Grave di Stecca: Cru di Prosecco | Nino Franco la centenaria azienda del prosecco

22/6/2020 445
SILVIA FRANCO
SILVIA FRANCO

di Gennaro Miele

I prodotti della terra, al di là delle bandiere con i loro colori, rappresentano sfumature di sapori e profumi che oltre i confini sono promemoria sensoriale di piccole porzioni di territorio italiano. Per quanto sia ridotta la loro estensione sono frammenti di un’unica anima. Sulle colline venete le foglie di vite si muovono al vento bandiere, nella zona in cui un paese che con il suo nome è un simbolo di un brindisi popolare, il Prosecco, nell’affascinante terra veneta. Identificato come un sorso dalla facile interpretazione questa bollicina, uno dei vini italiani più esportati nel mondo, ha la possibilità di offrire una degustazione fine, rappresentativa di un territorio complesso. Nel cuore del paese la centenaria azienda Nino Franco ha visto in Primo Franco l’artefice di una rivalutazione del Prosecco, classificandone le sottili caratteristiche organolettiche che differenziano l’assaggio in base alla composizione del terreno, diverso a distanza di pochi chilometri.

GRAVE DI STECCA
GRAVE DI STECCA

Oggi la diffusione di questa cultura è affidata alla direzione strategica di Silvia, figlia di Primo. Il vitigno Glera, alla base di questa storia effervescente vede la cura di millesimati in un contesto in cui non sempre la menzione dell’annata è un fattore commercialmente determinante. Delle espressioni aziendali una delle più prestigiose è l’etichetta Grave di Stecca, un brut  il cui vigneto è parte integrante dello stesso paese di Prosecco. Nell’anno 2014 dà in dono una vendemmia dal delicato colore giallo paglierino con un ventaglio olfattivo complesso: attacco di pietra focaia cui segue l’emergere dolce della mandorla e della valeriana, con frutta a polpa gialla di frutti estivi. Il gusto ha freschezza non aggressiva, buona morbidezza, secco con finale lungo e delicatamente fruttato, la permanenza di 6 mesi nell’affinamento sulle fecce grosse dona struttura. Deciso e senza elementi di ruvidezza dietro il perlage questa bollicina ricorda la godibilità della voce di Arisa nella canzone La Notte. Buon Calice.

***

NINO FRANCO SPUMANTI SRL
Via Garibaldi, 147, 31049 Valdobbiadene (TV)

www.ninofranco.it

Un commento

    Francesco Mondelli

    Di sicuro ha facilitato la qualità del prodotto ma se da una parte parlare di prosecco è semplice non è invece facile parlarne a questi livelli di tale brillante chiarezza .Complimenti.PS Una domanda da un milione di dollari:ai milioni di consumatori che godono della sua immediatezza potrebbe mai piacere questo in particolare che gioca in complessità tanto da farsene una ragione per il prezzo superiore alla media?Ad maiora da FM

    22 giugno 2020 - 11:08Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.