponi essiccati, capperi, pomodoro confit e ravanelli.

Giulio Restaurant i pani con il libum
Giulio Restaurant i pani con il libum

Tra il pane servito anche il Libum, pane degli antichi romani senza lievito. Composto da ricotta di vacca, farina di tipo 1, sale e uova, nonché panetti a lievitazione naturale con salumi e formaggi del Matese e finocchietto selvatico.

Giulio Restaurant antipasto zuppetta di bufala
Giulio Restaurant antipasto zuppetta di bufala

Un antipasto: sapori delicati in un insieme gradevole, la zuppetta di bufala con tartare di melanzane, pomodori confit, alici e menta al limone.

Giulio Restaurant il baccala' su fondo di piselli
Giulio Restaurant il baccala’ su fondo di piselli

Poi, il baccalà su fondo di piselli liquirizia, salsa alla birra e amaretti, i sapori e colori della primavera espressi con questa pietanza che ho gradito molto.

Giulio Restaurant sottogola di maiale e succo di peperoni arrosto
Giulio Restaurant sottogola di maiale e succo di peperoni arrosto

Il sottogola di maiale con succo di peperoni arrosto alla vaniglia e gazpacho di arance.

Giulio Restaurant un primo con ravioli artigianali al basilico
Giulio Restaurant un primo con ravioli artigianali al basilico

Un primo piatto: ravioli di pasta artigianali al basilico, farciti con bufala dop su fondo di pomodori San Marzano, maggiorana e aglio novello.

Giulio Restaurant Spaghetti con ragout bianco di polipetti del Tirreno
Giulio Restaurant Spaghetti con ragout bianco di polipetti del Tirreno

Dalla scelta dei miei piatti di pesce ecco gli spaghetti con ragout bianco di polipetti del Tirreno, su passatina di fagioli cannellini, il mare che incontra la campagna è veramente un bel connubio.

Giulio Restaurant mezzi paccheri con ragout bianco di baccala'
Giulio Restaurant mezzi paccheri con ragout bianco di baccala’

I mezzi paccheri, un altro primo, con ragout bianco di baccalà battuto di olive nere, salse di prezzemolo e peperoncino.

Giulio Restaurant alcune etichette del territorio
Giulio Restaurant alcune etichette del territorio

La carta dei vini di Giulio Restaurant, comprensiva di bollicine nazionali ed estere, predilige le etichette casertane e campane, ma tuttora in fase di aggiornamento, essendo a pochi mesi dall’apertura e comunque con una scelta orientata a prediligere i vini rossi e bianchi delle cantine di qualità territoriale come i Cacciagalli, il Verro e Sclavia quelle più vicine alla valle.

Giulio Restaurant Cantina Sclavia
Giulio Restaurant Cantina Sclavia

L’etichetta Calù, il Pallagrello bianco Terre del Volturno della Cantina Sclavia di Liberi, nell’Alto Casertano, degustato nell’occasione.

Giulio Restaurant il rombo ceci e bietole
Giulio Restaurant il rombo ceci e bietole

Il rombo a primavera, con ceci e bietole, un vero quadro d’autore, qui la composizione e i sapori di un piatto esclusivo sono evidenti.

Giulio Restaurant capocollo di maiale brasato
Giulio Restaurant capocollo di maiale brasato

Il capocollo di maiale brasato e affumicato in casa con insalatina di mele annurche alla cannella, salsa al limone.

Giulio Restaurant sgombro appena scottato
Giulio Restaurant sgombro appena scottato

Lo sgombro appena scottato, con centrifugato d’arancia rossa, succo e falda di peperone.

I dessert:

Giulio Restaurant dessert – tortina al cioccolato bianco e fondente, frutti rossi

Giulio Restaurant dessert
Giulio Restaurant dessert

Giulio Restaurant dessert – parfait al caffè

Giulio Restaurant dessert
Giulio Restaurant dessert

Giulio Restaurant dessert – migliaccio di grano turco, mela annurca e zabaione al marsala

Giulio Restaurant dessert
Giulio Restaurant dessert

La Provincia di Caserta, il fermento gastronomico è un dato di fatto non solo nelle città, tra pizzerie, wine bar e ristoranti di qualità, ma anche con la risposta che viene dai piccoli borghi inusuali e fuori itinerario, facilmente raggiungibili come il Giulio Restaurant nella Valle d’Assano, sulla direttiva SS Casilina che va dal bivio di Teano (appena dopo sulla destra la svolta per il paese di Assano) verso Caianello, dove troviamo questo luogo del piacere per trascorrere dei momenti conviviali rilassanti e accompagnati dai sapori autentici, con le proposte dello chef Giulio De Biasio, attento e preparato nella selezione delle materie del territorio, ma anche tecnica e ricerca apprezzabili per una cucina equilibrata e di pregevole fattura, con menù e vini a costi giusti.

Giulio Restaurant
Via Antonio Izzo Valle d’Assano – fraz. di Rocchetta e Croce (CE)

Cell. 3384732269 – on facebook
www.giuliorestaurant.ga

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Settings